antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom
- Vicenza, vede un immigrato e lo accoltella alla pancia. Arriva la polizia: picchia anche gli agenti

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
29.04.20 Il virus nero - Servizio di Report
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa
9.10.19 Dove si radunano i neofascisti tra social network e dark web
18.09.19 Repubblica: “I Signori della Curva spa tra manganelli e Cosa nostra. Viaggio all’interno delle curve italiane”
22.08.19 Diabolik, Roma sud blindata per i funerali. Saluti romani all’arrivo della bara nera.
20.08.19 Fascismo del vecchio e nuovo millennio: viaggio “nel cuore nero” di Brescia
20.08.19 Sì, il problema di Roma è (anche) Casapound
9.08.19 Omicidio Diabolik, ex leader Irriducibili: "Nostre strade divise da tempo" - doppio filo, tra gli Irriducibili e Forza Nuova
9.08.19 L’Italia nera

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 11.11.18
Il governo di Varsavia marcia con l’estrema destra europea
·
Polonia. L’occasione è il centenario dell’indipendenza polacca. In piazza anche gli antifascisti. Il partito al governo «festeggerà» insieme a nazionalisti e Casa Pound

10.11.2018

Il governo della destra populista di Diritto e Giustizia (PiS) sfilerà a Varsavia oggi insieme ai nazionalisti, in occasione del centenario dell’indipendenza della Polonia.

L’11 NOVEMBRE 1918 il paese era tornato ad esistere all’indomani della fine della prima guerra mondiale e dopo essere scomparso completamente dalla mappa dell’Europa nel 1795. Ufficialmente nella capitale ci saranno tre cortei: il Marsz Niepodleglosci («il corteo dell’indipendenza» in polacco ndr) capace di portare ogni anno a Varsavia un campionario dell’estremismo europeo di destra; il corteo nazionale organizzato dal PiS insieme alla forze armate, e una marcia antifascista preparata da alcune sigle antagoniste. Ma si tratta di una differenza puramente nominale nei primi due casi.

Il Marsz Niepodleglosci e il corteo ufficiale seguiranno infatti lo stesso percorso nelle arterie principali della capitale formando un solo flusso di persone nonostante i proclami della vigilia da parte del PiS: «Non parteciperemo al corteo del 11 novembre. Vorremmo che questa manifestazione si svolgesse senza divisioni politiche o simboli di partito e che a unirci sia soltanto il bianco e rosso della bandiera polacca. Purtroppo gli organizzatori non sono d’accordo», aveva dichiarato qualche giorno fa la portavoce del PiS Beata Mazurek. Anche il presidente polacco Andrzej Duda aveva dato forfait a causa di altri impegni. Ma quali sono le ragioni che hanno spinto il partito fondato dai fratelli Kaczynski a fare dietrofront?

L’ANNO SCORSO IL PIS non aveva partecipato all’evento nel quale avevano preso parte anche Roberto Fiore di Forza Nuova, e Laszlo Toroczka, esponente del partito di estrema destra ungherese Jobbik, giunti in Polonia su invito del Campo nazional-radicale (Onr), una della sigle protagoniste del Marsz Niepodleglosci.

LA DIRIGENZA del PiS ha ritenuto che l’assenza del partito dalla manifestazione sarebbe stata un passo falso, visto il carattere eccezionale della commemorazione di quest’anno. Allo stesso modo il governo spera che sfilando in un unico corteo i gruppi più radicali mantengano un profilo piu basso evitando slogan xenofobi o antisemiti e gesti fascisti esibiti come di consuetudine ogni 11 novembre. Nella giornata di ieri alcuni protagonisti del Marsz Niepodleglosci hanno organizzato due conferenze a porte chiuse con la partecipazione del Movimento di Resistenza Afrikaner e Casa Pound.

Ma i preparativi per le celebrazioni di quest’anno sono stati segnati da caos e incertezza anche su altri fronti. La sindaca di Varsavia Hanna Gronkiewicz-Waltz e il primo cittadino di Breslavia Rafal Dutkiewicz hanno provato a vietare i cortei nelle rispettive città. Ma in entrambi i casi la decisione è stata rovesciata da un tribunale. Le amministrazioni cittadine avevano giustificato la propria decisione per motivi di sicurezza anche alla luce della carenza di personale tra le file delle forze dell’ordine.

ALMENO UN TERZO delle forze di polizia del paese non è disponibile per «malattia». Una protesta collettiva che nasce dal braccio di ferro tra sindacato di categoria e governo su stipendi e pensioni. Il PiS è dovuto correre ai ripari convocando la polizia militare per monitorare la situazione. La Coalizione antifascista (Antifa) sfilerà invece a Varsavia nell’altro corteo. Ci saranno anche i blindati militari Rosomak chiamati «diavoli verdi» e impiegati dall’esercito polacco in Afghanistan. Forse a conti fatti i polacchi meriterebbero di celebrare i 100 anni di indipendenza del proprio paese in un’atmosfera più serena.

https://ilmanifesto.it/il-governo-di-varsavia-marcia-con-lestrema-destra-europea/

documentazione
r_internazionale


articolo precedente           articolo successivo