antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Modena Bomba carta e bottiglie molotov contro il centro di accoglienza per migranti
- Sondrio, insulti razzisti poi calci e pugni: senegalese in ospedale
- Raid punitivo contro alloggio di migranti: Piacenza, tre indagati
- Pisa, ancora un’aggressione omofoba: “Fate schifo”, poi sputi e pugni
- Genova Frasi razziste a immigrato, poi botte
- Sparano a uno straniero ed esultano, due persone nei guai nel Modenese
- Migrante pestato a sangue a Sassari Un 22enne della Guinea aggredito da cinque ragazzi in pieno centro
- Roma, spedizione razzista contro il fioraio a Cinecittà
- Bagheria, «Calmati fratello» e scatta il pestaggio: immigrato picchiato senza motivo con un cric
- Terracina, sparano piombini da unʼauto contro una bici: ferito operaio indiano
- Bologna Aggressione razzista in via Sant'Isaia
- Palermo, caccia al migrante: cinque minori profughi insultati e pestati

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake
- Libro sulle "atrocità partigiane", l'Anpi di Reggio Emilia contrattacca: presidio e minacce di denuncia
- San Lorenzo: Forza Nuova sfregia murales ai partigiani, che viene ripristinato dopo un’ora
- Trieste, doppio corteo: CasaPound e antifascisti in piazza
- Venaria, il sindaco toglie i fiori lasciati sulla tomba da CasaPound: “Non c’è spazio per i fascisti”
- Comunicato ANPI – La Liberazione di Predappio
- Cristiani, islamici, ebrei: a Trieste tutti uniti contro CasaPound
- Aggressione squadrista a Lanciano: risarcimento alla vittima e donazione a Ong Mediterranea

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
20.11.18 Bolivia: Il neofascista italiano Diodato tra i registi della strage di Pando
18.11.18 CasaPound e Forza Nuova a confronto
14.11.18 FBI: Milizia neo-nazista addestrata dall'esercito americano in Ucraina, ora prepara i Suprematisti bianchi degli USA
12.11.18 Veneto Fronte Skinheads, radiografia dell'associazione
12.11.18 Così i neofascisti assediano Brescia
11.11.18 Il governo di Varsavia marcia con l’estrema destra europea
29.10.18 CasaPound non paga neppure le bollette: debiti per centinaia di migliaia di euro
17.10.18 Processo Cavallini, Ansaldi parla di Fioravanti: ''È un uomo della P2''
12.10.18 I legami pericolosi tra il partito di Matteo Salvini e la 'ndrangheta
24.09.18 Stati nazisti d’America, tra svastiche, Hitler e sostenitori dello "sterminio necessario"
31.07.18 Razzismo di stato: Casa Pound non fa paura, Salvini sì
29.07.18 Allarme Capitale, i neri di San Giovanni
26.07.18 Trattavia, le motivazioni della sentenza vanno lette ricordando stragi neofasciste, golpe e P2
25.07.18 L’autrice del post sullo smalto di Josepha: “Twittare è il mio lavoro. Mi finanzia CasaPound”
19.07.18 Come Verona è diventata l’incubatrice dell’odio
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound
3.05.18 Verona, dove comanda l’estrema destra
26.04.18 Gli antifascisti di domani

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 12.10.17
Candidato di FI aggredito da CasaPound a Ostia
·
La denuncia del partito di Silvio Berlusconi

