antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom
- Vicenza, vede un immigrato e lo accoltella alla pancia. Arriva la polizia: picchia anche gli agenti
- "Ammazza il negro", altre minacce contro la famiglia del Milanese che ha adottato senegalese
- Donna aggredita in pizzeria a Mereto di Tomba perché non parla friulano
- Ascoli, barista caccia cliente omosessuale: “Sono nazista, non voglio gay nel mio locale”
- Brescia Danno fuoco alle roulotte, poi sparano contro chi scappa: “Zingari di me**a, vi ammazzo tutti”
- Torino, aggressione omofoba in un condominio: «Sei gay, ti ammazziamo»
- Modena Bomba carta e bottiglie molotov contro il centro di accoglienza per migranti
- Sondrio, insulti razzisti poi calci e pugni: senegalese in ospedale
- Raid punitivo contro alloggio di migranti: Piacenza, tre indagati

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake
- Libro sulle "atrocità partigiane", l'Anpi di Reggio Emilia contrattacca: presidio e minacce di denuncia
- San Lorenzo: Forza Nuova sfregia murales ai partigiani, che viene ripristinato dopo un’ora
- Trieste, doppio corteo: CasaPound e antifascisti in piazza
- Venaria, il sindaco toglie i fiori lasciati sulla tomba da CasaPound: “Non c’è spazio per i fascisti”

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
31.03.19 Forza Nuova e i legami con i pro vita del congresso di Verona
18.02.19 Svastica e malavita a Roma: ecco l'inchiesta che ha portato all'aggressione fascista
17.02.19 Neofascismo, cacciatori di fake news a Savona: "Quell'eccidio fantasma del monte Manfrei"
3.02.19 Nazi, ultras e tanta ‘ndrangheta.
20.01.19 Polonia Il delitto Adamowicz e il sottobosco di estrema destra
13.01.19 La sede dei fascisti di Avanguardia Nazionale è in uno stabile del Comune di Roma
13.01.19 Calcio, la piaga nera del tifo fascista
17.12.18 Le sfumature nere della Lega di Salvini
20.11.18 Bolivia: Il neofascista italiano Diodato tra i registi della strage di Pando
18.11.18 CasaPound e Forza Nuova a confronto
14.11.18 FBI: Milizia neo-nazista addestrata dall'esercito americano in Ucraina, ora prepara i Suprematisti bianchi degli USA
12.11.18 Veneto Fronte Skinheads, radiografia dell'associazione
12.11.18 Così i neofascisti assediano Brescia
11.11.18 Il governo di Varsavia marcia con l’estrema destra europea
29.10.18 CasaPound non paga neppure le bollette: debiti per centinaia di migliaia di euro
17.10.18 Processo Cavallini, Ansaldi parla di Fioravanti: ''È un uomo della P2''
12.10.18 I legami pericolosi tra il partito di Matteo Salvini e la 'ndrangheta
24.09.18 Stati nazisti d’America, tra svastiche, Hitler e sostenitori dello "sterminio necessario"
31.07.18 Razzismo di stato: Casa Pound non fa paura, Salvini sì
29.07.18 Allarme Capitale, i neri di San Giovanni
25.07.18 L’autrice del post sullo smalto di Josepha: “Twittare è il mio lavoro. Mi finanzia CasaPound”
19.07.18 Come Verona è diventata l’incubatrice dell’odio
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 3.04.19
Torino Operazione contro il Blocco Studentesco Tentati omicidi e produzione di aggressivi chimici: quattro arresti
·
3 aprile 2019

Operazione dei carabinieri del reparto operativo speciale (Ros) di Torino, in collaborazione con i comandi provinciali di Torino e Cuneo, nella mattinata di oggi, mercoledì 3 aprile 2019, contro alcuni attivisti del Blocco Studentesco, organizzazione di estrema destra protagonista di alcune manifestazioni sul territorio cittadino.

Quattro gli arrestati, tutti a Torino. Gli indagati sono ritenuti, a vario titolo, responsabili di tentato omicidio aggravato e continuato e produzione di aggressivi chimici.

Le indagini sono partite nel 2018 e sono state coordinate dal pm Manuela Pedrotta.


http://www.torinotoday.it/cronaca/tentati-omicidi-blocco-studentesco.html




Torino, blitz contro estremisti di destra: indagati avevano prodotto ricina

Blitz all’alba dei carabinieri del Ros, in collaborazione con i militari dei Comandi provinciali di Torino e Cuneo, contro un gruppo di estremisti di destra. Quattro le misure cautelari eseguite nei confronti di altrettante persone ritenute vicine ad ambienti di estrema destra. Tra le accuse quelle di tentato omicidio aggravato e continuato e produzione di aggressivi chimici.

