antifa home page

Il Progetto

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Modena venerdi 15 dicembre h.20.30: fermiamo il corteo neonazista!
- Forlì, in 500 al corteo dopo i tafferugli con Forza Nuova
- Blitz fascista, sit-in davanti a Repubblica e Espresso
- Bologna Montagnola, presidio e tensione E fra le fiaccole spunta CasaPound
- Milano, scontri tra militanti di Forza Nuova e antagonisti
- Como, marcia Pd dopo blitz skinheads. Boldrini: “Fronte comune”. Ma Salvini: “Vogliono immigrazione fuori controllo”
- Il blitz degli skinhead a Como, il questore blocca la contromanifestazione di Forza Nuova
- Bologna, sarà vietato concedere sale comunali a chi discrimina in base all’etnia, alla religione o al sesso
- Neofascismo, Milano dice basta: "Mai più raduni dell'ultradestra negli spazi pubblici"
- Milano, luoghi pubblici vietati all'ultradestra: carta dei valori antifascisti contro l'offensiva nera
- Torino, Pd e M5S uniti nell’antifascismo: votano sì a mozione per vietare le piazze. La Lega di Salvini si defila e non vota
- Bologna Corticella Sabato 11 nov h.15.30: Presidio Antifa

ARCHIVIO COMPLETO ARCHIVIO REGIONI

Ricerca per parole chiave | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |

pubblicato il 7.08.17
Brescia, denigra le coop di migranti: pignorato lo stipendio per 14mila euro a segretaria della Lega
·
In un post su Facebook Federica Epis aveva scritto: "Lucrano sul traffico di clandestini con la faccetta misericordiosa". Condannata dal tribunale, dovrà risarcire. Ma attacca: "Io una semplice impiegata, loro ricchi e potenti"

A marzo era stata condannata dal tribunale di Brescia per aver denigrato tre cooperative che si occupano di assistenza ai migranti, definendole enti che "con la faccetta misericordiosa di chi fa beneficenza stanno invece lucrando sul traffico di clandestini". Adesso per la segretaria della Lega Nord di Orzinuovi, nel bresciano, scatta il pignoramento sullo stipendio per 14mila euro, per risarcire le tre cooperative.

La comunicazione arrivata nei giorni scorsi spiega che a breve inizieranno a trattenere le somme dal suo stipendio, "ma io sono una semplice impiegata", replica Epis. Un anno fa la segretaria del Carroccio aveva postato su Facebook un articolo di un quotidiano locale che parlava di immigrazione, aggiungendo quel commento. Le tre cooperative in questione si erano rivolte così al tribunale. La giudice Lucia Cannella aveva considerato il post "denigratorio e offensivo laddove indica che i richiedenti asilo siano clandestini, atteso che che i richiedenti vengono degradati al rango di chi viola il Testo unico sull'immigrazione" e l'aveva quindi condannata perché "il post ha valenza irridente e sbeffeggiante ove indica le associazioni che danno ospitalità al soggetto come di chi opera 'con la faccetta misericordiosa' di chi fa la beneficenza attributivo di un fine illecito". Il risarcimento previsto era di 6mila euro per ognuna delle cooperative, che avevano festeggiato la vittoria in tribunale assicurando che i soldi sarebbero stati utilizzati per progetti culturali a sostegno dell'integrazione".

Gli avvocati di Epis hanno presentato una richiesta di sospensiva, l'udienza è fissata per settembre, ma intanto il decreto di pignoramento è partito. A sostegno della segretaria - che aveva avuto la solidarietà
anche del leader leghista Matteo Salvini - è nato un comitato, che vuole provare a raccogliere anche fondi per le spese legali, ma è la stessa leghista condannata a rilanciare: "Mi sembra davvero impossibile che in un Paese democratico vengano sanzionate in questo modo le parole, non mi sembra di aver fatto nulla di male, per questo da semplice cittadina, trovarmi a dover risarcire persone già ricche e potenti, è qualcosa che ha dell'assurdo".


http://milano.repubblica.it/cronaca/2017/08/07/news/migranti_segretaria_lega_brescia_condannata_14mila_euro_stipendio_pignorato-172559033/

repressione_F
r_lombardia


articolo precedente           articolo successivo