Tensione a Ostia, dov'è in corso la campagna elettorale per le elezioni municipali in programma il 5 novembre. Un candidato di Forza Italia, Luigi Zaccaria, sarebbe stato aggredito da un militante di CasaPound. A denunciarlo sono gli stessi esponenti locali del partito di Silvio Berlusconi. «È inquietante quello che è accaduto questa mattina a Luigi Zaccaria, candidato nella lista di Forza Italia, picchiato da un sedicente militante appartenente, sembrerebbe, a Casapound - dice il coordinatore romano azzurro e capogruppo in Campidoglio Davide Bordoni - Speriamo che le forze dell’ordine accertino subito la dinamica dell’accaduto. Oltre alla denuncia che verrà fatta dal nostro candidato nei confronti dell’aggressore, invitiamo il prefetto a prendere immediati provvedimenti affinché ad Ostia si svolga una campagna elettorale pacifica, democratica e nel rispetto delle norme. Forza Italia non si lascia spaventare da queste azioni. Continueremo la nostra campagna elettorale portando avanti il nostro programma e i nostri principi politici». All'attacco anche il capogruppo di FI in Consiglio regionale Antonello Aurigemma e il vicecoordinatore romano Antonio Gazzellone: «Apprendiamo con dispiacere e rammarico che la campagna elettorale nel municipio X è iniziata nel peggiore dei modi. Proprio questa mattina abbiamo avuto notizia di un’aggressione subita dal candidato al consiglio nelle liste di Forza Italia Luigi Zaccaria, da parte a quanto pare di un sedicente militante di Casapound. Una banale discussione per manifesti e plance elettorali si sarebbe trasformata in un’aggressione. Siamo allibiti e costernati che si utilizzi la violenza come strumento di dibattito politico. Invitiamo tutti alla calma, diciamo no alla violenza. Auspichiamo che non si verifichino più simili episodi. La campagna elettorale va fatta sui temi veri, discutendo delle priorità per i cittadini, sulla base del confronto democratico, nel rispetto degli altri e delle loro idee. Allo stesso tempo, invitiamo qualche testa calda a utilizzare queste belle giornate di sole per fare un bagno nel mare di Ostia, magari cercando anche di raffreddare i bollenti spiriti».

http://www.iltempo.it/roma-capitale/2017/10/07/news/candidato-di-fi-aggredito-da-casapound-a-ostia-1036009/




Elezioni Ostia: aggressione Luigi Zaccaria (Forza Italia), la replica di CasaPound

Ostia, Zaccaria (FI): "Picchiato dai militanti di CasaPound". La replica: "Menzogne"

Le violenze sarebbero avvenute nel corso della mattinata
Elezioni Ostia: aggressione Luigi Zaccaria (Forza Italia), la replica di CasaPound


Da una parte il j'accuse di Forza Italia, dall'altra la smentita dei "gruppi estremisti". Tensioni stamattina ad Ostia dove il primo giorno ufficiale di campagna elettorale dopo la consegna delle liste dei candidati che si sfideranno alle urne il prossimo 5 novembre si è subito riscaldato. A lanciare per primo la "pietra" Davide Bordoni, capogruppo al Campidoglio di FI: "E' inquietante quello che è accaduto questa mattina a Luigi Zaccaria, candidato nella lista di Forza Italia, picchiato da un sedicente militante appartenente, sembrerebbe, a Casapound". Poco dopo la smenita di CPI X
Municipio: "Da centrodestra menzogne per recuperare voti, querelato candidato Fi".

"A Ostia comandiamo noi"
"Noi siamo de CasaPound, a Ostia comandiamo noi". Poi l'aggressione. Almeno quattro pugni in faccia. È quanto sarebbe successo in via delle Sirene. La denuncia arriva anche dallo stesso da Luigi Zaccaria, 45enne poliziotto di mestiere in aspettativa da oggi perché candidato come consigliere per Forza Italia nelle elezioni del Municipio Mare.

Denuncia ai carabinieri
Zaccaria, secondo quanto raccontato ai Carabinieri di Ostia, dove ha sporto denuncia, si trovava in strada quando ha avvicinato due ragazzi, convinto fossero di FI. Motivo quello di rispettare le norme di affissione dei manifesti elettorali. Il monito lanciato, però, non è stato colto dai due giovani

"Si contestazioni, no violenza"
Quindi, secondo il racconto di Zaccaria, uno dei due presunti attivisti di Casapound lo avrebbe bloccato alle spalle mentre l'alto lo colpiva al volto con pugni mandandolo stordito per terra. L'intervento di alcuni passanti ha poi evitato il peggio. "Le contestazioni in campagna elettorale ci stanno, la violenza no. La condanno. - commenta Luigi Zaccaria a RomaToday - Sono amareggiato, condanno chi usa la forza in questo ma non mollo. Non si può usare la violenza verso chi vuole cambiare le cose in questo territorio che si sta rialzando dal commissariamento per mafia. Meno male che si va a votare per far tornare la legalità".

