antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Modena Bomba carta e bottiglie molotov contro il centro di accoglienza per migranti
- Sondrio, insulti razzisti poi calci e pugni: senegalese in ospedale
- Raid punitivo contro alloggio di migranti: Piacenza, tre indagati
- Pisa, ancora un’aggressione omofoba: “Fate schifo”, poi sputi e pugni
- Genova Frasi razziste a immigrato, poi botte
- Sparano a uno straniero ed esultano, due persone nei guai nel Modenese
- Migrante pestato a sangue a Sassari Un 22enne della Guinea aggredito da cinque ragazzi in pieno centro
- Roma, spedizione razzista contro il fioraio a Cinecittà
- Bagheria, «Calmati fratello» e scatta il pestaggio: immigrato picchiato senza motivo con un cric
- Terracina, sparano piombini da unʼauto contro una bici: ferito operaio indiano
- Bologna Aggressione razzista in via Sant'Isaia
- Palermo, caccia al migrante: cinque minori profughi insultati e pestati

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake
- Libro sulle "atrocità partigiane", l'Anpi di Reggio Emilia contrattacca: presidio e minacce di denuncia
- San Lorenzo: Forza Nuova sfregia murales ai partigiani, che viene ripristinato dopo un’ora
- Trieste, doppio corteo: CasaPound e antifascisti in piazza
- Venaria, il sindaco toglie i fiori lasciati sulla tomba da CasaPound: “Non c’è spazio per i fascisti”
- Comunicato ANPI – La Liberazione di Predappio
- Cristiani, islamici, ebrei: a Trieste tutti uniti contro CasaPound
- Aggressione squadrista a Lanciano: risarcimento alla vittima e donazione a Ong Mediterranea

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
20.11.18 Bolivia: Il neofascista italiano Diodato tra i registi della strage di Pando
18.11.18 CasaPound e Forza Nuova a confronto
14.11.18 FBI: Milizia neo-nazista addestrata dall'esercito americano in Ucraina, ora prepara i Suprematisti bianchi degli USA
12.11.18 Veneto Fronte Skinheads, radiografia dell'associazione
12.11.18 Così i neofascisti assediano Brescia
11.11.18 Il governo di Varsavia marcia con l’estrema destra europea
29.10.18 CasaPound non paga neppure le bollette: debiti per centinaia di migliaia di euro
17.10.18 Processo Cavallini, Ansaldi parla di Fioravanti: ''È un uomo della P2''
12.10.18 I legami pericolosi tra il partito di Matteo Salvini e la 'ndrangheta
24.09.18 Stati nazisti d’America, tra svastiche, Hitler e sostenitori dello "sterminio necessario"
31.07.18 Razzismo di stato: Casa Pound non fa paura, Salvini sì
29.07.18 Allarme Capitale, i neri di San Giovanni
26.07.18 Trattavia, le motivazioni della sentenza vanno lette ricordando stragi neofasciste, golpe e P2
25.07.18 L’autrice del post sullo smalto di Josepha: “Twittare è il mio lavoro. Mi finanzia CasaPound”
19.07.18 Come Verona è diventata l’incubatrice dell’odio
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound
3.05.18 Verona, dove comanda l’estrema destra
26.04.18 Gli antifascisti di domani

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 19.11.18
Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
·
Il nuovo regolamento allo studio del Comune di Parma (che sarà ratificato nei prossimi giorni) prevede l’obbligo per le associazioni che si interfacciano con le istituzioni di firmare un documento in cui attesta di riconoscersi nella democrazia costituzionale, di ripudiare il fascismo e la xenofobia.

18 novembre 2018

Nella giornata di domani il consiglio comunale della città di Parma, amministrata dal 2012 da Federico Pizzarotti, si esprimerà su un documento amministrativo elaborato dopo un confronto tra l'amministrazione e una serie di associazioni e organizzazioni sindacali. Come riporta Repubblica Parma, si tratta di un regolamento che sancirà che tutte le associazioni che intrattengono rapporti di qualunque tipo con il Comune dovranno "firmare un documento in cui attesta di riconoscersi nella democrazia costituzionale, di ripudiare il fascismo e la xenofobia e di non propugnare la violenza come forma di lotta politica".

Una sorta di bollino "antifascista e antirazzista", insomma, che varrà anche per le associazioni che intendono prendere in affidamento un immobile comunale, che vogliono indire una manifestazione sul suolo pubblico, oppure intendono chiedere al Comune il patrocinio o il finanziamento di iniziative. Ma non solo, perché la dichiarazione dovrà essere firmata anche dalle associazioni che si propongono di gestire un bene pubblico, come ad esempio un impianto sportivo.

La scelta dell'amministrazione di Parma (che dunque attende solo di essere ratificata dal Consiglio Comunale) arriva in un momento storico molto particolare. Dopo l'affossamento della legge Fiano in Parlamento, infatti, si è riaperto il dibattito sulla passività con cui le istituzioni stanno reagendo al moltiplicarsi di iniziative e manifestazioni che fanno chiaramente riferimento all'ideologia fascista o che propugnano ideali razzisti e xenofobi. Il Comune di Parma ha così scelto la strada della regolamentazione dei rapporti "istituzionali" con associazioni non dichiaratamente antifasciste.

continua su: https://www.fanpage.it/parma-il-bollino-antifascista-per-le-associazioni-che-vogliono-lavorare-col-comune/
http://www.fanpage.it/




Sesto, anche i 5 Stelle dicono no a Casa Pound. “Spazi comunali a chi non manifesta ideologie razziste”
novembre 20
2018

SESTO SAN GIOVANNI – Anche il Movimento 5 Stelle di Sesto San Giovanni si schiera contro Casa Pound. “Il Movimento 5 Stelle ha sempre condannato con fermezza tutte le iniziative che diffondono idee e comportamenti ispirati a sentimenti antidemocratici, all’odio razziale, all’omofobia, all’antisemitismo, al fascismo o al nazismo o comunque ad ideologie proprie dei vari regimi totalitari che si sono susseguiti, in Europa e nel Mondo, fondandosi sul terrore e sulla compromissione delle idee e delle espressioni di libertà e di democrazia”, dicono in coro i consiglieri comunali Vincenzo di Cristo e Serena Franciosi.

I grillini sono intervenuti così nel dibattito sulla richiesta di Casa Pound di uno spazio pubblico (Spazio Arte) per una manifestazione, nel mese di settembre. Andando oltre la semplice polemica: “Per questo motivo, considerato anche che la nostra costituzione vieta la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista, e che la città di Sesto San Giovanni è stata decorata al valor militare per la guerra di Liberazione ed è stata insignita della Medaglia d’oro al valor militare, abbiamo presentato in Comune una manifestazione di intenti volta a regolare l’uso degli spazi della nostra città e l’occupazione del suolo pubblico. Per essere precisi, abbiamo chiesto che la concessione dei suddetti spazi sia subordinata alla sottoscrizione di una dichiarazione in cui si afferma che il soggetto richiedente non professa e non manifesta ideologie razziste, xenofobe, antisemite, omofobe ed antidemocratiche con espressioni di odio e di intolleranza religiosa”, dicono ancora i portavoce dei 5 Stelle.

“Speriamo che questa manifestazione di intenti sia accolta anche dalle altre forze politiche cittadine e che la preziosa identità antifascista della nostra città sia preservata”.

manifestazioni antifa
r_emiliaromagna


articolo precedente           articolo successivo