antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Modena Bomba carta e bottiglie molotov contro il centro di accoglienza per migranti
- Sondrio, insulti razzisti poi calci e pugni: senegalese in ospedale
- Raid punitivo contro alloggio di migranti: Piacenza, tre indagati
- Pisa, ancora un’aggressione omofoba: “Fate schifo”, poi sputi e pugni
- Genova Frasi razziste a immigrato, poi botte
- Sparano a uno straniero ed esultano, due persone nei guai nel Modenese
- Migrante pestato a sangue a Sassari Un 22enne della Guinea aggredito da cinque ragazzi in pieno centro
- Roma, spedizione razzista contro il fioraio a Cinecittà
- Bagheria, «Calmati fratello» e scatta il pestaggio: immigrato picchiato senza motivo con un cric
- Terracina, sparano piombini da unʼauto contro una bici: ferito operaio indiano
- Bologna Aggressione razzista in via Sant'Isaia
- Palermo, caccia al migrante: cinque minori profughi insultati e pestati

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake
- Libro sulle "atrocità partigiane", l'Anpi di Reggio Emilia contrattacca: presidio e minacce di denuncia
- San Lorenzo: Forza Nuova sfregia murales ai partigiani, che viene ripristinato dopo un’ora
- Trieste, doppio corteo: CasaPound e antifascisti in piazza
- Venaria, il sindaco toglie i fiori lasciati sulla tomba da CasaPound: “Non c’è spazio per i fascisti”
- Comunicato ANPI – La Liberazione di Predappio
- Cristiani, islamici, ebrei: a Trieste tutti uniti contro CasaPound
- Aggressione squadrista a Lanciano: risarcimento alla vittima e donazione a Ong Mediterranea

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
20.11.18 Bolivia: Il neofascista italiano Diodato tra i registi della strage di Pando
18.11.18 CasaPound e Forza Nuova a confronto
14.11.18 FBI: Milizia neo-nazista addestrata dall'esercito americano in Ucraina, ora prepara i Suprematisti bianchi degli USA
12.11.18 Veneto Fronte Skinheads, radiografia dell'associazione
12.11.18 Così i neofascisti assediano Brescia
11.11.18 Il governo di Varsavia marcia con l’estrema destra europea
29.10.18 CasaPound non paga neppure le bollette: debiti per centinaia di migliaia di euro
17.10.18 Processo Cavallini, Ansaldi parla di Fioravanti: ''È un uomo della P2''
12.10.18 I legami pericolosi tra il partito di Matteo Salvini e la 'ndrangheta
24.09.18 Stati nazisti d’America, tra svastiche, Hitler e sostenitori dello "sterminio necessario"
31.07.18 Razzismo di stato: Casa Pound non fa paura, Salvini sì
29.07.18 Allarme Capitale, i neri di San Giovanni
26.07.18 Trattavia, le motivazioni della sentenza vanno lette ricordando stragi neofasciste, golpe e P2
25.07.18 L’autrice del post sullo smalto di Josepha: “Twittare è il mio lavoro. Mi finanzia CasaPound”
19.07.18 Come Verona è diventata l’incubatrice dell’odio
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound
3.05.18 Verona, dove comanda l’estrema destra
26.04.18 Gli antifascisti di domani

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 10.03.18
Firenze: oltre diecimila persone al corteo in memoria di Idy
·
Rappresentanze della comunità senegalese e italiani alla manifestazione antirazzista in nome dell'ambulante senegalese ucciso lunedì scorso su ponte Vespucci. Il sindaco Nardella: "Faremo una giornata funebre per ricordarlo ancora una volta. Sarà lutto cittadino"

10 marzo 2018

In memoria di Idy Diene. Sul ponte, tra i fiori, una scritta: "Buonanotte fratello". Un ragazzo ha in mano un cartello con la frase "io non ho paura". Sono arrivati a Firenze da ogni angolo d'Italia. In auto, in treno, in bus. Per manifestare sì. Ma soprattutto per ricordare Ivy: il cittadino senegalese ucciso lunedì scorso da un pensionato fiorentino, Roberto Pirrone, sul ponte Vespucci. Sono più di diecimila le persone che hanno partecipato alla manifestazione, organizzata dalla comunità senegalese in Toscana. Ci sono le associazioni locali e rappresentanze della comunità senegalese da altre città. Acuni sono arrivati qui in pullman: tre quelli partiti da Bergamo questa mattina. Altri sono venuti da Macerata, dove il 3 febbraio scorso sei persone sono morte durante un raid razzista.

