antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Modena Bomba carta e bottiglie molotov contro il centro di accoglienza per migranti
- Sondrio, insulti razzisti poi calci e pugni: senegalese in ospedale
- Raid punitivo contro alloggio di migranti: Piacenza, tre indagati
- Pisa, ancora un’aggressione omofoba: “Fate schifo”, poi sputi e pugni
- Genova Frasi razziste a immigrato, poi botte
- Sparano a uno straniero ed esultano, due persone nei guai nel Modenese
- Migrante pestato a sangue a Sassari Un 22enne della Guinea aggredito da cinque ragazzi in pieno centro
- Roma, spedizione razzista contro il fioraio a Cinecittà
- Bagheria, «Calmati fratello» e scatta il pestaggio: immigrato picchiato senza motivo con un cric
- Terracina, sparano piombini da unʼauto contro una bici: ferito operaio indiano
- Bologna Aggressione razzista in via Sant'Isaia
- Palermo, caccia al migrante: cinque minori profughi insultati e pestati

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake
- Libro sulle "atrocità partigiane", l'Anpi di Reggio Emilia contrattacca: presidio e minacce di denuncia
- San Lorenzo: Forza Nuova sfregia murales ai partigiani, che viene ripristinato dopo un’ora
- Trieste, doppio corteo: CasaPound e antifascisti in piazza
- Venaria, il sindaco toglie i fiori lasciati sulla tomba da CasaPound: “Non c’è spazio per i fascisti”
- Comunicato ANPI – La Liberazione di Predappio
- Cristiani, islamici, ebrei: a Trieste tutti uniti contro CasaPound
- Aggressione squadrista a Lanciano: risarcimento alla vittima e donazione a Ong Mediterranea
- Pizzarotti nega la sala civica a Forza Nuova: "Parma è antifascista"
- Trento C'è Di Stefano per CasaPound e gli anarchici lo ''accolgono'' con fumogeni e petardi: ''Via i fascisti''
- Bari, aggressione al corteo antifascista in via Crisanzio: blitz con mazze e catene

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
18.11.18 CasaPound e Forza Nuova a confronto
14.11.18 FBI: Milizia neo-nazista addestrata dall'esercito americano in Ucraina, ora prepara i Suprematisti bianchi degli USA
12.11.18 Veneto Fronte Skinheads, radiografia dell'associazione
12.11.18 Così i neofascisti assediano Brescia
11.11.18 Il governo di Varsavia marcia con l’estrema destra europea
29.10.18 CasaPound non paga neppure le bollette: debiti per centinaia di migliaia di euro
17.10.18 Processo Cavallini, Ansaldi parla di Fioravanti: ''È un uomo della P2''
12.10.18 I legami pericolosi tra il partito di Matteo Salvini e la 'ndrangheta
24.09.18 Stati nazisti d’America, tra svastiche, Hitler e sostenitori dello "sterminio necessario"
31.07.18 Razzismo di stato: Casa Pound non fa paura, Salvini sì
29.07.18 Allarme Capitale, i neri di San Giovanni
26.07.18 Trattavia, le motivazioni della sentenza vanno lette ricordando stragi neofasciste, golpe e P2
25.07.18 L’autrice del post sullo smalto di Josepha: “Twittare è il mio lavoro. Mi finanzia CasaPound”
19.07.18 Come Verona è diventata l’incubatrice dell’odio
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound
3.05.18 Verona, dove comanda l’estrema destra
26.04.18 Gli antifascisti di domani
26.04.18 Fenomenologia dell'onda nera

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 5.10.18
Pisa, ancora un’aggressione omofoba: “Fate schifo”, poi sputi e pugni
·
5 ottobre 2018

Ennesima aggressione omofoba, questa volta a Pisa. Ancora violenza a danno di persone che hanno “la colpa” di essere fuori dai canoni della norma prescritta. La denuncia, ancora una volta, arriva su Facebook dal profilo del diretto interessato, Christian Murgo: «Questo è quello che succede in questo paese di merda» dichiara il ragazzo aggredito «dove essere omosessuali e camminare vicini senza nemmeno toccarsi consegue nel vedere il proprio ragazzo prendersi un pugno in faccia da tre ragazzi». I tre, come precisa la vittima, erano italiani e adolescenti. «Si sono divertiti a sputarci in faccia, a dirci che gli facevamo schifo ed infine a spaccare gli occhiali in faccia a Marco rischiando di fargli perdere un occhio».
Il branco: tre adolescenti tra i 16 e i 18 anni

Uno dei due ragazzi aggrediti

Raggiunto da Gaypost.it, Christian ci racconta cosa è successo la sua versione dei fatti: «Ieri sera» il 4 ottobre «verso le undici sono uscito dal lavoro. Il mio ragazzo è venuto a prendermi e ci siamo fatti un tratto di strada, in una delle strade principali del centro di Pisa». Qui, in pieno centro, avviene lo spiacevole incontro: «Siamo stati intercettati da questi tre ragazzi, dall’età tra i sedici e i diciotto anni che ci chiedono se siamo omosessuali». Il ragazzo di Christian, Marco, risponde di sì, e così comincia l’escalation di violenza da parte del branco.

