antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom
- Vicenza, vede un immigrato e lo accoltella alla pancia. Arriva la polizia: picchia anche gli agenti

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
4.06.20 George Floyd – Paramilitari, suprematisti bianchi pro-Trump e anarchici: la galassia di gruppi che infiltra la protesta negli Stati Uniti
29.04.20 Il virus nero - Servizio di Report
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa
9.10.19 Dove si radunano i neofascisti tra social network e dark web
18.09.19 Repubblica: “I Signori della Curva spa tra manganelli e Cosa nostra. Viaggio all’interno delle curve italiane”
22.08.19 Diabolik, Roma sud blindata per i funerali. Saluti romani all’arrivo della bara nera.
20.08.19 Fascismo del vecchio e nuovo millennio: viaggio “nel cuore nero” di Brescia
20.08.19 Sì, il problema di Roma è (anche) Casapound
9.08.19 Omicidio Diabolik, ex leader Irriducibili: "Nostre strade divise da tempo" - doppio filo, tra gli Irriducibili e Forza Nuova

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 2.11.15
Bolzano, la Uil sospende la delegata diventata militante di CasaPound
·
Bufera sul caso di Caterina Foti. Il segretario provinciale Toni Serafini: «Da noi non c’è spazio per i fascisti del terzo millennio»

BOLZANO. «Caterina si è messa fuori da sola. L’appartenenza a CasaPound è incompatibile con il nostro sindacato. Con i valori di libertà e democrazia che sono scritti nero su bianco nel nostro statuto». Toni Serafini, segretario provinciale della Uil, non fa giri di parole: Caterina Foti, delegata Uil della funzione pubblica, che ha annunciato di essersi iscritta a CasaPound, verrà convocata nelle prossime ore per “un chiarimento”: se non si farà da parte da sola, ci penseranno i probiviri. «Una cosa è certa - prosegue Serafini -: con i fascisti non vogliamo avere nulla a che fare. Uno dei nostri padri nobili è il martire della Resistenza Bruno Bozzi, trucidato dalle bande nere nel 1944. Su queste cose non si scherza. Non si tratta di una ritorsione verso la Foti, ma di una questione di coerenza e buon senso. È lei che ha fatto cortocircuito: non si può stare dentro la Uil e CasaPound».

Nervi tesi ieri. Telefonate e messaggi per tutta la giornata. Dice un delegato: «Un danno di immagine enorme. Che figura ci facciamo? Quelli della Cgil già ci sfottono...».

Il caso è delicato.

Caterina Foti, che alle elezioni comunali di maggio era stata eletta nel consiglio di circoscrizione Europa Novacella con Alto Adige nel cuore, nei giorni scorsi ha annunciato il suo passaggio a CasaPound, diventando il terzo consigliere di quartiere del movimento di estrema destra.

Lo statuto della Uil prevede l’incompatibilità tra la carica sindacale e l’attività politica. Finchè la Foti stava con la destra moderata di Alessandro Urzì, nessuno aveva posto il problema. Ora che è passata a CasaPound, si è scatenato un putiferio.

«E vorrei vedere - attacca Serafini -. Caterina è una brava delegata sindacale. Ma questi di CasaPound non esitano a definirsi i “fascisti del Terzo Millennio”. Noi siamo anti-fascisti, chiaro? Mi chiedo come faccia lei a stare dentro al nostro sindacato. Anche nella sua intervista all’Alto Adige di ieri, ha sottolineato che Mussolini ha fatto cose buone, che lei ce l’ha nel dna. Bene, la Uil ha un dna diverso dal suo. Quella è la porta, si accomodi pure...».

Il problema è che Caterina Foti non è una semplice iscritta. È una delegata sindacale della Uil/Fpl (la funzione pubblica), responsabile del Comparto dell’Azienda Servizi sociali Bolzano. Un settore con oltre mille dipendenti.

«Una brava, molto brava», spiega il segretario provinciale della categoria Giovanni Pandini. “Una” che tratta le vertenze e i contratti con i vertici dell’Assb. Tignosa e precisa. Talmente brava che Pandini stava per proporla per la segreteria. «Ma mi rendo conto - dice dispiaciuto - , che ormai la sua presenza è diventata ingestibile. L’ho chiamata, le ho parlato. Spero che la cosa si risolva in modo ragionevole, senza il ricorso ai probiviri».

Il timore è che CasaPound possa trasformare la cosa in un boomerang.

Della serie: l’avete cacciata perché ha idee diverse dalle vostre.

Serafini non si scompone: «È vero: ha idee diverse dalle nostre. La sua presenza non è più gradita. Ma dico: noi abbiamo centinaia di iscritti tra gli immigrati. Come possiamo avere una delegata che li rispedirebbe tutti indietro a calci nel sedere? Che nega persino al cittadinanza ai bambini nati qui. Che figura ci facciamo? Un sindacalista della Uil è un antifascista che crede nella libertà e nella democrazia. Che non discrimina nessuno e che difende tutti, italiani e non».

http://altoadige.gelocal.it/bolzano/cronaca/2015/11/01/news/bolzano-la-uil-sospende-la-delegata-diventata-militante-di-casapound-1.12370128

news
r_trentino


articolo precedente           articolo successivo