antifa home page

Il Progetto

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Savona, il quartiere rosso di Villapiana si mobilita contro la nuova sede di Casapound
- A Brescia il corteo antifascista contro Forza Nuova
- Verona, il writer che combatte il fascismo con i colori
- Cesena Forza Nuova al liceo, appello del Comune all’autorità di ps
- Cesena Manifestazione di Forza Nuova davanti ai licei, 50 prof: "Sbagliato autorizzarla lì"
- Roma, corteo di donne affronta militanti CasaPound: "Qui i fascisti non li vogliamo"
- Udine, rassegna jazz lascia la città: “Non collaboriamo con il nuovo sindaco che ha vinto con i voti dei neofascisti”
- Migranti, marcia No Tav contro estremisti di destra: scontri con la Gendarmeria al confine tra Italia e Francia
- Ufficiale: Bologna vieta gadget e spazi pubblici a fascisti e razzisti
- Niente piazze ai fascisti sull'Appennino Bolognese, la sfida di Forza Nuova: "Presto in piazza"
- Livorno, Lega organizza comizio a teatro. Lavoratori scioperano per protesta: “Candidato xenofobo e omofobo”
- Liberi e Uguali si rifiuta di partecipare alla Tribuna elettorale Rai con CasaPound

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
19.07.18 Come Verona è diventata l’incubatrice dell’odio
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound
3.05.18 Verona, dove comanda l’estrema destra
26.04.18 Gli antifascisti di domani
26.04.18 Fenomenologia dell'onda nera
4.04.18 Esclusivo: caccia ai soldi della Lega
2.03.18 I camerati abusivi di CasaPound: parenti e amici vivono gratis nel centro di Roma
1.03.18 Ma Pasolini non stava con i poliziotti
26.02.18 Chi sono i candidati di Forza Nuova: poliziotti, picchiatori, nostalgici delle SS e figli di mafiosi
26.02.18 Roberto Fiore: “Magistrati di Palermo deviati come 40 anni fa”. Quando Falcone voleva interrogarlo per il caso Mattarella
14.02.18 Trasformisti, fascisti, impresentabili e ras delle clientele: ecco le liste al Sud di Matteo Salvini
1.02.18 Ritratto del neofascista da giovane
30.12.17 La leggenda dell’«architettura fascista»: un dibattito distorto su memoria e spazio urbano
28.12.17 Fascisti su Facebook, a gestire i gruppi neri ci sono anche i poliziotti
21.12.17 Saluti romani in consiglio comunale a Gorizia e chiamata alle armi a Trieste
20.12.17 La Galassia Nera: i gruppi e le associazioni che ruotano attorno a Lealtà Azione
20.12.17 I segreti di Roberto Fiore, il fascista a capo di Forza Nuova Terrorista nero.
10.12.17 Chi ha pagato Forza Nuova: retrospettiva 2001 sulle origini. "L' accusa del dossier C' è un livello occulto"

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

Ricerca per parole chiave | Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 13.05.18
Roma, al liceo Benedetto da Norcia "raid squadrista" di Blocco studentesco. Aggrediti due studenti
·
Avevano protestato contro l'affissione di manifesti abusivi fuori scuola. Il preside: "Ragazzi vittime di aggressione fascista"

12 maggio 2018

Roma, al liceo Benedetto da Norcia "raid squadrista" di Blocco studentesco. Aggrediti due studenti
Prima gli insulti, poi gli spintoni e infine le mani addosso. Fino a farsi male. È accaduto ieri mattina davanti al liceo classico Benedetto da Norcia, al Prenestino: tutto è cominciato quando esponenti del Blocco Studentesco (le giovanili di CasaPound) si sono presentati fuori dal liceo per affiggere abusivamente uno striscione sui muri antistanti la scuola. Ma alla protesta dei rappresentanti d'istituto, i militanti hanno reagito violentemente, con "attacchi fisici, addirittura avrebbero utilizzato caschi", spiegano dalla Rete degli Studenti Medi.

"Ieri alle ore 8.05 - raccontano i ragazzi del Collettivo Benedetto da Norcia - davanti alla sede succursale si sono presentati circa venti militanti di varia età, alcuni anche ultra 25enni, dell'organizzazione neofascista Blocco Studentesco. Alla richiesta di spiegazioni da parte del nostro rappresentante d'istituto riguardo uno striscione intimidatorio, attaccato davanti la scuola, la risposta dei militanti è stata fortemente violenta. Il nostro rappresentante d'istituto è stato attaccato con un casco da motorino ed un'altra persona è rimasta coinvolta nella rissa. È necessario sottolineare quanto questi eventi non ci siano sconosciuti: già altre volte nei mesi passati sono avvenuti fatti di matrice fascista e squadrista nei confronti degli studenti del liceo. E già precedentemente la scuola non è rimasta in silenzio. Noi, ragazzi e ragazze del collettivo studentesco condanniamo aspramente i fatti di ieri mattina e tutti i precedenti, ribadendo per l'ennesima volta che non cadremo nelle provocazioni di chi è incapace di esistere senza l'imposizione violenta. La risposta dell'intero istituto ci è sembrata abbastanza chiara: tolleranza zero a chi compie atti squadristi fuori dalle nostre scuole".

Il preside Fabio Foddai ha prontamente riportato tutto alle autorità competenti, mentre le famiglie dei ragazzi malmenati hanno fatto un esposto ai carabinieri. D'altronde invita tutti a "non rimanere in silenzio", il dirigente scolastico. "Gli studenti sono stati vittima di una aggressione di stampo chiaramente intimidatorio e fascista", aggiunge condannando "fermamente l'uso di ogni forma di violenza" e manifestando "solidarietà e vicinanza ai ragazzi". "Era la prima volta che succedeva, da quando ci sono io", conclude.

"Non possiamo che condannare fermamente quanto accaduto - dichiara Gabriella Venezia, Segretaria Generale dello SPI CGIL Rieti, Roma Est e Valle dell'Aniene - il nostro impegno per far conoscere ai ragazzi e alle ragazze la Memoria e quello che è stato uno dei periodi più bui della storia del nostro Paese continua a rappresentare per noi una priorità assoluta. La scuola oggi dovrebbe essere un luogo che promuove il confronto e il dibattito, non uno in cui gli studenti debbano aver paura di subire violenza esprimendo un'idea."

Continua Giacomo Santarelli, Coordinatore della Rete degli Studenti Medi di Roma: "Siamo vicini agli studenti, vittime di questo vile attacco: azioni di questo genere non possono avere alcuno spazio nelle nostre scuole e nelle nostre città e vanno combattute con fermezza. Crediamo profondamente nel confronto democratico delle idee e chiunque si ritenga superiore alle regole dello stare insieme civilmente è fuori dal perimetro democratico e deve essere perseguito con tutta la forza delle autorità competenti.

"D'accordo anche Mario Rusconi, presidente dell'Associazione Nazionale Presidi del Lazio: "Questi atteggiamenti sono inammissibili in ambienti scolastici, anche se davanti al cancello antistante l'istituto. È giusto che si denunci: hanno fatto bene il preside a riportare tutto alle autorità competenti e le famiglie a fare un esposto ai carabinieri".

http://roma.repubblica.it/cronaca/2018/05/12/news/roma_al_liceo_benedetto_da_norcia_raid_squadrista_di_blocco_studentesco_aggrediti_due_studenti-196172988/

azioni_fasciste
r_lazio


articolo precedente           articolo successivo