antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Raid punitivo contro alloggio di migranti: Piacenza, tre indagati
- Pisa, ancora un’aggressione omofoba: “Fate schifo”, poi sputi e pugni
- Genova Frasi razziste a immigrato, poi botte
- Sparano a uno straniero ed esultano, due persone nei guai nel Modenese
- Migrante pestato a sangue a Sassari Un 22enne della Guinea aggredito da cinque ragazzi in pieno centro
- Roma, spedizione razzista contro il fioraio a Cinecittà
- Bagheria, «Calmati fratello» e scatta il pestaggio: immigrato picchiato senza motivo con un cric
- Terracina, sparano piombini da unʼauto contro una bici: ferito operaio indiano
- Bologna Aggressione razzista in via Sant'Isaia
- Palermo, caccia al migrante: cinque minori profughi insultati e pestati
- Aprilia, spari da una finestra. Colpito immigrato
- Pistoia, il prete denuncia: "Spari contro un migrante ospite della parrocchia"

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Trento C'è Di Stefano per CasaPound e gli anarchici lo ''accolgono'' con fumogeni e petardi: ''Via i fascisti''
- Bari, aggressione al corteo antifascista in via Crisanzio: blitz con mazze e catene
- Scontri a Marina Centro, il corteo di Forza Nuova cerca di sfondare il cordone
- Padova Antifascisti cercano di impedire il comizio di Forza Nuova: cariche delle forze dell'ordine in pieno centro
- Grosseto Corteo antifascista, cori e bandiere: in piazza contro il raduno di CasaPound c’è Maremma Antifa
- Roma ricorda Renato Biagetti dodici anni dopo
- Ravenna Scontri e contestazioni durante la cerimonia per Ettore Muti
- Pontida, nel santuario della Lega Salvini contestato da diciassettenne: "Fascista, rovini l'Italia"
- "Sgomberate la sede abusiva di Casapound". L’appello del sindaco Pascucci a Salvini e Raggi
- "Chiedo con forza le dimissioni del Ministro Fontana. Le sue dichiarazioni violano la Costituzione" Carla Nespolo - Presidente nazionale ANPI
- Savona, il quartiere rosso di Villapiana si mobilita contro la nuova sede di Casapound
- A Brescia il corteo antifascista contro Forza Nuova

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
12.10.18 I legami pericolosi tra il partito di Matteo Salvini e la 'ndrangheta
24.09.18 Stati nazisti d’America, tra svastiche, Hitler e sostenitori dello "sterminio necessario"
31.07.18 Razzismo di stato: Casa Pound non fa paura, Salvini sì
29.07.18 Allarme Capitale, i neri di San Giovanni
26.07.18 Trattavia, le motivazioni della sentenza vanno lette ricordando stragi neofasciste, golpe e P2
25.07.18 L’autrice del post sullo smalto di Josepha: “Twittare è il mio lavoro. Mi finanzia CasaPound”
19.07.18 Come Verona è diventata l’incubatrice dell’odio
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound
3.05.18 Verona, dove comanda l’estrema destra
26.04.18 Gli antifascisti di domani
26.04.18 Fenomenologia dell'onda nera
4.04.18 Esclusivo: caccia ai soldi della Lega
2.03.18 I camerati abusivi di CasaPound: parenti e amici vivono gratis nel centro di Roma
1.03.18 Ma Pasolini non stava con i poliziotti
26.02.18 Chi sono i candidati di Forza Nuova: poliziotti, picchiatori, nostalgici delle SS e figli di mafiosi
26.02.18 Roberto Fiore: “Magistrati di Palermo deviati come 40 anni fa”. Quando Falcone voleva interrogarlo per il caso Mattarella
14.02.18 Trasformisti, fascisti, impresentabili e ras delle clientele: ecco le liste al Sud di Matteo Salvini
1.02.18 Ritratto del neofascista da giovane

