antifa home page

Il Progetto

MAPPA GEOGRAFICA AGGRESSIONI FASCISTE

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Aggressione omofoba ad Anzio, 22enne preso a pugni mentre passeggia insieme al fidanzato
- Torino, 13enne picchiata per la borsa arcobaleno: “Mi urlavano cagna e lesbica schifosa”
- Palermo, due ragazzi gay aggrediti con lancio di bottiglie. Uno ha il naso fratturato
- Foggia, sparano da un fuoristrada in corsa contro un gruppo di migranti: ferito al volto un 30enne del Mali
- “Gravissima violenza a San Berillo: lavoratrici del sesso massacrate dalla polizia”
- Modena, "Torna nel tuo paese" aggredito a bastonate e colpi di machete
- Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Renoize 21 Focene per Renato 27/08 e 3-4-5/09
- Desenzano, il no dello scrittore Francesco Permunian: "Non presento il mio libro dove manifesta Forza Nuova"
- "Milano è antifascista": il Comune estende l'obbligo di rispetto della Costituzione per chi prende in affitto gli spazi pubblici
- Genova, i pompieri si rifiutano di togliere uno striscione antifascista. Usb: “Non creava nessun pericolo, non è nostro compito”
- Vietata manifestazione estrema destra oggi pomeriggio. Raggi: “I fascisti a Roma non sfilano”
- Petizione dell'ANPI Veneto per le dimissioni di Elena Donazzan
- Roma, protesta Anpi: occupazione di Casapound a Ostia Associazioni antifasciste chiedono sgombero via delle Baleniere
- Presentato “Neofascismo in grigio”, ultimo libro di Claudio Vercelli
- Giulietti: "La Costituzione antifascista non è in lockdown, guai se la Rai dà spazio agli squadristi"
- Torino «È inaccettabile processare gli studenti per antifascismo»
- Bologna In piazza Carducci solo gli antifa
- Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
21.10.21 L’impero offshore del neofascista Delfo Zorzi gestito dall’avvocato svizzero di Licio Gelli
20.10.21 Forza Nuova, i milioni dei neofascisti all’estero tra società del giro di Fiore e di un ex Nar
12.10.21 Da dove arriva Forza Nuova
11.10.21 Fiore e Castellino, la folle escalation: «Dietro la lotta interna con Casapound»
1.10.21 Inchiesta Fanpage, Fidanza autosospeso da capodelegazione FdI a Parlamento Ue: “Attacchi strumentali”
1.10.21 Fanpage, Lobby Nera: inchiesta sulla destra neofascista
5.09.21 Ungheria Ultime notizie sul paese - Rapporto Amnesty International
26.06.21 La lunga ombra nera. Una mappa delle aggressioni fasciste
20.06.21 “Fascisti”, l’eterna scorciatoia di usare il termine sbagliato: da Trump a Salvini. “Veri rischi? Leader democratici senza ideali”
1.05.21 Fascisti su Marche: così la Regione diventa laboratorio della nuova destra
7.04.21 Per i Servizi tedeschi l'Afd è un partito di "estrema destra" da sorvegliare
31.03.21 L'eroe Mussolini e gli immigrati assassini: i fascio-fumetti invadono le scuole
1.03.21 Argentina Voli della morte
12.02.21 Bugie contro Falcone sul delitto Mattarella: il neofascista Fioravanti torna sotto accusa
7.02.21 Dalla difesa della razza all’apologia del fascismo le Marche laboratorio della destra più nera
23.01.21 Neonazisti. Gruppi armati sono presenti anche in Italia
23.01.21 Il delirio del suprematista di Savona: “Hitler come Cristo guida luce”. La missione di una guerra la razziale “contro negri e degenerati”
19.12.20 Casapound: convegni, nuovi slogan e alleanze elettorali. L'idillio tricolore tra la "tartaruga nera" e Meloni
19.12.20 L'ultradestra torna a casa: abbandona Salvini e abbraccia Fratelli d'Italia
12.12.20 Report: Cinque sfumature di nero 07/12/2020
10.12.20 Anastasia, la setta bio-nazista che spaventa la Germania dalla nostra corrispondente
3.12.20 I vecchi mostri La destra estrema è qui per restare, ma non si deve smettere di combatterla
12.11.20 Neonazisti, franchisti e ultradestra: la rete fascista che cavalca le proteste in tutta Europa
9.11.20 Stati Uniti, i 940 "gruppi d'odio" che mettono in stato d'allerta l'Fbi dopo la sconfitta di Trump
8.11.20 Chi c’è dietro il gruppo di Giorgia Meloni

