antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Modena Bomba carta e bottiglie molotov contro il centro di accoglienza per migranti
- Sondrio, insulti razzisti poi calci e pugni: senegalese in ospedale
- Raid punitivo contro alloggio di migranti: Piacenza, tre indagati
- Pisa, ancora un’aggressione omofoba: “Fate schifo”, poi sputi e pugni
- Genova Frasi razziste a immigrato, poi botte
- Sparano a uno straniero ed esultano, due persone nei guai nel Modenese
- Migrante pestato a sangue a Sassari Un 22enne della Guinea aggredito da cinque ragazzi in pieno centro
- Roma, spedizione razzista contro il fioraio a Cinecittà
- Bagheria, «Calmati fratello» e scatta il pestaggio: immigrato picchiato senza motivo con un cric
- Terracina, sparano piombini da unʼauto contro una bici: ferito operaio indiano
- Bologna Aggressione razzista in via Sant'Isaia
- Palermo, caccia al migrante: cinque minori profughi insultati e pestati

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake
- Libro sulle "atrocità partigiane", l'Anpi di Reggio Emilia contrattacca: presidio e minacce di denuncia
- San Lorenzo: Forza Nuova sfregia murales ai partigiani, che viene ripristinato dopo un’ora
- Trieste, doppio corteo: CasaPound e antifascisti in piazza
- Venaria, il sindaco toglie i fiori lasciati sulla tomba da CasaPound: “Non c’è spazio per i fascisti”
- Comunicato ANPI – La Liberazione di Predappio
- Cristiani, islamici, ebrei: a Trieste tutti uniti contro CasaPound
- Aggressione squadrista a Lanciano: risarcimento alla vittima e donazione a Ong Mediterranea

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
20.11.18 Bolivia: Il neofascista italiano Diodato tra i registi della strage di Pando
18.11.18 CasaPound e Forza Nuova a confronto
14.11.18 FBI: Milizia neo-nazista addestrata dall'esercito americano in Ucraina, ora prepara i Suprematisti bianchi degli USA
12.11.18 Veneto Fronte Skinheads, radiografia dell'associazione
12.11.18 Così i neofascisti assediano Brescia
11.11.18 Il governo di Varsavia marcia con l’estrema destra europea
29.10.18 CasaPound non paga neppure le bollette: debiti per centinaia di migliaia di euro
17.10.18 Processo Cavallini, Ansaldi parla di Fioravanti: ''È un uomo della P2''
12.10.18 I legami pericolosi tra il partito di Matteo Salvini e la 'ndrangheta
24.09.18 Stati nazisti d’America, tra svastiche, Hitler e sostenitori dello "sterminio necessario"
31.07.18 Razzismo di stato: Casa Pound non fa paura, Salvini sì
29.07.18 Allarme Capitale, i neri di San Giovanni
26.07.18 Trattavia, le motivazioni della sentenza vanno lette ricordando stragi neofasciste, golpe e P2
25.07.18 L’autrice del post sullo smalto di Josepha: “Twittare è il mio lavoro. Mi finanzia CasaPound”
19.07.18 Come Verona è diventata l’incubatrice dell’odio
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound
3.05.18 Verona, dove comanda l’estrema destra
26.04.18 Gli antifascisti di domani

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 12.03.18
L'autista che lascia a piedi i profughi è Moreno Salvetti, consigliere comunale e braccio destro del sindaco di Avio
·
Discriminazione, denunciato l’autista

È un consigliere comunale di Avio: lasciò a piedi i profughi. In agosto augurò a Ugo Rossi di morire, ora rischia il posto.

10 marzo 2018

TRENTO. Rischia il posto di lavoro l’autista che in dicembre (in almeno due occasioni) lasciò a piedi un gruppo di profughi del campo di Marco, tirando dritto alla fermata del trasporto pubblico di linea.

La notizia l’abbiamo pubblicata ieri sul Trentino e in mattinata la Provincia ha diffuso un comunicato stampa per spiegare che nei confronti dell’autista (segnalato da più parti) è partito nei giorni scorsi un procedimento disciplinare, che può arrivare fino al licenziamento, come si legge nella nota. Ma il caso è stato segnalato anche alla procura della Repubblica di Rovereto, con l’ipotesi di interruzione di pubblico servizio aggravata dalla finalità di discriminazione razziale.

Nella nota si legge che le verifiche condotte da Trentino Trasporti e dalla Provincia hanno portato all’accertamento di ripetute violazioni degli obblighi, con danno al regolare svolgimento del servizio pubblico, ma anche all’immagine della società.