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 11.12.17
Bologna Montagnola, presidio e tensione E fra le fiaccole spunta CasaPound
·
Alla manifestazione di «Insieme Bologna» partecipa anche il gruppo di estrema destra. Parapiglia all’arrivo di alcuni ciclisti dell’XM24. Interviene la polizia, via Irnerio bloccata

Insulti, parapiglia e traffico in tilt su via Irnerio prima della fiaccolata «anti degrado» nel parco della Montagnola. E tra i partecipanti spuntano una decina di ragazzi di CasaPound, con uno striscione, seppure senza loghi espliciti, dai caratteri e dal messaggio inconfondibili: «Alcuni italiani non si arrendono». Da una parte sulla scalinata del parco della Montagnola in una cinquantina con le fiaccole accese e alcuni striscioni pronti a fare il giro «anti degrado» all’interno del parco, dall’altra i ciclisti «anti Motor show» che prima hanno fatto un giro nell’area verde e poi si sono fermati su via Irnerio. Pochi minuti e i poliziotti, funzionari e uomini della Digos si sono messi in mezzo per dividere i manifestanti. Cori e insulti da stadio. «Bologna è antifascista. Fuori i razzisti», urlavano i ciclisti, tra cui c’erano diversi esponenti di Xm24. «Siete tutti drogati e spacciatori», con altri insulti pesanti rispondevano, brandendo le fiaccole, alcuni manifestanti contro lo spaccio.

La presenza dell’estrema destra

A un certo punto dalle offese sono passati alle mani ed è partita anche una colluttazione tra un venditore ambulante della Piazzola, che era lì per la fiaccolata anti degrado, e uno dei ragazzi della biciclettata. Manes Bernardini, presidente di Insieme Bologna, nell’organizzare la seconda fiaccolata all’interno del parco della Montagnola, aveva chiesto esplicitamente che non ci fossero bandiere e simboli politici alla fiaccolata organizzata ieri sera in Montagnola, è così è stato. Ma tra i partecipanti c’erano alcuni esponenti di CasaPound dietro a uno degli striscioni che hanno sfilato all’interno del parco. «All’inizio della fiaccolata — spiega Manes Bernardini — mi hanno chiesto se potevano partecipare come liberi cittadini, non si sono presentati in nome di nessun gruppo politico, mi hanno detto che avevano uno striscione e gli ho chiesto che non ci fossero colori e simboli politici. Così è stato e hanno manifestato come tutti noi». Ma quello che sottolinea il presidente di Insieme Bologna è il clima pieno di tensione generato «per l’ennesima volta da un centro sociale in trattativa con il Comune. L’ennesima provocazione di Xm24. Abbiamo raggiunto il paradosso quando dei cittadini che si trovano in maniera pacifica per difendere un luogo importante della città si sono trovati davanti un centro sociale, che di sociale non ha niente, a difendere questa situazione di degrado. Spero che all’ennesima provocazione il Comune inizi non solo a liberare la Montagnola ma chiuda questi centri che sono centri delinquenziali per la città. Poi si creano queste situazioni. Doveva essere una fiaccolata pacifica». E invece è una fiaccolata piena di momenti di tensione, rispetto alla prima organizzata dopo l’aggressione alla troupe televisiva di Striscia la Notizia, meno di un mese fa. Durante tutto il percorso più volte le forze dell’ordine sono dovute intervenire per cercare di calmare gli animi. C’era chi urlava contro il degrado, chi contro gli organizzatori della fiaccolata, e c’erano gli ambulanti. Divisi anche loro: tra quelli che «non si risolvono i problemi brandendo una fiaccola come se fosse una caccia alle streghe» e quelli che «finalmente manifestate per noi».

http://corrieredibologna.corriere.it/bologna/cronaca/17_dicembre_10/06-bologna-fffcorrierebologna-web-bologna-b74c318c-dd90-11e7-8fa9-21a1ec1455d7.shtml

manifestazioni antifa
r_emiliaromagna


articolo precedente           articolo successivo