antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Donna aggredita in pizzeria a Mereto di Tomba perché non parla friulano
- Ascoli, barista caccia cliente omosessuale: “Sono nazista, non voglio gay nel mio locale”
- Brescia Danno fuoco alle roulotte, poi sparano contro chi scappa: “Zingari di me**a, vi ammazzo tutti”
- Torino, aggressione omofoba in un condominio: «Sei gay, ti ammazziamo»
- Modena Bomba carta e bottiglie molotov contro il centro di accoglienza per migranti
- Sondrio, insulti razzisti poi calci e pugni: senegalese in ospedale
- Raid punitivo contro alloggio di migranti: Piacenza, tre indagati
- Pisa, ancora un’aggressione omofoba: “Fate schifo”, poi sputi e pugni
- Genova Frasi razziste a immigrato, poi botte
- Sparano a uno straniero ed esultano, due persone nei guai nel Modenese
- Migrante pestato a sangue a Sassari Un 22enne della Guinea aggredito da cinque ragazzi in pieno centro
- Roma, spedizione razzista contro il fioraio a Cinecittà

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake
- Libro sulle "atrocità partigiane", l'Anpi di Reggio Emilia contrattacca: presidio e minacce di denuncia
- San Lorenzo: Forza Nuova sfregia murales ai partigiani, che viene ripristinato dopo un’ora
- Trieste, doppio corteo: CasaPound e antifascisti in piazza
- Venaria, il sindaco toglie i fiori lasciati sulla tomba da CasaPound: “Non c’è spazio per i fascisti”
- Comunicato ANPI – La Liberazione di Predappio
- Cristiani, islamici, ebrei: a Trieste tutti uniti contro CasaPound

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
20.01.19 Polonia Il delitto Adamowicz e il sottobosco di estrema destra
13.01.19 La sede dei fascisti di Avanguardia Nazionale è in uno stabile del Comune di Roma
13.01.19 Calcio, la piaga nera del tifo fascista
17.12.18 Le sfumature nere della Lega di Salvini
20.11.18 Bolivia: Il neofascista italiano Diodato tra i registi della strage di Pando
18.11.18 CasaPound e Forza Nuova a confronto
14.11.18 FBI: Milizia neo-nazista addestrata dall'esercito americano in Ucraina, ora prepara i Suprematisti bianchi degli USA
12.11.18 Veneto Fronte Skinheads, radiografia dell'associazione
12.11.18 Così i neofascisti assediano Brescia
11.11.18 Il governo di Varsavia marcia con l’estrema destra europea
29.10.18 CasaPound non paga neppure le bollette: debiti per centinaia di migliaia di euro
17.10.18 Processo Cavallini, Ansaldi parla di Fioravanti: ''È un uomo della P2''
12.10.18 I legami pericolosi tra il partito di Matteo Salvini e la 'ndrangheta
24.09.18 Stati nazisti d’America, tra svastiche, Hitler e sostenitori dello "sterminio necessario"
31.07.18 Razzismo di stato: Casa Pound non fa paura, Salvini sì
29.07.18 Allarme Capitale, i neri di San Giovanni
25.07.18 L’autrice del post sullo smalto di Josepha: “Twittare è il mio lavoro. Mi finanzia CasaPound”
19.07.18 Come Verona è diventata l’incubatrice dell’odio
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 27.05.15
Lecce Scontri prima del corteo di Casa Pound: notificato l'avviso di conclusione delle indagini ai dodici indagati
·
Lecce. Sono ufficialmente chiuse le indagini, relative agli scontri tra manifestanti delle opposte fazioni politiche di Casapound e "Binario 68 occupato" e i dodici indagati sono stati raggiunti nelle scorse ore, dalla notifica dell'avviso di conclusione delle stesse, disposto dal Procuratore Aggiunto Antonio De Donno.

Nelle prossime ore si attende la revoca dell'obbligo di dimora per gli indagati, tra cui compaiono quattro salentini: Carla, 27enne di Monteroni, Matteo, 24enne di Lecce (il giovane, figlio dell’ex consigliere comunale leccese dei Verdi, Mauro, fu pestato la sera del 2 gennaio 2012 da quattro estremisti di destra per le strade di Lecce); Paolo, 37enne di Lecce ed Alessandra, 37enne di Trepuzzi residente a Milano, appartenenti al gruppo "Binario 68 occupato" (il nome dello stabile in cui si radunavano gli"antifascisti") ed altre 8 persone provenienti da città del centro-nord ,Luigi Bassanti, 34enne di Lucca; Andrea Buonamici, 23enne di Monzumanno Terme (prov. di Pistoia); Marco Clemente, 37enne di Milano; Guido Giuseppe Giraldi, 25enne di Sesto Fiorentino (prov. Di Firenze); Attilio Granato, 39enne di Roma; Pierpaolo Mora, 30enne di Parma; Marco Racca, 32enne di Torino; Eugenio Palazzini, 31enne di Monte San Savino (prov. Di Arezzo).

Nel febbraio scorso, i quattro salentini, su disposizione del Gip Annalisa de Benedictis e gli altri 8 indagati (trattasi soprattutto di coordinatori regionali del movimento di estrema destra), erano stati raggiunti dall'"obbligo di dimora" nei loro comuni di residenza, con l’accusa di "rissa aggravata". L'operazione ha dunque visto l'intervento coordinato, di uomini delle Digos di Arezzo, Bologna, Lucca, Milano, Parma, Pistoia, Roma e Torino ed è stata illustrata, nei mesi scorsi, nel corso della conferenza stampa tenuta dal Procuratore Capo della Repubblica di Lecce, Cataldo Motta. Agli inizi di marzo, invece, gli avvocati degli indagati chiesero in sede di Riesame, la revoca del provvedimento, ma il collegio presieduto da Stefano Marzo, giudici a latere Anna Paola Capano ed Antonio Gatto ha deciso di rigettare la richiesta degli avvocati.

La rissa avvenuta durante la notte tra giovedì 4 e venerdì 5 settembre 2014, nei pressi di Piazza Sant’Oronzo, prima della Festa nazionale di Casa Pound- dal 5 al 7 settembre dello scorso anno, alla presenza di circa 400 militanti, provenienti da tutta Italia- che coinvolse i gruppi antagonisti del movimento di estrema destra e di Binario 68 occupato.I militanti di quest'ultimo gruppo, nell'ambito di una serie di contro-manifestazioni, si erano resi protagonisti di vari danneggiamenti e dell’occupazione per un lungo lasso di tempo, della stazione ferroviaria di Lecce ed infine della violenta colluttazione con gli appartenenti a Casapound. I partecipanti alla rissa, almeno una quarantina,si scontrarono per le strade di Lecce (la colluttazione avvenne intorno alle 2 di notte, in via degli Acaya, alle spalle di piazza Sant'Oronzo)a colpi di bottiglie, cinghie, calci e pugni, lasciandosi alle spalle devastazione e sangue. Le telefonate di alcuni privati cittadini, allarmati dai rumori e dalle urla, allertarono le forze dell'ordine; le telecamere cittadine,documentarono nei giorni successivi la violenza. Proprio dall’analisi dei filmati, gli agenti di polizia sono riusciti a risalire ai dodici responsabili degli scontri.

http://www.leccenews24.it/cronaca/scontri-prima-del-corteo-di-casa-pound-notificato-l-avviso-di-conclusione-delle-indagini-ai-dodici-indagati.htm

repressione
r_puglia


articolo precedente           articolo successivo