antifa home page

Il Progetto

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Savona, il quartiere rosso di Villapiana si mobilita contro la nuova sede di Casapound
- A Brescia il corteo antifascista contro Forza Nuova
- Verona, il writer che combatte il fascismo con i colori
- Cesena Forza Nuova al liceo, appello del Comune all’autorità di ps
- Cesena Manifestazione di Forza Nuova davanti ai licei, 50 prof: "Sbagliato autorizzarla lì"
- Roma, corteo di donne affronta militanti CasaPound: "Qui i fascisti non li vogliamo"
- Udine, rassegna jazz lascia la città: “Non collaboriamo con il nuovo sindaco che ha vinto con i voti dei neofascisti”
- Migranti, marcia No Tav contro estremisti di destra: scontri con la Gendarmeria al confine tra Italia e Francia
- Ufficiale: Bologna vieta gadget e spazi pubblici a fascisti e razzisti
- Niente piazze ai fascisti sull'Appennino Bolognese, la sfida di Forza Nuova: "Presto in piazza"
- Livorno, Lega organizza comizio a teatro. Lavoratori scioperano per protesta: “Candidato xenofobo e omofobo”
- Liberi e Uguali si rifiuta di partecipare alla Tribuna elettorale Rai con CasaPound

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
19.07.18 Come Verona è diventata l’incubatrice dell’odio
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound
3.05.18 Verona, dove comanda l’estrema destra
26.04.18 Gli antifascisti di domani
26.04.18 Fenomenologia dell'onda nera
4.04.18 Esclusivo: caccia ai soldi della Lega
2.03.18 I camerati abusivi di CasaPound: parenti e amici vivono gratis nel centro di Roma
1.03.18 Ma Pasolini non stava con i poliziotti
26.02.18 Chi sono i candidati di Forza Nuova: poliziotti, picchiatori, nostalgici delle SS e figli di mafiosi
26.02.18 Roberto Fiore: “Magistrati di Palermo deviati come 40 anni fa”. Quando Falcone voleva interrogarlo per il caso Mattarella
14.02.18 Trasformisti, fascisti, impresentabili e ras delle clientele: ecco le liste al Sud di Matteo Salvini
1.02.18 Ritratto del neofascista da giovane
30.12.17 La leggenda dell’«architettura fascista»: un dibattito distorto su memoria e spazio urbano
28.12.17 Fascisti su Facebook, a gestire i gruppi neri ci sono anche i poliziotti
21.12.17 Saluti romani in consiglio comunale a Gorizia e chiamata alle armi a Trieste
20.12.17 La Galassia Nera: i gruppi e le associazioni che ruotano attorno a Lealtà Azione
20.12.17 I segreti di Roberto Fiore, il fascista a capo di Forza Nuova Terrorista nero.
10.12.17 Chi ha pagato Forza Nuova: retrospettiva 2001 sulle origini. "L' accusa del dossier C' è un livello occulto"

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

Ricerca per parole chiave | Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 2.11.15
Roma, la moda dei bistrot francesi (e fascisti)
·
Esponenti dell'estrema destra d'Oltralpe, legati in vario modo a Marine Le Pen, in trasferta nella Capitale italiana. Dove aprono e gestiscono attività per la vendita di prodotti alimentari. Ma qual è la vera ragione per cui sono venuti?

A Roma, nel quartiere Prati, 
è stato aperto di recente “Le Carré Français”, un lussuoso concept-store che si estende su 600 metri quadrati dove si vendono prodotti alimentari francesi con annesso ristorante. Uno spazio attraente. E che suscita curiosità visti i nomi dei proprietari: Jildaz Mahé 
e sua moglie Florence Lagarde. Lui è un vecchio militante del gruppo di estrema destra “Groupe Union Défense” (Gud), noto per le pratiche violente, mentre lei 
è considerata molto vicina a Marine Le Pen. Sulla pagina Facebook del ristorante molti ex membri del “Gud” esaltano le qualità culinarie del locale. 
E la stessa cosa fanno dei militanti di “CasaPound”.

Proprio vicino alla sede di “CasaPound” qualche mese fa è stato invece aperto il “Carré Monti”. I proprietari? Di nuovo due francesi di estrema destra, Pierre Simoneau 
e Sébastien de Boëldieu. 
Il primo gestisce con Gianluca Iannone, leader di CasaPound, l’osteria “Angelino”, il secondo promuove l’organizzazione italiana in Francia. Qui gli avventori mostrano orgogliosi 
i loro tatuaggi con la scritta mussoliniana “Me ne frego”, sui muri un ritratto di Giovanna d’Arco e una pubblicità razzista del cioccolato “Banania”. 
«Il Carré Monti vende prodotti del Carré français», conferma Chiara, compagna di de Boëldieu. I due locali sono regolarmente frequentati da un altro francese di estrema destra trasferitosi a Roma, Frédéric Chatillon.

La società di quest’ultimo, 
la “Riwal” nel 2012 si è occupata della campagna presidenziale di Marine Le Pen, di cui era compagno d’università. Qualche mese fa, grazie alle sue entrature negli ambienti neofascisti romani, Chatillon aveva anche organizzato un incontro tra Assunta Almirante e Marine 
Le Pen. Marine, come tutti 
i politici in Francia, ha un suo “micro-parti”, termine che definisce strutture politiche incaricate di raccogliere 
fondi per finanziare i partiti aggirando la legge sul loro finanziamento. Quello di Marine si chiama “Jeanne”, 
è presieduto da Florence Lagarde (pure compagna di università) e ha stretti rapporti con la società di Chatillon.

Connessioni che sollevano molte domande. Perché questi militanti di estrema destra si sono trasferiti a Roma? Che scopi hanno? Quali legami hanno con la Le Pen? Marine, nel tentativo di dare una patina di rispettabilità al Front National ha deciso di citare 
in giudizio chiunque definisca 
il partito di “estrema destra”. Quando le era stato chiesto, nel 2012, dei suoi rapporti con Chatillon lo aveva definito un “prestatore di servizi”. Quali servizi rende oggi a colei che vuole diventare nel 2017 presidente della Francia?

http://espresso.repubblica.it/attualita/2015/10/30/news/la-nuova-moda-dei-ristoranti-francesi-e-fascisti-a-roma-1.236723

documentazione
r_lazio


articolo precedente           articolo successivo