All’alba di mercoledì è scattato un blitz dei Carabinieri del reparto operativo speciale (Ros) e dei colleghi dei Comandi provinciali di Torino e Cuneo contro un gruppo di estremisti di destra attivi nel capoluogo piemontese. L'operazione, che è stata denominata “Testuggine”, è estesa alle province di Torino e Cuneo e vede impegnati, oltre ai Carabinieri, anche unità specializzate dei vigili del fuoco. Quattro in totale le misure cautelari eseguite dai carabinieri del Ros, in collaborazione con i militari dei comandi provinciali di Cuneo e Torino, nei confronti di altrettante persone ritenute vicine ad ambienti di estrema destra. I reati contestati dalla procura di Torino sono di tentato omicidio aggravato e continuato e produzione di aggressivi chimici.

Indagini scattate nel 2018: fermati gravitano intorno a Casapound e Blocco studentesco – Le indagini che hanno portato al blitz di stamane sono iniziate nel 2018 e coordinate dal pm Manuela Petrotta. Contro gli arrestati gli inquirenti hanno rapporto “elementi significativi”. A quanto trapelato, i quattro arrestati – tutti a Torino – gravitano intorno all’area di estrema destra, Casapound e Blocco studentesco.

Avevano prodotto ricina – Gli indagati – si tratta di quattro giovani di età compresa tra i 20 e i 24 anni – erano riusciti a produrre in garage, per punire un rivale in amore, un flacone di ricina dai semi del ricino, veleno pericoloso trovato anche nei laboratori sotterranei di Baghdad dopo la destituzione di Saddam e conosciuto anche grazie alla celebre serie tv "Breaking Bad". Nel 2018 i carabinieri del Ros avevano interrotto l’attività clandestina del “chimico” del gruppo, in seguito alla scoperta del tentativo di estrarre la sostanza velenosa. In quell’occasione era scattato un primo arresto e alcune perquisizioni. Il veleno era da somministrare di nascosto a due italiani che si erano fidanzati con giovani donne di cui gli indagati si erano invaghiti. Una delle due vittime era già stata avvelenata lo scorso novembre durante una festa di CasaPound in un locale di Torino, l'Asso di Bastoni. La ricina era stata versata in un bicchiere di vodka ma non si era diluita del tutto e la persona presa di mira se l'era cavata con un forte mal di stomaco e attacchi di vomito.

https://www.fanpage.it/torino-blitz-contro-estremisti-di-destra-indagati-accusati-di-produzione-di-aggressivi-chimici/




Volevano aggredire il rivale d'amore con la ricina, arrestati 4 membri di un circolo di estrema destra di Torino

Operazione dei Ros. I quattro avevano prodotto l'arma chimica di Saddam, usata anche nella serie tv Breaking Bad

Sono riusciti a produrre in garage, per punire un rivale in amore, un flacone di ricina dai semi del ricino, un veleno così pericoloso da essere stato trovato nei laboratori sotterranei di Baghdad dopo la destituzione di Saddam nell’ambito dell’arsenale chimico segretamente custodito. E una sostanza resa celebre anche tra il pubblico televisivo per il suo 'utilizzo' nella serie tv Breaking Bad.

Sono quattro giovani - di età compresa tra i 20 e i 24 anni - che gravitano intorno all’area di estrema destra, Casapound e Blocco studentesco, che i carabinieri del reparto anticrimine di Torino hanno arrestato all'alba a conclusione di una indagine coordinata dal pm Manuela Pedrotta. Nei piani dei quattro era previsto che la ricina fosse affidata a un ragazzino di 11 anni che con un’arma giocattolo avrebbe dovuto colpire la vittima designata. Il veleno era da somministrare di nascosto a due italiani che si erano fidanzati con giovani donne di cui gli indagati si erano invaghiti. Ma i carabinieri sono arrivati prima, sulle tracce di uno di loro, che vive nell’astigiano e che era stato individuato per aver comprato su Internet i pezzi stampati in 3d per montare una pistola modello “liberator”.

Durante una perquisizione gli investigatori hanno trovato in un frigorifero un’arma ben più potente, un veleno che uccide all’istante al solo contatto con la pelle: la ricina, appunto. E una serie di macchinari utili a estrarre la sostanza dai semi acquistati anche quelli sul web. Due dei quattro arrestati avevano già tentato di utilizzarla lo scorso autunno durante una serata al circolo Asso di bastoni, diluendola in un cocktail da far bere alla vittima. Ma l’operazione non gli era riuscita: il giovane se l'era cavata con un forte mal di stomaco e attacchi di vomito. L'accusa nei loro confronti è di tentato omicidio aggravato e continuato e produzione e detenzione di aggressivo chimico.

https://torino.repubblica.it/cronaca/2019/04/03/news/torino_blitz_contro_gruppo_eversivo_dell_estrema_destra_produceva_armi_chimiche-223153386/

repressione_F
r_piemonte


articolo precedente           articolo successivo