La replica di CasaPound Italia
A stretto giro è arrivata poi la netta smentita da parte di Luca Marsella, candidato presidente di CasaPound al X Municipio Mare: "Abbiamo querelato il candidato del centrodestra Zaccaria che sta accusando CasaPound di aggressione nei suoi confronti".
L'altra versione

Una versione completamente differente, quella spiegata da CPI: "Zaccaria - spiega Valerio Grimaudo, candidato di CasaPound al consiglio di Ostia presente stamattina - si è fermato con la macchina mentre affiggevo manifesti elettorali insieme ad un ragazzo di 19 anni ed ha cominciato a minacciarci: secondo lui non dovevamo attaccare manifesti. Nonostante i toni aggressivi - racconta Grimaudo - non siamo caduti nella provocazione ed abbiamo atteso l'arrivo delle forze dell'ordine chiamate dall'esponente di Forza Italia. Dopo aver esposto i fatti abbiamo proseguito la nostra attività. Ora scopriamo di essere stati protagonisti di un'aggressione".
"Pronti a querelare tutti"

"Se il centrodestra pensa di recuperare voti su CasaPound con questi metodi - ha concluso Marsella - siamo pronti a querelare tutti. A questo punto pensiamo infatti che Zaccaria sarà solo il primo di una serie di provocatori con cui avremo a che fare in questa campagna elettorale e non possiamo accettarlo".

Il j'accuse di Bordoni
Chiara anche la denuncia di Bordoni che in una nota stampa afferma: "Speriamo che le Forze dell'Ordine accertino subito la dinamica dell'accaduto. Oltre alla denuncia che verrà fatta dal nostro candidato nei confronti dell'aggressore, invitiamo il Prefetto a prendere immediati provvedimenti affinché ad Ostia si svolga una campagna elettorale pacifica, democratica e nel rispetto delle norme. Forza Italia non si lascia spaventare da queste azioni. Continueremo la nostra campagna elettorale portando avanti il nostro programma e i nostri principi politici".

Solidarietà di Maria Cristina Masi
Solidarietà a Zaccaria è poi arrivzata dal coordinatore nel X Municipio di Forza Italia Mariacristina Masi: "Il nostro coordinatore romano, Davide Bordoni, ha già richiesto l’intervento del Prefetto affinché siano assicurate le condizioni per svolgere le elezioni nel totale rispetto della democrazia, anche da parte di gruppi estremisti. Noi continueremo a portare avanti la nostra campagna elettorale tra i cittadini, con il dovuto rispetto nei confronti degli avversari e con i toni dialoganti e moderati che ci contraddistinguono. Certe azioni, violente, come quella nei confronti di Luigi Zaccaria, sono al di fuori di qualsiasi confronto leale tra forze politiche e destano preoccupazione. Piena condanna, dunque, per questa ingiustificabile aggressione".

Grave episodio ad Ostia
Sulla stessa linea dei colleghi di partito le dichiarazionio del coordinatore regionale di Forza Italia Lazio, il senatore Claudio Fazzone: "E' davvero grave quanto avvenuto a Ostia al candidato consigliere nella lista di Forza Italia Luigi Zaccaria, che sarebbe stato aggredito questa mattina, a quanto pare da un sedicente militante di Casapound. Vogliamo esprimere la nostra solidarieta' e vicinanza a Luigi. Questi episodi sono inaccettabili. Siamo all'inizio della campagna elettorale nel municipio X: mi auguro vivamente che ognuno porti avanti le proprie idee, i suoi programmi, ma il confronto deve essere democratico, rispettoso delle altri e di tutte le altre forze politiche. Ogni tipo di violenza e aggressione va condannata, senza se e senza ma".

http://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809

azioni_fasciste
r_lazio


articolo precedente           articolo successivo