In piazza anche tanti italiani: famiglie con bambini, ragazzi, anziani. Un clima diverso da quello che aveva segnato la manifestazione di martedì, sempre a Firenze, con momenti di tensione e contestazioni al sindaco Dario Nardella. La marcia silenziosa è stata interrotta solo dai cori. "Giustizia, giustizia", gridano gli amici di Idy. "Pace pace", intona un gruppo in testa al corteo. "Siamo tutti antirazzisti e antifascisti", cantano altri. Il corteo antirazzista è partito pochi minuti dopo le 15 da piazza Santa Maria Novella e ha sfilato per le strade del centro storico fino al ponte Vespucci, dove è stato ucciso l'ambulante senegalese, per poi fare ritorno in Santa Maria Novella. Le forze dell'ordine hanno presidiato a distanza il lungo serpentone per prevenire eventuali contestazioni. Ma non c'è stato bisogno di intervenire. Un corteo variopinto: c'era l'Anp, c'era l'Arci, c'erano politici e fiorentini. I negozi sono rimasti aperti, la marcia si è svolta tra le auto in sosta e gli operai dei cantieri al lavoro, senza nessun problema. La stessa comunità senegalese ha organizzato una sorta di servizio d'ordine.


"A Firenze faremo una giornata funebre per ricordare Idy ancora una volta. Sarà una giornata di lutto cittadino", l'annuncio del sindaco di Firenze Dario Nardella, che ha raggiunto il corteo antirazzista all'altezza di Lungarno Soderini. Nardella, che ha subito incontrato una rappresentanza della comunità senegalese, ha ringraziato la famiglia di Diene e ha aggiunto: "Firenze è una città aperta, dobbiamo essere uniti contro ogni differenza". Il sindaco ha partecipato al corteo insieme all'atleta senegalese Moussa Fall, mezzofondista classe 1963 che ha partecipato a due olimpiadi ed è stato più volte vicecampione africano degli 800 metri. Al corteo anche altri rappresentanti di Palazzo Vecchio: dalla vicesindaca Cristina Giachi agli assessori Alessia Bettini, Federico Gianassi e Sara Funaro.

Bandiere delle pace e del Senegal sono state sventolate durante tutto il corteo. Tantissimi gli striscioni e le scritte in ricordo di Idy. "Era un uomo di pace, la città ti abbraccia" si legge su uno dei tanti cartelli esposti. "Non vogliamo fare casino", recita un altro manifesto. "Per non dimenticare Samb e Diop", la scritta su un altro cartellone in memoria di Samb Modou e Diop Mor, uccisi nel 2011 a Firenze da Gianluca Casseri, simpatizzante di estrema destra, che poi si suicidò

"Credo che ci sia la possibilità di ripartire da questa giornata e segnare un nuovo rapporto di vicinanza fra il nostro popolo che è uno soltanto, volto alla pace e alla convivenza civile", ha detto Izzedin Elzir, imam di Firenze e presidente dell'Ucoii, che ha partecipato alla manifestazione. "Ringraziamo tutti i cittadini fiorentini - ha aggiunto - che hanno voluto partecipare alla giornata di oggi e che in questi giorni hanno mandato decine di messaggi di solidarietà per quello che è avvenuto. Questo dimostra ancora una volta che siamo una famiglia unita". In contemporanea anche a Napoli si è svolto un corteo in ricordo di Diene. Alla fine dell'iniziativa i manifestanti hanno esposto uno striscione su uno dei balconi del municipio con la scritta "Restiamo Umani".

http://firenze.repubblica.it/cronaca/2018/03/10/news/firenze_e_il_giorno_del_corteo_in_memoria_di_idy_il_senegalese_ucciso_sul_ponte-190924935/?ref=RHPPLF-BL-I0-C8-P4-S1.8-T1

news
r_toscana


articolo precedente           articolo successivo