antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Bologna In piazza Carducci solo gli antifa
- Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista
- Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
24.06.20 Il "modello" Vicenza, dove neofascisti ed estremisti siedono al Palazzo
23.06.20 Toh, l'interesse dei neofascisti di CasaPound per la periferia era solo un bluff in favore di tv
22.06.20 Estrema destra, terrorismo nero (anche italiano) non è solo su Internet: ha armi, bombe, razzi e progetta attentati contro musulmani ed ebrei
17.06.20 Cosa si muove dietro l'alleanza nera tra neofascisti, ultras e no 5g
16.06.20 Il movimento Boogaloo (Usa)
8.06.20 Nel palazzo occupato da Casapound a via Napoleone III nessuno è indigente
4.06.20 George Floyd – Paramilitari, suprematisti bianchi pro-Trump e anarchici: la galassia di gruppi che infiltra la protesta negli Stati Uniti
29.04.20 Il virus nero - Servizio di Report
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 20.09.16
21-25 settembre 2016 Le 5 giornate di Modena
·
Per la fine di questo settembre come Rete Antifascista Modenese abbiamo deciso di organizzare un Festival il cui programma seguirà la successiva scaletta:




Mercoledì 21
H19 al Parco della Resistenza cena con Osteria Vegan e a seguire concerto di "Devas con Re Cane e suo marito"
H21 Spettacolo teatrale in cui si esisce la compagnia "Chili S di sale" con "La storia di Giovanni Anselmi, saltè per aria, mai piò caté"

Giovedì 22
H20 Nel parcheggio della Coop in via Canaletto Sud ci sarà la proiezione del film-documentario "Lo stato di paura" di Burchiello e Parissone

Venerdì 23
H16.30 Dal punto di raccolta alla Coop in via Canaletto Sud partirà una passeggiata di quartiere con la comunità meticcia nata dall'esperienza delle occupazioni abitative di via Bonaccorsa e Sant'Eufemia
H21 Serata hip-hop al Laboratorio S.Co.S.S.A. in via Carteria 49 con SDP Crew e rapper locali, a seguire open mic

Sabato 24
H15 Ritrovo in piazza Sant'Agostino per la biciclettata itinerante antifa
H20 Cena sociale allo Spazio Libertario Stella Nera in via Folloni 67

Domenica 25 - Giornata conclusiva al Parco XXII Aprile
H10 Inizio della giornata con i mercatini biologici dei produttori locali della rete Genuino Clandestino Modena
H13 Pranzo sociale con buffet con Osteria Vegan
H15 Assemblea di presentazione della Rete Antifascista Modenese
H17 Pomeriggio di sport popolare: pallavolo, calcio, boxe
H19 Cena sociale con Osteria Vegan
H20 Freestyle rap con open mic, a seguire concerti con Pyongyang Mojo, Medicamentosa, Taste of Cindy, Nati Così, Her Skin

Nella società in cui viviamo stanno avvenendo cambiamenti importanti, che devono indurci ad un costante stato di attenzione: dinamiche di sfruttamento ed autoritarismo sono diventate la normalità dal mondo del lavoro a quello della scuola e rischiano di contaminare i nostri comportamenti e le nostre azioni quotidiane. I più basilari diritti di ogni individuo vengono depredati continuamente da chi considera le persone come moneta corrente su cui speculare; tutto questo è reso possibile dalle politiche neoliberiste del Partito Democratico in perfetta sintonia con la volontà Europea.

I conflitti in Medio Oriente e nelle periferie dell’Europa rappresentano l’apice della politica di rapina che il capitalismo occidentale sta perpetrando. I migranti che si riversano sulle frontiere della “Fortezza Europa” sono genti in fuga dall’orrore di una guerra imperialista di cui anche l’Italia è complice.

Dallo squallore e dall’ignoranza emergono nuovamente gruppi neofascisti che sporcano la nostra città con la loro presenza, soprattutto in quei quartieri in cui i problemi sociali sono forti. Costoro predicano razzismo e odio xenofobo, invocano sicurezza ‘prèt a portèr’ con ronde ed intimidazioni. L’estrema destra propone un’insensata lotta tra poveri, che vuole gli sfruttati italiani contro gli sfruttati stranieri. Questo andrebbe ad avvantaggiare unicamente padroni ed imprenditori. Giustizia e dignità si conquistano solo restando uniti contro l’arroganza del potere e lo sfruttamento capitalista.

Nella nostra città, da tempo, una dilagante povertà e l’arricchimento di pochi, generano una crescente rabbia sociale. L’interesse della classe dirigente è che questa rabbia sfoci nell’odio verso il ‘diverso’ piuttosto che contro i veri responsabili, ovvero chi promuove sfruttamento nascosto dal velo legale ed istituzionale, che anche in questa città si chiama Partito Democratico!
Ridurre l’antifascismo ad una ricorrenza vuol dire cristallizzare il concetto di resistenza e falsificare quello di liberazione. Per questi motivi nasce la Rete Antifascista Modenese: un coordinamento di collettivi e singoli individui, che credono che liberazione e resistenza siano pratiche da attuare in stato d’allerta quotidiana per scardinare i meccanismi della nostra società su cui la mentalità fascista si sviluppa.

Non lasciamo che la storia si ripeta, fermiamoli!

Rete Antifascista Modenese

https://staffetta.noblogs.org/post/2016/09/18/mo-le-cinque-giornate-di-modena-dal-21-al-25-settembre/

manifestazioni antifa
r_emiliaromagna


articolo precedente           articolo successivo