antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista
- Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
24.06.20 Il "modello" Vicenza, dove neofascisti ed estremisti siedono al Palazzo
23.06.20 Toh, l'interesse dei neofascisti di CasaPound per la periferia era solo un bluff in favore di tv
22.06.20 Estrema destra, terrorismo nero (anche italiano) non è solo su Internet: ha armi, bombe, razzi e progetta attentati contro musulmani ed ebrei
17.06.20 Cosa si muove dietro l'alleanza nera tra neofascisti, ultras e no 5g
16.06.20 Il movimento Boogaloo (Usa)
8.06.20 Nel palazzo occupato da Casapound a via Napoleone III nessuno è indigente
4.06.20 George Floyd – Paramilitari, suprematisti bianchi pro-Trump e anarchici: la galassia di gruppi che infiltra la protesta negli Stati Uniti
29.04.20 Il virus nero - Servizio di Report
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 12.03.18
Brescia Il Tar rigetta il ricorso di CasaPound: il fascismo e il nazismo non sono "libertà di opinione"
·
13 febbraio 2018

Il Tar ha dato ragione al Comune di Brescia, denunciato dall'ultra-destra di CasaPound per aver inserito in una delibera dello scorso dicembre una modifica alla disciplina delle concessioni pubbliche di spazi che prevede l'obbligo di sottoscrivere una dichiarazione in cui si ripudia il nazismo e il fascismo, si dichiara di non professarne o propagandarne le ideologie e ci si impegna a non mettere in atto manifestazioni fasciste o di usare la violenza quale strumento di lotta politica.
I camerata di CasaPound si sono presentati dinnanzi ai giudici, sostenendo che la richiesta di ripudiare il fascismo avrebbe leso la loro "libertà di opinione" e di "manifestazione del proprio pensiero", ma il Tar non è stato di quel parere, dando ragione al Comune e sentenziando che la richiesta dell'Amministrazione è in linea con i principi democratici costituzionali.

https://gayburg.blogspot.it/2018/02/il-tar-rigetta-il-ricorso-di-casapound.html





"Piazze ai fascisti è giusto vietarle" Brescia apre la via contro CasaPound

Respinto il ricorso nella città della strage del 1974 Si allarga nei Comuni la resistenza all'ultradestra Mantova revoca la cittadinanza onoraria al Duce


No pasaràn. Viene in mente l'antico slogan antifascista, al quale Mussolini, il 29 gennaio ' 39 a Roma, rispose beffardo: «Siamo passati... e vi dico che passeremo». A Brescia no: ottant'anni dopo, non passano. Nella provincia che vanta il primo e unico sindaco di Casa-Pound - Andrea Bianchi, primo cittadino di Trenzano, denunciato l'estate scorsa per il post su Fb « il fascismo tornerà, mi sento fascista, Stato di merda» -, il Comune del capoluogo sbarra la strada a "tartarughe frecciate" e altri partiti neri. Così ha deciso il consiglio comunale di Brescia, e così ha confermato il Tar, a cui Cpi aveva fatto ricorso ritenendo che la delibera di giunta fosse lesiva della "libertà di opinione" e "espressione del pensiero".

Il provvedimento adottato da palazzo Loggia è identico a quello che decine di amministrazioni locali, non solo di centrosinistra, hanno già approvato per fermare l'avanzata dell'ultradestra: una modifica al regolamento per l'assegnazione di spazi pubblici. Chi ne fa domanda - partiti, associazioni politiche, onlus - deve dichiarare la propria estraneità a «fascismo, razzismo, xenofobia, antisemitismo e omofobia» e sottoscrivere un documento con il quale « si riconosce nei principi antifascisti della Costituzione ». È il "modello" Pontedera: uno dei primi Comuni italiani, con Pavia, ad avere introdotto la norma.

A Brescia la delibera è arrivata in consiglio a fine dicembre, dopo il caso di una sala concessa alla rivista Ordine Futuro, legata a Forza Nuova, nel quartiere Mompiano. L'ha presentata la consigliera comunale Francesca Parmigiani, candidata con Leu alla Camera. Caldeggiato da Anpi, Cgil e partigiani di Fiamme verdi, il certificato antifascista è stato poi approvato con delibera di giunta. I camerati di Cpi, che nel collegio di Brescia hanno presentato una lista per le politiche, si sono rivolti al Tar sostenendo che la richiesta di ripudiare il fascismo lede la loro « libertà di opinione » e « manifestazione del proprio pensiero » . Un ricorso motivato anche da esigenze di campagna elettorale. Due giorni fa il tribunale ha respinto, per ora in fase cautelare, dando ragione al Comune: la richiesta dell'amministrazione è «legittima» e «in linea con i principi democratici costituzionali». Nella città della strage nera di piazza della Loggia - 28 maggio 1974, 8 morti, 102 feriti - le associazioni che vorranno avere uno spazio pubblico dovranno dichiarare di « ripudiare il nazismo e il fascismo e di non professarne o propagandarne le ideologie». Si dice che nei giorni scorsi Cpi questa dichiarazione l'avrebbe sottoscritta. Curioso per un partito che si definisce «fascisti del terzo millennio».

Ma torniamo ai dispositivi per togliere spazi all'estrema destra. Sono già stati approvati a Pavia, Cesena, Siena, Torino, Milano, Genova, Bologna, Prato, Pisa, Siena, Pistoia, Massa Carrara, Marzabotto e in altre decine di Comuni. A Genova centrosinistra e centrodestra hanno raggiunto l'accordo grazie a un'integrazione: ai movimenti neofascisti sono state aggiunte le associazioni « con finalità di terrorismo, sovversive, violente e integraliste ».

Altro tema dibattuto è la revoca della cittadinanza onoraria a Benito Mussolini. Molte amministrazioni lo hanno fatto. Ieri, alla luce dei rigurgiti neofascisti, si è aggiunta Mantova. Il consiglio comunale a maggioranza Pd ha votato la mozione che cancella l'onorificenza concessa nel 1924: contrari Fi, Fdi, Lega e M5S. «Dittatore» e «liberticida »: per questo Mussolini non sarà più cittadino onorario mantovano. Per tenere la maggioranza unita è intervenuto anche il sindaco dem, Mattia Palazzi: «Siamo qui per decidere se la cittadinanza a Mussolini oggi rientri o meno nei valori che questo consiglio e questa città intendono celebrare » . A Bergamo, un suo amico e collega ( anche di partito), Giorgio Gori, è di orientamento opposto. « La cittadinanza lasciamola come monito», ha ribadito in questi anni il candidato governatore del centrosinistra. A ottobre Lele Fiano, promotore della legge contro la propaganda fascista, aveva detto: « Trovo singolare che si mantenga la cittadinanza onoraria per un assassino».

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2018/02/14/piazze-ai-fascisti-e-giusto-vietarle-brescia-apre-casapound11.html

repressione_F
r_lombardia


articolo precedente           articolo successivo