antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Modena Bomba carta e bottiglie molotov contro il centro di accoglienza per migranti
- Sondrio, insulti razzisti poi calci e pugni: senegalese in ospedale
- Raid punitivo contro alloggio di migranti: Piacenza, tre indagati
- Pisa, ancora un’aggressione omofoba: “Fate schifo”, poi sputi e pugni
- Genova Frasi razziste a immigrato, poi botte
- Sparano a uno straniero ed esultano, due persone nei guai nel Modenese
- Migrante pestato a sangue a Sassari Un 22enne della Guinea aggredito da cinque ragazzi in pieno centro
- Roma, spedizione razzista contro il fioraio a Cinecittà
- Bagheria, «Calmati fratello» e scatta il pestaggio: immigrato picchiato senza motivo con un cric
- Terracina, sparano piombini da unʼauto contro una bici: ferito operaio indiano
- Bologna Aggressione razzista in via Sant'Isaia
- Palermo, caccia al migrante: cinque minori profughi insultati e pestati

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake
- Libro sulle "atrocità partigiane", l'Anpi di Reggio Emilia contrattacca: presidio e minacce di denuncia
- San Lorenzo: Forza Nuova sfregia murales ai partigiani, che viene ripristinato dopo un’ora
- Trieste, doppio corteo: CasaPound e antifascisti in piazza
- Venaria, il sindaco toglie i fiori lasciati sulla tomba da CasaPound: “Non c’è spazio per i fascisti”
- Comunicato ANPI – La Liberazione di Predappio
- Cristiani, islamici, ebrei: a Trieste tutti uniti contro CasaPound
- Aggressione squadrista a Lanciano: risarcimento alla vittima e donazione a Ong Mediterranea

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
20.11.18 Bolivia: Il neofascista italiano Diodato tra i registi della strage di Pando
18.11.18 CasaPound e Forza Nuova a confronto
14.11.18 FBI: Milizia neo-nazista addestrata dall'esercito americano in Ucraina, ora prepara i Suprematisti bianchi degli USA
12.11.18 Veneto Fronte Skinheads, radiografia dell'associazione
12.11.18 Così i neofascisti assediano Brescia
11.11.18 Il governo di Varsavia marcia con l’estrema destra europea
29.10.18 CasaPound non paga neppure le bollette: debiti per centinaia di migliaia di euro
17.10.18 Processo Cavallini, Ansaldi parla di Fioravanti: ''È un uomo della P2''
12.10.18 I legami pericolosi tra il partito di Matteo Salvini e la 'ndrangheta
24.09.18 Stati nazisti d’America, tra svastiche, Hitler e sostenitori dello "sterminio necessario"
31.07.18 Razzismo di stato: Casa Pound non fa paura, Salvini sì
29.07.18 Allarme Capitale, i neri di San Giovanni
26.07.18 Trattavia, le motivazioni della sentenza vanno lette ricordando stragi neofasciste, golpe e P2
25.07.18 L’autrice del post sullo smalto di Josepha: “Twittare è il mio lavoro. Mi finanzia CasaPound”
19.07.18 Come Verona è diventata l’incubatrice dell’odio
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound
3.05.18 Verona, dove comanda l’estrema destra
26.04.18 Gli antifascisti di domani

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 28.03.18
Padova Molotov contro la sede di CasaPound
·
Due bottiglie incendiarie e una scritta: “Morte al fascio”. Indagano Digos e Scientifica, sequestrate le immagini

27 marzo 2018

Due molotov contro la serranda della sede di CasaPound e una scritta a caratteri cubitali con la vernice rossa: “Morte al fascio”. Dopo la polemica sull’annullamento della presentazione del fumetto “Foibe Rosse” negli spazi dell’Esu, dopo le botte in piazza dei Signori dello scorso mese di febbraio durante una “passeggiata antifascista” del Pedro, la tensione in città sale ancora nella guerra perenne tra gruppi estremisti. «Città ostaggio di delinquenti impuniti e coccolati dalla giunta», attaccano i militanti di CasaPound. «Ora basta parole, si ritorna alle vecchie e sane maniere. Chi semina vento raccoglie tempesta», promettono invece gli ultras di Educazione Padovana sulla loro pagina Facebook. Insomma, il clima della piazza non è dei migliori.

Il sindaco Sergio Giordani e il suo vice Arturo Lorenzoni non ci stanno a farsi tirare per la giacchetta dagli esponenti di estrema destra e fissano un punto: «Ferma condanna a ogni forma di violenza, da qualsiasi parte venga. Ciascuno risponde personalmente delle proprie azioni. Sul piano politico la nostra distanza da ogni forma violenta è totale, come abbiamo sempre ribadito».

Tra incudine e martello c’è la polizia, che deve mantenere l’ordine pubblico e dare un nome e cognome all’autore del gesto. Qualcuno nella notte tra domenica e lunedì ha confezionato due molotov riempendo di benzina due bottiglie di birra. Entrambe sono state lanciate contro l’ingresso del Bivacco, sede e luogo di ritrovo dei militanti di CasaPound in via Cremona alla Sacra Famiglia. A terra sono rimasti anche alcuni fiammiferi. Prima del lancio gli attentatori hanno imbrattato la serranda: “Morte al fascio”.

La matrice è chiara, un po’ più complesso è individuare i responsabili. Digos e Scientifica della Questura sono al lavoro da ieri mattina. I cocci di vetro rimasti sul posto saranno esaminati in laboratorio alla ricerca di tracce biologiche. Sequestrate anche le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza. «Un gesto più dimostrativo che altro», tenta di smorzare uno degli investigatori.

«Si tratta invece di un atto molto grave» evidenzia Carlo Cardona, esponente di CasaPound Padova. «Naturale conseguenza del clima che da molti mesi si respira in città». Cardona se la prende con Coalizione civica. Fa i nomi di Daniela Ruffini e Stefano Ferro. Ricorda la loro presenza alle manifestazioni dei centri sociali.

La sede di CasaPound di via Cremona, in linea d’aria, si trova a poche centinaia di metri da piazza Caduti e della Resistenza (punto di riferimento del Gramigna) e dalla sede occupata del Bioslab (i collettivi studenteschi). «Qualche scritta ce la siamo trovata in questi anni» racconta Alberto Bortoluzzi, responsabile del Bivacco. «Qui però siamo ben oltre. Certo non ci intimidiscono con le loro pagliacciate. Continueremo con le nostre attività, con la raccolta alimentare e con l’aiuto alle persone in difficoltà». Un dato politico: CasaPound passa dagli 886 voti del 2013 ai 4.274 consensi dell’ultima tornata elettorale. Tra Padova e provincia le preferenze sono quasi quintuplicate.

L’attentato alla sede di via Cremona infiamma nuovamente il dibattito politico. Non si fanno attendere gli interventi di Filippo Ascierto (“Antifascismo? Solo un pretesto”) e Fratelli d’Italia (“Pericoloso clima di violenza e intimidazione”.

http://mattinopadova.gelocal.it/padova/cronaca/2018/03/27/news/molotov-contro-la-sede-di-casapound-1.16643746

news
r_veneto


articolo precedente           articolo successivo