antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom
- Vicenza, vede un immigrato e lo accoltella alla pancia. Arriva la polizia: picchia anche gli agenti

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
4.06.20 George Floyd – Paramilitari, suprematisti bianchi pro-Trump e anarchici: la galassia di gruppi che infiltra la protesta negli Stati Uniti
29.04.20 Il virus nero - Servizio di Report
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa
9.10.19 Dove si radunano i neofascisti tra social network e dark web
18.09.19 Repubblica: “I Signori della Curva spa tra manganelli e Cosa nostra. Viaggio all’interno delle curve italiane”
22.08.19 Diabolik, Roma sud blindata per i funerali. Saluti romani all’arrivo della bara nera.
20.08.19 Fascismo del vecchio e nuovo millennio: viaggio “nel cuore nero” di Brescia
20.08.19 Sì, il problema di Roma è (anche) Casapound
9.08.19 Omicidio Diabolik, ex leader Irriducibili: "Nostre strade divise da tempo" - doppio filo, tra gli Irriducibili e Forza Nuova

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 17.01.18
Io, italiana di origine rom, ho giurato sulla Costituzione. E i nuovi fascisti l’hanno fatto?
·
17 gennaio 2018

L’11 gennaio a Giugliano in Campania, cinque fascisti di Forza Nuova hanno fatto irruzione in un incontro pubblico centrato sulla presenza dei rom sul territorio. Erano presenti membri della comunità rom, Nurja e Sabrina Severovic. Quando Sabrina ha preso la parola è stata apostrofata dai fascisti: “Dici di sentirti italiana e quindi, dimmi, conosci l’inno nazionale?”. “Sì”. “Ah sì? E allora cantalo”. La provocazione, agli ospiti e in particolare alla ragazza rom nata in Italia, la rivolge il responsabile di Forza Nuova a Napoli, per il quale “questa ragazza non è italiana, perché non può essere italiana, per il semplice fatto che non sa parlare italiano, non conosce l’inno d’Italia e di italiano non ha nulla”.

Il 15 Gennaio il candidato leghista alla presidenza della Lombardia, Attilio Fontana, proclama a Radio Padania l’esigenza di difendere la “nostra razza bianca”, in pericolo di estinzione di fronte all’invasione degli immigrati. Intanto bisognerebbe ricordare che sono di più gli italiani di “razza bianca” che lasciano l’Italia per avere lavoro e vita decorosi, rispetto a quelli di “razze inferiori” che la “invadono” per scappare da guerra e fame, per cui basterebbe offrire ai primi ragioni per rimanere per riequilibrare i conti. Poi se i “criteri d’italianità” fossero, oltre a conoscere l’inno d’Italia, saper parlare italiano potrebbe essere imbarazzante fare l’esame anche ai militanti di Forza Nuova.

Ma per me la domanda più importante e che mi angoscia è come mai, nell’Italia uscita con tanto dolore dalla guerra e dalla dittatura fascista, oggi si possano ascoltare cose del genere senza una reazione collettiva. Che conti si sono fatti con un passato non così lontano se oggi i “nuovi” fascisti sono i tutori dell’italianità e un candidato alla presidenza della Regione si infila il cappuccio del Ku-Klux-Clan?

Un commentatore del blog mi invita a leggere la Costituzione. Quando sono venuta in Italia, nel 1999, ho voluto diventare cittadina di questo Stato. Ho fatto domanda, dopo due anni ho giurato sulla Costituzione, con emozione e orgoglio. E non dimentico quello che mi ha dato questo Paese, e neppure quello che mi sono portata dal mio.

Il rispetto per la Legge prima di tutto, che pretendo da me e dagli altri. Dite che i rom rubano, sì, che portano i bambini a elemosinare, sì. Lo fanno, come molti altri e, come per gli altri, polizia e assistenti sociali devono intervenire. È strano che ci si chieda di dirlo, come se dovessimo fare un atto di fede. Certo, non siamo sempre innocenti, per questo non difendiamo l’indifendibile ma rifiutiamo la responsabilità collettiva, che tanto per cambiare era il criterio dei nazifascisti per motivare il genocidio.

Ma c’è anche da dire che alle denunce devono seguire i fatti e se questo non avviene mi domando perché. Per due volte ho denunciato abusi su minori rom. Non è successo nulla. Quanti di noi si sono sentiti dire alla domanda di intervenire in certi casi estremi “Sai quanto costa un minore in comunità? E’ inutile, tanto poi scappano“. Se l’applicazione della legge nei confronti dei rom è una causa persa perché dati per irrecuperabili, questa è una forma di antiziganismo, che può diventare alibi per chi sfrutta questa presunta incorreggibilità come i due poliziotti condannati un anno fa a 7 anni per aver spartito con una banda rom il bottino dei furti alla stazione centrale di Milano.

Quindi la Costituzione l’ho letta e mi piacerebbe che tutti non solo la leggessero ma, come ho fatto io, ci giurassero sopra, magari al compimento dei 18 anni, quando si possono esercitare i diritti civili che ci rendono compiuti cittadini. Ma soprattutto credo che questo valga per quelli più grandi e che dovrebbero essere i meno smemorati tanto più se ci vogliono governare.

A loro in particolare di questi tempi credo che sia utile chiedere di giurare sull’articolo 3: “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali”.

È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese”.

Questo articolo per me, cittadina italiana di etnia rom, vuol dire: Noi rispettiamo la legge, voi rispettate le nostre gonne lunghe, le nostre pelli scure e anche i nostri sforzi e difficoltà in un percorso che non vogliamo fare da soli.

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/01/17/io-italiana-di-origine-rom-ho-giurato-sulla-costituzione-e-i-nuovi-fascisti-lhanno-fatto/4096602/

lettere
r_nazionale


articolo precedente           articolo successivo