L’autista protagonista di questa vicenda oltre a essere un dipendente di Trentino Trasporti è anche consigliere comunale ad Avio (assessore fino all’estate scorsa), eletto in una lista civica orientata a destra. Si tratta di Moreno Salvetti, 42 anni, autista e delegato sindacale, già protagonista di una vicenda singolare nei mesi scorsi quando attraverso il suo profilo Facebook augurò al presidente Ugo Rossi di fare la stessa fine dell’orsa Kj2.

Un augurio in realtà ritirato nel giro di poche ore (“un colpo di nervoso” si giustificò), tanto che il governatore decise di “perdonare” l’autista che ora - qualche mese dopo - torna protagonista delle cronache.

http://www.altoadige.it/cronaca/discriminazione-denunciato-l-autista-1.1539159




dal suo curriculum on line
www.comune.avio.tn.it/content/download/.../CV%20-%20Salvetti%20Moreno.pdf

CAPACITÀ E COMPETENZE RELAZIONALI
Vivere e lavorare con altre persone, in ambiente multiculturale, occupando posti in cui la comunicazione è importante e in situazioni in cui è essenziale lavorare in squadra (ad es. cultura e sport), ecc.





L'autista che lascia a piedi i profughi è Moreno Salvetti, consigliere comunale e braccio destro del sindaco di Avio

Nell'agosto scorso si era dimesso dalla Giunta comunale dopo che aveva augurato al governatore Ugo Rossi di fare la stessa fine dell'orsa Kj2, che era stata uccisa. Trentino Trasporti informa la Procura della Repubblica, la Uil Trasporti lo difende e la Lega Nord è solidale con lui

10 marzo 2018

AVIO. L'autista che non avrebbe fatto salire i profughi sulla corriera di Trentino Trasporti è Moreno Salvetti, consigliere comunale di Avio, ex assessore, braccio destro del sindaco, già noto alle cronache per le sue 'sparate' politiche piuttosto ruvide.

Dalla Giunta comunale si era dimesso nell'agosto scorso perché su Facebook, dopo l'uccisione dell'orsa Kj2, al governatore aveva augurato la stessa fine, di essere ucciso. Parole che rimasero sulla sua bacheca nemmeno un giorno ma che suscitarono subito una vivace polemica.

Ora la polemica è esplosa perché alla guida del torpedone che più volte ha saltato la fermata c'era lui. L'accusa è quella brutta di razzismo: sono neri, li lascio a piedi. Il sindacato Uil Trasporti lo difende: "Ha agito in buona fede, non hanno fatto cenni per chiedere la fermata".

A segnalare la cosa sono stati gli stessi profughi, parlandone con gli operatori. "L'azienda e gli uffici dell'assessorato ai trasporti si sono subito attivati per verificare se la mancata fermata trovasse conferma anche nel sistema di rilevazione satellitare del mezzo, che è in grado di indicare con precisione data e ora di ogni evento a bordo autobus".

"Per quanto accertato - spiega ancora la Provincia - dalla società congiuntamente con la Provincia, la condotta si è concretizzata in una ripetuta violazione degli obblighi, con conseguente turbativa al regolare svolgimento del Servizio Pubblico con danno anche all'immagine della società".

Moreno Salvetti, che guida gli autobus da vent'anni, dovrà affrontare un provvedimento disciplinare ma forse anche un processo. La Procura è stata informata. Rischia il licenziamento e rischia di dover pagare anche i danni d'immagine a Trentino Trasporti.

Ma sul caso interviene anche la neo-deputata della Lega Nord Vanessa Cattoi: "Solidarietà all'autista di Trentino Trasporti che rischia il licenziamento. Scelte come queste da parte dell'aziendarischiano di alimentare ulteriormente l'insofferenza dei cittadini nei confronti della presenza di migranti".

"Negli ultimi tempi - spiega la deputata - è diventata rischiosa la professione dell'autista di bus che troppo spesso, come accaduto nei mesi scorsi, si ritrova in condizione di pericolo e di aggressioni e insicurezza sia per lui sia per i fruitori del servizio stesso".

"Auspichiamo vengano invece attuati i provvedimenti necessari che consentano agli autisti ed agli utilizzatori del servizio di avere maggiori garanzie di sicurezza sui pullman. Invitiamo quindi l'azienda Trentino Trasporti a non procedere al licenziamento del dipendente che fino ad allora ha svolto il proprio servizio regolarmente".

http://www.ildolomiti.it/cronaca/2018/lautista-che-lascia-a-piedi-i-profughi-e-moreno-salvetti-consigliere-comunale-e-braccio

news
r_trentino


articolo precedente           articolo successivo