antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Modena Bomba carta e bottiglie molotov contro il centro di accoglienza per migranti
- Sondrio, insulti razzisti poi calci e pugni: senegalese in ospedale
- Raid punitivo contro alloggio di migranti: Piacenza, tre indagati
- Pisa, ancora un’aggressione omofoba: “Fate schifo”, poi sputi e pugni
- Genova Frasi razziste a immigrato, poi botte
- Sparano a uno straniero ed esultano, due persone nei guai nel Modenese
- Migrante pestato a sangue a Sassari Un 22enne della Guinea aggredito da cinque ragazzi in pieno centro
- Roma, spedizione razzista contro il fioraio a Cinecittà
- Bagheria, «Calmati fratello» e scatta il pestaggio: immigrato picchiato senza motivo con un cric
- Terracina, sparano piombini da unʼauto contro una bici: ferito operaio indiano
- Bologna Aggressione razzista in via Sant'Isaia
- Palermo, caccia al migrante: cinque minori profughi insultati e pestati

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake
- Libro sulle "atrocità partigiane", l'Anpi di Reggio Emilia contrattacca: presidio e minacce di denuncia
- San Lorenzo: Forza Nuova sfregia murales ai partigiani, che viene ripristinato dopo un’ora
- Trieste, doppio corteo: CasaPound e antifascisti in piazza
- Venaria, il sindaco toglie i fiori lasciati sulla tomba da CasaPound: “Non c’è spazio per i fascisti”
- Comunicato ANPI – La Liberazione di Predappio
- Cristiani, islamici, ebrei: a Trieste tutti uniti contro CasaPound
- Aggressione squadrista a Lanciano: risarcimento alla vittima e donazione a Ong Mediterranea
- Pizzarotti nega la sala civica a Forza Nuova: "Parma è antifascista"
- Trento C'è Di Stefano per CasaPound e gli anarchici lo ''accolgono'' con fumogeni e petardi: ''Via i fascisti''
- Bari, aggressione al corteo antifascista in via Crisanzio: blitz con mazze e catene

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
18.11.18 CasaPound e Forza Nuova a confronto
14.11.18 FBI: Milizia neo-nazista addestrata dall'esercito americano in Ucraina, ora prepara i Suprematisti bianchi degli USA
12.11.18 Veneto Fronte Skinheads, radiografia dell'associazione
12.11.18 Così i neofascisti assediano Brescia
11.11.18 Il governo di Varsavia marcia con l’estrema destra europea
29.10.18 CasaPound non paga neppure le bollette: debiti per centinaia di migliaia di euro
17.10.18 Processo Cavallini, Ansaldi parla di Fioravanti: ''È un uomo della P2''
12.10.18 I legami pericolosi tra il partito di Matteo Salvini e la 'ndrangheta
24.09.18 Stati nazisti d’America, tra svastiche, Hitler e sostenitori dello "sterminio necessario"
31.07.18 Razzismo di stato: Casa Pound non fa paura, Salvini sì
29.07.18 Allarme Capitale, i neri di San Giovanni
26.07.18 Trattavia, le motivazioni della sentenza vanno lette ricordando stragi neofasciste, golpe e P2
25.07.18 L’autrice del post sullo smalto di Josepha: “Twittare è il mio lavoro. Mi finanzia CasaPound”
19.07.18 Come Verona è diventata l’incubatrice dell’odio
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound
3.05.18 Verona, dove comanda l’estrema destra
26.04.18 Gli antifascisti di domani
26.04.18 Fenomenologia dell'onda nera

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 23.06.18
Verona, il writer che combatte il fascismo con i colori
·
Ha cominciato coprendo croci celtiche e svastiche con un wurstel. E poi si è sbizzarrito con frutta, dolci, biscotti. È la storia di Pier Paolo Spinazzè, 37 anni, in arte "Cibo". Street artist che fronteggia l'odio con l'arte civica e fa della città la sua galleria

23 giugno 2018

In principio fu un "Tito boia" cancellato con un wurstel: era tre anni fa e la scritta era sul muro di una casa a Campagnola di Zevio. Poi sul wurstel i "soliti noti" hanno vergato croci celtiche e svastiche e lui, "Cibo", alias Pier Paolo Spinazzè, 37 anni, ci è andato sopra spargendo delle salse (perfette sul wurstel). Un po' per gioco e un po' per caso: è nata così l'arte civica (e pubblica) di questo street artist veronese che combatte il fascismo cancellando le scritte dell'odio con dei gioiosi disegni: cibi prima di tutto (da qui il nome d'arte), frutta, biscotti, dolci, insaccati, e comunque tanta fantasia perché - dice - "questo è il mio modo di contrastare il cattivismo e l'ignoranza".

Non è casuale che Spinazzè sia cresciuto e operi a Verona, da sempre considerata, certamente semplificando, "città nera" perché qui l'estrema destra ha radici antiche e continua a clonare se stessa, spesso all'ombra del potere e delle istituzioni cittadine. "Il fascismo a Verona e provincia è una piaga - dice "Cibo" - e purtroppo tra le nuove generazioni continuano a far presa il messaggio i contenuti e la simbologia di questi partiti e queste formazioni", da Forza Nuova a CasaPound, da Fortezza Europa a Progetto Nazionale.

Nato a Vittorio Veneto, compagno di corso alla scuola di design di Nicola Tommasoli - il giovane massacrato da un branco di naziskin nel 2008 in centro a Verona - Spinazzè dice che la sua galleria è la città: "Un artista ha il dovere di dare il suo contributo civico. Il mio è cancellare le scritte e i simboli fascisti dai muri. E sicomme Verona è la mia galleria, io voglio che la mia galleria sia ripulita dall'odio". A casa di "Cibo" le pareti sono bianche: nemmeno un quadro, manco una nuvola di spray. "Se è arte pubblica, deve esprimersi fuori, all'esterno". In questi anni non è che siano state solo rose e fiori: i disegni di Spinazzè venivano e vengono regolarmente re-imbrattati da mani fasciste che ripristinano simboli runici e scritte laddove erano state resettate coi colori. E poi ci sono i contenziosi con le amministrazioni.

Molti Comuni, si capisce, non gradiscono. "Sono ovviamente sempre amministratori di destra. Mi sono appena tolto quattro denunce: ho dimostrato il mio disappunto perché un sindaco voleva 3.700 di tasse su un mio murale. Una multa pretestuosa e ideologica". L'uomo che cancella le svastiche è stato ospite a Bilbao alla Conferenza europea che riunisce i rappresentanti dei Comuni e la sua arte di resistenza o resilienza civile sta oltrepassando i confini non solo veneti, ma italiani. "Le derive autoritariste a cui stiamo assistendo in Italia e in Europa, le politiche all'insegna dell'intolleranza portate avanti da governi nazional-sovranisti mi obbligano a continuare sulla mia strada. Senza offese e senza rabbia. Disegnando la fantasia". Dettaglio: nei suoi murales "Cibo" cerca di essere territoriale e stagionale. "Ogni territorio ha i suoi prodotti e le sue eccellenze. Se sono nella terra dell'asparago, disegno asparagi per coprire croci celtiche e scritte "dux". Idem vale per il pesce, la polenta, l'uva". Un disegno li seppellirà?

http://www.repubblica.it/politica/2018/06/23/news/writer_cibo-199741743/?ref=fbpr

manifestazioni antifa
r_veneto


articolo precedente           articolo successivo