antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Modena Bomba carta e bottiglie molotov contro il centro di accoglienza per migranti
- Sondrio, insulti razzisti poi calci e pugni: senegalese in ospedale
- Raid punitivo contro alloggio di migranti: Piacenza, tre indagati
- Pisa, ancora un’aggressione omofoba: “Fate schifo”, poi sputi e pugni
- Genova Frasi razziste a immigrato, poi botte
- Sparano a uno straniero ed esultano, due persone nei guai nel Modenese
- Migrante pestato a sangue a Sassari Un 22enne della Guinea aggredito da cinque ragazzi in pieno centro
- Roma, spedizione razzista contro il fioraio a Cinecittà
- Bagheria, «Calmati fratello» e scatta il pestaggio: immigrato picchiato senza motivo con un cric
- Terracina, sparano piombini da unʼauto contro una bici: ferito operaio indiano
- Bologna Aggressione razzista in via Sant'Isaia
- Palermo, caccia al migrante: cinque minori profughi insultati e pestati

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake
- Libro sulle "atrocità partigiane", l'Anpi di Reggio Emilia contrattacca: presidio e minacce di denuncia
- San Lorenzo: Forza Nuova sfregia murales ai partigiani, che viene ripristinato dopo un’ora
- Trieste, doppio corteo: CasaPound e antifascisti in piazza
- Venaria, il sindaco toglie i fiori lasciati sulla tomba da CasaPound: “Non c’è spazio per i fascisti”
- Comunicato ANPI – La Liberazione di Predappio
- Cristiani, islamici, ebrei: a Trieste tutti uniti contro CasaPound
- Aggressione squadrista a Lanciano: risarcimento alla vittima e donazione a Ong Mediterranea

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
20.11.18 Bolivia: Il neofascista italiano Diodato tra i registi della strage di Pando
18.11.18 CasaPound e Forza Nuova a confronto
14.11.18 FBI: Milizia neo-nazista addestrata dall'esercito americano in Ucraina, ora prepara i Suprematisti bianchi degli USA
12.11.18 Veneto Fronte Skinheads, radiografia dell'associazione
12.11.18 Così i neofascisti assediano Brescia
11.11.18 Il governo di Varsavia marcia con l’estrema destra europea
29.10.18 CasaPound non paga neppure le bollette: debiti per centinaia di migliaia di euro
17.10.18 Processo Cavallini, Ansaldi parla di Fioravanti: ''È un uomo della P2''
12.10.18 I legami pericolosi tra il partito di Matteo Salvini e la 'ndrangheta
24.09.18 Stati nazisti d’America, tra svastiche, Hitler e sostenitori dello "sterminio necessario"
31.07.18 Razzismo di stato: Casa Pound non fa paura, Salvini sì
29.07.18 Allarme Capitale, i neri di San Giovanni
26.07.18 Trattavia, le motivazioni della sentenza vanno lette ricordando stragi neofasciste, golpe e P2
25.07.18 L’autrice del post sullo smalto di Josepha: “Twittare è il mio lavoro. Mi finanzia CasaPound”
19.07.18 Come Verona è diventata l’incubatrice dell’odio
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound
3.05.18 Verona, dove comanda l’estrema destra
26.04.18 Gli antifascisti di domani

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 11.11.18
Il governo di Varsavia marcia con l’estrema destra europea
·
Polonia. L’occasione è il centenario dell’indipendenza polacca. In piazza anche gli antifascisti. Il partito al governo «festeggerà» insieme a nazionalisti e Casa Pound

10.11.2018

Il governo della destra populista di Diritto e Giustizia (PiS) sfilerà a Varsavia oggi insieme ai nazionalisti, in occasione del centenario dell’indipendenza della Polonia.

L’11 NOVEMBRE 1918 il paese era tornato ad esistere all’indomani della fine della prima guerra mondiale e dopo essere scomparso completamente dalla mappa dell’Europa nel 1795. Ufficialmente nella capitale ci saranno tre cortei: il Marsz Niepodleglosci («il corteo dell’indipendenza» in polacco ndr) capace di portare ogni anno a Varsavia un campionario dell’estremismo europeo di destra; il corteo nazionale organizzato dal PiS insieme alla forze armate, e una marcia antifascista preparata da alcune sigle antagoniste. Ma si tratta di una differenza puramente nominale nei primi due casi.

Il Marsz Niepodleglosci e il corteo ufficiale seguiranno infatti lo stesso percorso nelle arterie principali della capitale formando un solo flusso di persone nonostante i proclami della vigilia da parte del PiS: «Non parteciperemo al corteo del 11 novembre. Vorremmo che questa manifestazione si svolgesse senza divisioni politiche o simboli di partito e che a unirci sia soltanto il bianco e rosso della bandiera polacca. Purtroppo gli organizzatori non sono d’accordo», aveva dichiarato qualche giorno fa la portavoce del PiS Beata Mazurek. Anche il presidente polacco Andrzej Duda aveva dato forfait a causa di altri impegni. Ma quali sono le ragioni che hanno spinto il partito fondato dai fratelli Kaczynski a fare dietrofront?

L’ANNO SCORSO IL PIS non aveva partecipato all’evento nel quale avevano preso parte anche Roberto Fiore di Forza Nuova, e Laszlo Toroczka, esponente del partito di estrema destra ungherese Jobbik, giunti in Polonia su invito del Campo nazional-radicale (Onr), una della sigle protagoniste del Marsz Niepodleglosci.

LA DIRIGENZA del PiS ha ritenuto che l’assenza del partito dalla manifestazione sarebbe stata un passo falso, visto il carattere eccezionale della commemorazione di quest’anno. Allo stesso modo il governo spera che sfilando in un unico corteo i gruppi più radicali mantengano un profilo piu basso evitando slogan xenofobi o antisemiti e gesti fascisti esibiti come di consuetudine ogni 11 novembre. Nella giornata di ieri alcuni protagonisti del Marsz Niepodleglosci hanno organizzato due conferenze a porte chiuse con la partecipazione del Movimento di Resistenza Afrikaner e Casa Pound.

Ma i preparativi per le celebrazioni di quest’anno sono stati segnati da caos e incertezza anche su altri fronti. La sindaca di Varsavia Hanna Gronkiewicz-Waltz e il primo cittadino di Breslavia Rafal Dutkiewicz hanno provato a vietare i cortei nelle rispettive città. Ma in entrambi i casi la decisione è stata rovesciata da un tribunale. Le amministrazioni cittadine avevano giustificato la propria decisione per motivi di sicurezza anche alla luce della carenza di personale tra le file delle forze dell’ordine.

ALMENO UN TERZO delle forze di polizia del paese non è disponibile per «malattia». Una protesta collettiva che nasce dal braccio di ferro tra sindacato di categoria e governo su stipendi e pensioni. Il PiS è dovuto correre ai ripari convocando la polizia militare per monitorare la situazione. La Coalizione antifascista (Antifa) sfilerà invece a Varsavia nell’altro corteo. Ci saranno anche i blindati militari Rosomak chiamati «diavoli verdi» e impiegati dall’esercito polacco in Afghanistan. Forse a conti fatti i polacchi meriterebbero di celebrare i 100 anni di indipendenza del proprio paese in un’atmosfera più serena.

https://ilmanifesto.it/il-governo-di-varsavia-marcia-con-lestrema-destra-europea/

documentazione
r_internazionale


articolo precedente           articolo successivo