antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Modena Bomba carta e bottiglie molotov contro il centro di accoglienza per migranti
- Sondrio, insulti razzisti poi calci e pugni: senegalese in ospedale
- Raid punitivo contro alloggio di migranti: Piacenza, tre indagati
- Pisa, ancora un’aggressione omofoba: “Fate schifo”, poi sputi e pugni
- Genova Frasi razziste a immigrato, poi botte
- Sparano a uno straniero ed esultano, due persone nei guai nel Modenese
- Migrante pestato a sangue a Sassari Un 22enne della Guinea aggredito da cinque ragazzi in pieno centro
- Roma, spedizione razzista contro il fioraio a Cinecittà
- Bagheria, «Calmati fratello» e scatta il pestaggio: immigrato picchiato senza motivo con un cric
- Terracina, sparano piombini da unʼauto contro una bici: ferito operaio indiano
- Bologna Aggressione razzista in via Sant'Isaia
- Palermo, caccia al migrante: cinque minori profughi insultati e pestati

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake
- Libro sulle "atrocità partigiane", l'Anpi di Reggio Emilia contrattacca: presidio e minacce di denuncia
- San Lorenzo: Forza Nuova sfregia murales ai partigiani, che viene ripristinato dopo un’ora
- Trieste, doppio corteo: CasaPound e antifascisti in piazza
- Venaria, il sindaco toglie i fiori lasciati sulla tomba da CasaPound: “Non c’è spazio per i fascisti”
- Comunicato ANPI – La Liberazione di Predappio
- Cristiani, islamici, ebrei: a Trieste tutti uniti contro CasaPound
- Aggressione squadrista a Lanciano: risarcimento alla vittima e donazione a Ong Mediterranea
- Pizzarotti nega la sala civica a Forza Nuova: "Parma è antifascista"
- Trento C'è Di Stefano per CasaPound e gli anarchici lo ''accolgono'' con fumogeni e petardi: ''Via i fascisti''
- Bari, aggressione al corteo antifascista in via Crisanzio: blitz con mazze e catene

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
18.11.18 CasaPound e Forza Nuova a confronto
14.11.18 FBI: Milizia neo-nazista addestrata dall'esercito americano in Ucraina, ora prepara i Suprematisti bianchi degli USA
12.11.18 Veneto Fronte Skinheads, radiografia dell'associazione
12.11.18 Così i neofascisti assediano Brescia
11.11.18 Il governo di Varsavia marcia con l’estrema destra europea
29.10.18 CasaPound non paga neppure le bollette: debiti per centinaia di migliaia di euro
17.10.18 Processo Cavallini, Ansaldi parla di Fioravanti: ''È un uomo della P2''
12.10.18 I legami pericolosi tra il partito di Matteo Salvini e la 'ndrangheta
24.09.18 Stati nazisti d’America, tra svastiche, Hitler e sostenitori dello "sterminio necessario"
31.07.18 Razzismo di stato: Casa Pound non fa paura, Salvini sì
29.07.18 Allarme Capitale, i neri di San Giovanni
26.07.18 Trattavia, le motivazioni della sentenza vanno lette ricordando stragi neofasciste, golpe e P2
25.07.18 L’autrice del post sullo smalto di Josepha: “Twittare è il mio lavoro. Mi finanzia CasaPound”
19.07.18 Come Verona è diventata l’incubatrice dell’odio
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound
3.05.18 Verona, dove comanda l’estrema destra
26.04.18 Gli antifascisti di domani
26.04.18 Fenomenologia dell'onda nera

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 15.04.18
Trentino, decide di ospitare 7 migranti nel suo b&b. Ignoti tentano di bruciargli casa
·
La scelta ha provocato tensione tra i cittadini, alimentata anche dalle proteste di Lega e Casapound. Fino all'intimidazione della settimana scorsa. E intanto il progetto di accoglienza è stato sospeso

15 aprile 2018

Trentino, decide di ospitare 7 migranti nel suo b&b. Ignoti tentano di bruciargli casa
San Lorenzo Dorsino è un piccolo comune in provincia di Trento, inserito nella lista dei borghi più belli d'Italia. Che nelle ultime settimane, però, ha mostrato il lato peggiore di sé. Uno dei circa 1.600 abitanti, proprietario di un bed and breakfast, ha deciso di destinare parte del suo locale all'accoglienza di sette migranti. Ma la procedura attivata dal Cinformi (il centro informativo per l'immigrazione che attraverso la Provincia si occupa dei rifugiati e dei richiedenti asilo) è stata sospesa. Troppe le proteste scatenate tra i cittadini, alimentate anche da Lega e Casapound. Fino ad arrivare all'intimidazione: un tentativo di incendio della sua casa.

A raccontare la storia a Radio Popolare è stato Gabriele Buscaini, il proprietario del b&b che ha manifestato il suo disappunto per una vicenda sulla cui ricostruzione non c'è ancora chiarezza. A cominciare dall'immobile di cui la scorsa settimana hanno tentato di bruciare una finestra: non è lo stesso che avrebbe dovuto ospitare i sette migranti. "Si tratta di un'abitazione - ha spiegato Buscaini - ceduta alla mia compagna. È tutto sbagliato: la casa per i migranti si trova dall'altro lato. Quella parte non c'entra niente, è stata danneggiata la casa di una persona terza".
Buscaini ha poi ripercorso le tappe dell'escalation culminata nell'atto di intimidazione. I passaggi burocratici obbligatori, la decisione di affittare l'immobile a Cinformi, i sopralluoghi per certificare agibilità e regolarità energetica. Poi il parere dell'amministrazione locale, che dato il basso numero di migranti ospitati non si è opposta alla scelta del proprietario del b&b.

È il contratto stipulato con Cinformi, secondo Buscaini, ad aver alimentato il rancore dei suoi concittadini: "Pensano che io prenda 35 euro a persona, ma il contratto che ho firmato è di 900 euro al mese". Un tema, quello delle quote destinate a chi accoglie i migranti, che da anni alimenta polemiche in Italia. E che in un paese di 1.600 abitanti si è trasformato in un'occasione per atti intimidatori.

Prima del tentativo di incendio, la Lega aveva contribuito ad aumentare la tensione: "Sono arrivati a presidiare la casa tre o quattro di loro - ha raccontato ancora Buscaini - i giornali parlano di deputati, io non li conosco e ho solo visto le foto sui giornali. E dopo questo hanno cercato di bruciare una finestra della casa". Il seguito della storia è la denuncia del proprietario del b&b contro ignoti.

Casapound ha condannato il gesto, precisando però che si tratta di "una chiara manifestazione di un disagio nei confronti di questa imposizione delle istituzioni", visto che "i cittadini di San Lorenzo non sono mai stati interpellati a riguardo". Dopo le fiamme, Casapound ha anche appeso uno striscione davanti ai locali che dovrebbero ospitare i sette migranti. "Basta finti profughi", recita la scritta. I cittadini hanno chiarito ancora una volta la loro opposizione all'arrivo dei migranti durante un incontro con l'assessore Luca Zeni. Bersagliato da fischi e urla.

Allo stato attuale, sembra che le proteste di cittadini e partiti locali siano andate a segno: il progetto di Buscaini è stato rinviato a data da destinarsi. Ma lui non si dà per vinto: "Io sono un privato e della mia casa posso fare quello che voglio".

http://www.repubblica.it/cronaca/2018/04/15/news/trentino_vuole_ospitare_migranti_casa_bruciata-193920909/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P6-S1.8-T1

vandalismi_minacce
r_trentino


articolo precedente           articolo successivo