antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista
- Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
24.06.20 Il "modello" Vicenza, dove neofascisti ed estremisti siedono al Palazzo
23.06.20 Toh, l'interesse dei neofascisti di CasaPound per la periferia era solo un bluff in favore di tv
22.06.20 Estrema destra, terrorismo nero (anche italiano) non è solo su Internet: ha armi, bombe, razzi e progetta attentati contro musulmani ed ebrei
17.06.20 Cosa si muove dietro l'alleanza nera tra neofascisti, ultras e no 5g
16.06.20 Il movimento Boogaloo (Usa)
8.06.20 Nel palazzo occupato da Casapound a via Napoleone III nessuno è indigente
4.06.20 George Floyd – Paramilitari, suprematisti bianchi pro-Trump e anarchici: la galassia di gruppi che infiltra la protesta negli Stati Uniti
29.04.20 Il virus nero - Servizio di Report
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 24.06.17
Aggressione di Casapound a Vignanello, chiesto l’abbreviato secco per Santini e Polidori
·
24enne pestato e preso a cinghiate - Il leader di Casapound Cimini pronto a chiedere la revoca dei domiciliari

Vignanello – Aggressione di Casapound a Vignanello, chiesto il rito abbreviato secco per Luca Santini e Jacopo Polidori. Potrebbero essere processati già nel giro di un paio di settimane. Polidori nel frattempo è pronto a chiedere la revoca dei domiciliari.

Alla luce dell’esito dell’incidente probatorio sulla vittima, chiuso il 22 giugno, il trentenne leader della sezione Cimini del movimento, ai domiciliari da tre mesi, è pronto a presentare istanza tramite i suoi avvocati per la revoca degli arresti o un alleggerimento della misura, che gli consenta di tornare al lavoro.

Nel frattempo potrebbe chiudersi con un processo lampo, addirittura prima del 14 luglio, giorno fissato per l’avvio del giudizio immediato, la vicenda giudiziaria di Polidori e Luca Santini, i due maggiorenni indagati in concorso con tre minorenni per lesioni aggravate ai danni del 24enne di Vallerano massacrato d botte la notte tra l’11 e il 12 febbraio, dopo un breve inseguimento all’esterno di una pizzeria di Vignanello, dove erano in corso due cene di simpatizzanti di estrema destra.

Per l’accusa si è trattato di una spedizione punitiva, dal movente politico, legato alla pubblicazione da parte della vittima di un post goliardico su facebook contro Casapound.

Ieri i difensori Domenico Gorziglia, Samuele De Santis ed Enrico Valentini – alla vigilia della scadenza dei termini – hanno depositato la richiesta di rito abbreviato secco.

Sfuma quindi l’ipotesi di un lungo e pubblico processo, davanti al giudice Silvia Mattei, la cui prima udienza era stata già fissata al 14 luglio, dopo l’accoglimento della richiesta di giudizio immediato da parte del pm Stefano D’Arma.

L’abbreviato secco è uno dei riti alternativi che consentono agli imputati di chiudere più velocemente e nella massima riservatezza la loro vicenda giudiziaria. Solitamente, a meno di rinvii imprevisti, si risolve con una sola udienza, a porte chiuse. Nel caso specifico direttamente davanti al giudice per le indagini preliminari. Inoltre, in caso di condanna, prevede lo sconto di un terzo della pena.

Considerato che, in virtù dell’incidente probatorio sulla vittima, le lesioni riportate dal 24enne di Vallerano, con una prognosi di 30 giorni, rientrano nella fattispecie di “lesioni lievi”, Polidori e Santini potrebbero quindi cavarsela con pochi mesi e beneficiare della sospensione della pena.

“Venuta meno con l’incidente probatorio l’ipotesi di una prognosi superiore ai 40 giorni, dal momento che la perizia psichiatrica ha escluso, per fortuna sua, che il 24enne soffra di disturbi da stress post traumatico, le accuse andranno inevitabilmente ridimensionate, col venir meno dell’aggravante dell’articolo 583 del codice penale “, spiegano Valentini, De Santis e Gorziglia.

Nessun dubbio sull’evidenza delle prove a carico dei due imputati, in base alle quali il pm D’Arma e il gip Savina Poli hanno convenuto per il giudizio immediato, senza passare dall’udienza preliminare. L’incidente probatorio del 6 aprile, inoltre, ha cristallizzato la ricostruzione dell’aggressione secondo la versione del 24enne e del cugino che ha assistito al pestaggio, nonché il riconoscimento da parte di entrambi, tra i responsabili, del leader di Casapound Cimini e di Santini.

“E’ interesse di tutti chiudere la vicenda quanto prima – concludono i difensori della coppia – per cui ci auguriamo che l’udienza possa essere fissata al più presto, probabilmente prima del 14 luglio”.


http://www.tusciaweb.eu/2017/06/aggressione-neofascista-chiesto-labbreviato-secco-santini-polidori/

repressione_F
r_lazio


articolo precedente           articolo successivo