Gli sputi, poi l’aggressione

Uno di loro, dice ancora Christian, dice all’altro: «Fra’, spostati, questi fanno schifo. Noi continuiamo a camminare, fregandocene. Fino a che non ci arriva uno sputo alle spalle». Quindi scatta l’aggressione fisica. I tre se la prendono con l’altro ragazzo, con un pugno in faccia che ha spaccato gli occhiali di Marco – i vetri hanno mancato di poco i suoi occhi – e infine hanno anche aggredito e picchiato il suo fidanzato, che è riuscito tuttavia a metterli in fuga. La denuncia è stata fatta e per fortuna non ci sono conseguenze gravi. Ma quest’ennesimo atto di violenza, contrario alla dignità delle persone Lgbt, ci fa capire quanto colma sia la misura.

http://www.gaypost.it/pisa-aggressione-omofoba-sputi-pugni




Pisa la denuncia di due ragazzi: "Ci hanno aggrediti perché gay"


Indagano i carabinieri: "Ci hanno presi a pugni". Controllate le telecamere del centro

Aggrediti e picchiati perché gay: la denuncia è di una coppia di giovani, uno di Pietrasanta (Lucca) che camminava assieme al suo compagno per le strade del centro storico di Pisa. I due sarebbero stati prima derisi e poi colpiti con dei pugni al volto da tre giovanissimi, pare minorenni. La denuncia dopo essersi fatti medicare in ospedale, è stata formalizzata dai carabinieri. Il ragazzo di Pietrasanta ha pubblicato su Facebook la foto delle ferite al volto: un pugno gli ha mandato in frantumi gli occhiali, lacerandogli la pelle sotto gli occhi. Il compagno si è gettato nella mischia per difenderlo e a sue volte ha subito alcune contusioni.

Secondo quanto riferito ai carabinieri i tre aggressori sarebbero italiani: "Questo è quello che succede in questo paese di m..., dove essere omosessuali e camminare vicini senza nemmeno toccarsi consegue nel vedere il proprio ragazzo prendersi un pugno in faccia da 3 ragazzi - scrive uno dei due aggrediti - . Ci tengo a specificare che erano italiani, prima che girino le solite stronzate sugli immigrati tanto per cambiare, ragazzi più piccoli di noi, che si sono divertiti a sputarci in faccia, a dirci che gli facevamo schifo ed infine a spaccare gli occhiali in faccia a marco rischiando di fargli perdere un occhio..".

La coppia ha fornito agli inquirenti anche un'accurata descrizione di quella che pare una baby gang, in particolare dei vestiti che i presunti aggressori indossavano. Nella zona ci sono molte telecamere e i filmati potrebbero dare un contributo alle indagini.

"Non volevo credere alla notizia e invece, purtroppo, il vile gesto raccontato dal giovane pietrasantino è accaduto davvero ed è accaduto a Pisa. Una città aperta, inclusiva, vivace che non permetteremo si trasformi nella sua brutta copia", afferma la consigliera regionale pisana del Pd, Alessandra Nardini. "Questa vicenda fa male - aggiunge Nardini - e fa ancora più male perché riguarda giovani: due ragazzi che hanno la sola 'colpà di amarsi e altri che si lasciano accecare dall'odio e manifestano la loro foga con la violenza verso altri coetanei. Fermiamoci tutti. Siamo ancora in tempo". Solidarietà ai due ragazzi è stata espressa anche dalla Scuola Sant'Anna di Pisa, di cui uno dei due giovani è allievo: "E' superfluo ribadire la condanna verso questo gesto, come per ogni atto che implica violenza, ma è sconcertante notare come gli autori siano tre giovani che, in quanto tali, dovrebbero avere il rifiuto di ogni discriminazione come uno dei riferimenti, civili e culturali, alla base di ogni comportamento", fa sapere l'università. "L'aggressione conferma anche la necessità di proseguire azioni educative per contrastare l'intolleranza, che, nel caso specifico, si è espressa con una escalation di violenza nei confronti di persone giudicate estranee rispetto al proprio modo di pensare e di agire", conclude la nota.

https://firenze.repubblica.it/cronaca/2018/10/05/news/aggressione_pisa_omofobia-208250351/?ref=RHRS-BH-I0-C6-P17-S1.6-T1

aggressioni_razziste
r_toscana


articolo precedente           articolo successivo