antifa home page
Il Progetto

magliette
Sostieni il progetto

Segnalazioni e commenti


su Twitter @Infoantifa
manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
‚?Ź Bologna due agosto: La strategia delle stragi non è mai finita
‚?Ź Pontedera Verso la costituzione di un comitato antifascista
‚?Ź Padova Scontro sullo ius soli, guerriglia nelle piazze
‚?Ź Ostia: 80 migranti al mare nella spiaggia delle ronde di CasaPound
‚?Ź Chioggia, lido fascista con immagini di Mussolini: indaga la Digos. L’Anpi chiede la revoca della concessione balneare
‚?Ź Virginia, scontri tra membri del Ku Klux Klan e manifestanti antirazzisti
‚?Ź Roma. Un popolo sbarra la strada ai fascisti sulla Tiburtina
‚?Ź Bologna Cariche al S.Stefano per difendere l‚Äôiniziativa fascista
‚?Ź Educazione all’affettività, USB Bologna: 29 giugno in piazza contro bufala”Gender”
‚?Ź "Basta fascisti al Baraccano": Bologna, scontro per la presentazione del libro su Sergio Ramelli

ARCHIVIO COMPLETO
INTERNAZIONALE
ARCHIVIO REGIONI

Links
· ANCR
· ANPI
· ANPI Pianoro
· ANPPIA
· Antifascismo
· Archivi della Resistenza
· Brigata Fratelli Rosselli
· Brigate di Solidarietà Attiva
· Campi di Sterminio
· Circolo Giustizia e Libertà
· controappuntoblog
· dax resiste
· Fondazione Cipriani
· Fondazione Memoria della Deportazione
· fuochi di resistenza
· Giuseppe Scaliati
· Informa-azione
· La resistenza sconosciuta
· Maldestra radio
· Misteri d'italia
· Ngvideo antifa
· Nuova alabarda
· Osserv. dem. antifa
· Paolo Dorigo
· Parma Antifascista
· puglia antagonista
· Radio Vostok
· rednest.org
· Reti invisibili
· Staffetta
· Storie dimenticate
· Stragi di stato ipertesto
· Trento antifascista
· Valerio Verbano
· Verità per Renato
· Wu Ming
· Zic

calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |

pubblicato il 1.02.17
Ostia: ragazzo aggredito da cinque fascisti di Casapound
·
Ostia, un ragazzo aggredito da cinque militanti di Casapound mentre si dirigeva verso la sua macchina. Era stato minacciato pi√Ļ volte. Gli abitanti di Ostia denunciano l'escalation di aggressioni di matrice fascista.

Diego Gianella ‚Äď questo il nome del ragazzo che √® stato picchiato da cinque militanti di Casapound ‚Äď √® un attivista di Alternativa Onlus, associazione che opera da tempo sul territorio occupandosi di assistenza ai senza fissa dimora e alle ragazze che vogliono uscire da giri di prostituzione, racket e usura. Molto attivo a Ostia, era gi√† stato minacciato in passato dagli appartenenti all'organizzazione neofascista, che stavolta sono passati all'azione. Ieri, i militanti di Casapound si sono presentati in forza al Municipio - mentre si teneva il primo incontro sul piano regolatore del sociale, ‚ÄúRoma ascolta Roma‚ÄĚ - sbarrandone l'ingresso.

Diego ha provato a entrare dall'entrata principale, ma gli √® stato impedita con la forza. Nel frattempo, √® volato anche qualche spintone tra il ragazzo e i militanti fascisti. Dopo aver subito questo primo soprusso, e resosi contro dell'impossibilit√† di partecipare all'incontro, Diego si √® diretto verso la sua la macchina per tornare a casa. Ma non si √® accorto di essere seguito da cinque militanti di Casapound, che poi lo hanno aggredito, buttandolo a terra e picchiandolo violentemente con calci e pugni. Il risultato sono due costole rotte e quindici giorni di prognosi. Diego ha sporto denuncia ai carabinieri di Ostia e ha raccolto tutta la solidariet√† del territorio, che non ne pu√≤ pi√Ļ delle scorribande di Casapound.

Le aggressioni compiute dall'organizzazione fascista negli ultimi anni, a Ostia ma non solo, crescono a una velocità impressionante: in genere i camerati agiscono di notte, coperti dal buio, e se la prendono con persone che spesso si trovano isolate. Come nel caso di Diego che, nonostante sia stato stato picchiato in un parcheggio alla luce del giorno, ha dovuto sostenere un improbabile cinque contro uno. Tutto questo avviene in un clima di silenzio e omertà in cui le forze dell'ordine, che pure erano presenti fuori dal Municipio quando è avvenuta l'aggressione, si guardano bene dall'intervenire contro Casapound. Allo stesso modo, anche le istituzioni continuano a tollerare il fatto che un'organizzazione neofascista violenta e xenofoba continui le sue scorribande completamente impunita.

http://www.dinamopress.it/news/ostia-ragazzo-aggredito-da-cinque-fascisti-di-casapound

azioni_fasciste
r_lazio


articolo precedente           articolo successivo