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 6.09.21
“Documenti storici rubati all’Archivio di Stato”: Borghezio ottiene la messa alla prova
·
Al termine del periodo di messa alla prova un giudice deciderà se l’ex europarlamentare di destra meriterà il proscioglimento o se si debba celebrare un processo. L'esponente della Lega. Secondo l’atto di accusa della procura aveva circa 700 documenti storici sottratti in un periodo compreso tra il 2015 e la fine del 2019. L'avvocato: "In realtà i fatti sono andati in modo diverso. Messa alla prova? Lui avrebbe preferito discolparsi nel merito, ma io preferisco che si chiuda così"

6 Settembre 2021

Si è definito un topo d’archivio, appassionato di ricerche su documenti, lettere, atti storici, ma non un ladro. A casa sua i carabinieri del nucleo Tutela patrimonio culturale un gran numero di carte che ritengono siano state sottratte all’Archivio di Stato a Torino, testi che non potevano essere portati via da lì, patrimonio inalienabile dello Stato. Finito indagato per furto e tentato furto, il politico della Lega Mario Borghezio ha ottenuto dalla procura il via libera per la messa alla prova, un meccanismo che permette di uscire indenne da un procedimento penale dopo un periodo di prova, e donerà parte della sua collezione privata per risarcire l’ente della sparizione di alcuni documenti, sparizione di cui non si ritiene responsabile. Al termine del periodo, un giudice deciderà se l’ex europarlamentare di destra meriterà il proscioglimento o se si debba celebrare un processo.

La vicenda ha origine nel novembre 2019 quando Borghezio, all’interno dell’Archivio di Stato, viene sorpreso da una funzionaria: “Avevo messo una graffetta su alcuni fogli per tenerli da parte e poi fotocopiarli”, aveva raccontato a ilfattoquotidiano.it. All’archivio, però, non c’era nessuna fotocopiatrice, quindi Borghezio li avrebbe portati via di nascosto, in modo sistematico, per farne delle copie e poi riportarli lì, spiegava. Non avrebbe potuto comunque farlo e per questo motivo la donna, insospettita, ha allertato i carabinieri che hanno segnalato il fatto alla procura di Torino e poi hanno portato avanti l’inchiesta, perquisendo casa e uffici a sua disposizione.

Secondo l’atto di accusa della procura, aveva circa 700 documenti storici che sarebbero stati rubati in un periodo compreso tra il 2015 e la fine del 2019. Tra quel materiale, c’erano moltissimi telegrammi, lettere e comunicazioni del periodo della Seconda guerra mondiale. Come rendono conto le edizioni torinesi de La Stampa e La Repubblica, gli investigatori hanno trovato un fascicolo intitolato “Torre Pellice colonia di ebrei stranieri”; varie disposizioni sui comportamenti da adottare nei confronti dei cittadini ebrei; circolari della Presidenza del Consiglio dei ministri inviate al Centro Regionale per la difesa della razza; atti di processi speciali alla corte d’assise o carte sulla Repubblica sociale italiana. Tra gli atti che – secondo l’accusa – sono stati trafugati e mai più ritrovati ci sono anche quelli relativi alla brigata nera “Ather Capelli”, corpo paramilitare fascista della Repubblica sociale italiana. Il valore di questo materiale andato perso si aggira intorno ai 6.400 euro. Una collezione particolare per un politico che è stato promotore di politiche discriminatorie nei confronti degli stranieri (condannato in via definitiva per gli insulti all’ex ministra dell’Integrazione Cécile Kyenge), ma anche promotori di legami tra i partiti della destra europea.

Contesta le accuse l’avvocato Mauro Anetrini, difensore del politico leghista: “In realtà i fatti sono andati in modo diverso – afferma –. I documenti che la procura ritiene siano stati sottratti sono soprattutto fotocopie, perché il suo interesse principale non è possedere, ma studiare e capire. Una parte è materiale acquistato lecitamente da Borghezio. Sostengono che questi ultimi siano stati sottratti da archivi pubblici, ma nessun ente li ha mai reclamati”. Anche i documenti sulla brigata nera, prosegue Anetrini, non sarebbero stati rubati: “Potrebbero essere andati persi all’interno dell’archivio, finiti in altre cartelle”. Nonostante la proclamata innocenza di Borghezio, il difensore aggiunge di esser stato lui a spingere il politico verso la procedura della messa alla prova: “Avrebbe preferito discolparsi nel merito, ma io preferisco che si chiuda così”. Il politico del Carroccio dovrà regalare all’Archivio di Stato una parte della sua collezione privata e svolgerà un periodo di volontariato al servizio di un’associazione o di un ente pubblico.


https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/09/06/documenti-storici-rubati-allarchivio-di-stato-borghezio-ottiene-la-messa-alla-prova/6312904/

repressione_F


articolo precedente           articolo successivo