antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista
- Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
24.06.20 Il "modello" Vicenza, dove neofascisti ed estremisti siedono al Palazzo
23.06.20 Toh, l'interesse dei neofascisti di CasaPound per la periferia era solo un bluff in favore di tv
22.06.20 Estrema destra, terrorismo nero (anche italiano) non è solo su Internet: ha armi, bombe, razzi e progetta attentati contro musulmani ed ebrei
17.06.20 Cosa si muove dietro l'alleanza nera tra neofascisti, ultras e no 5g
16.06.20 Il movimento Boogaloo (Usa)
8.06.20 Nel palazzo occupato da Casapound a via Napoleone III nessuno è indigente
4.06.20 George Floyd – Paramilitari, suprematisti bianchi pro-Trump e anarchici: la galassia di gruppi che infiltra la protesta negli Stati Uniti
29.04.20 Il virus nero - Servizio di Report
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 26.10.13
Strage 2 Agosto: Mambro e Fioravanti "Non pagheremo il risarcimento"
·
L'Avvocatura di Stato ha chiesto oltre un miliardo di risarcimento per la strage alla stazione di Bologna, ma loro non sono disposti a tirare fuori neanche un euro. Perchè, sostengono, i termini per chiedere il risarcimento record è scaduto da anni. E perchè, particolare non secondario, quei soldi non li hanno e mai li avranno. Valerio Fioravanti e Francesca Mambro, condannati per l'attentato del 2 agosto 1980, tramite i loro legali e con una lunga memoria difensiva, spiegano perchè si oppongono alla richiesta avanzata dallo Stato nella causa civile. Secondo i calcoli fatti dall'avvocatura di Stato, circa 59 milioni sono dovuti come danno patrimoniale, mentre il grosso della cifra, un miliardo, rientra nel danno non patrimoniale.

Su quest'ultima parte si concentrano maggiormente le critiche degli avvocati di Mambro e Fioravanti, perchè la valutazione arriva "a seguito di una lunga, ma (a nostro avviso) assai confusa divagazione sugli aspetti della personalità dello Stato che si asserisce essere lesi". Peraltro lo Stato chiede al giudice di quantificare in maniera piu' precisa l'entità del danno, vista "la notevole difficoltà di fornire la prova dell'effettiva misura" dello stesso. E come unico supporto della loro richiesta, incalza la difesa, l'avvocatura allega una comunicazione della presidenza del Consiglio dei ministri in cui si legge che "si reputa equa una pretesa creditoria ammontante a un miliardo di euro".

La difesa di Mambro e Fioravanti si chiede perchè l'amministrazione dello Stato "abbia aspettato 18 anni per far valere un diritto economico che si prescrive (al massimo) in dieci". E "ancora e soprattutto quale sia lo scopo concreto, e prima ancora il senso, che si vuole perseguire con una richiesta risarcitoria di un miliardo e 59 milioni nei confronti di due soggetti da 25 anni nelle mani dello Stato, sia nell'essere che nell'avere". Nella memoria difensiva si fa presente infatti che Mambro e Fioravanti hanno entrambi un reddito che non supera di molto i 16 mila euro all'anno, e che non posseggono immobili, ne' hanno depositi di denaro "che consentano una qualsivoglia solvenza". Quindi, se anche dovessero essere condannati, i due, insieme, "in una vita intera, non riuscirebbero a mettere insieme neanche una millesima parte di quanto preteso". Senza dimenticare che le pretese dello Stato sono "tardivamente avanzate oltre che, quanto al danno non patrimoniale, genericamente individuate e sommariamente quantificate".

Infatti, visto che Mambro e Fioravanti sono stati condannati con sentenza definitiva della Cassazione il 23 novembre del 1995, la prescrizione di dieci anni per il diritto risarcitorio è scaduta il 23 novembre del 2005. A prescindere infatti dalla gravità del reato, ragionano i legali dei due ex terroristi neri, "gli ipotetici 'debitori' non possono soggiacere senza limiti di tempo ala incertezza del se gli ipotetici 'creditori' azioneranno mai il diritto".

"C'è un termine- prosegue la memoria- a tale stato di incertezza e indeterminatezza, e il termine, per quanto a noi interessa, è trascorso e decorso senza che alcuna azione sia stata" proposta. Inoltre Giusva Fioravanti e Francesca Mambro sono "un uomo e una donna liberi, rispettivamente dal 2009 e dal 2012. Perchè aspettare che l'intero percorso espiativo penale fosse concluso per (ri)avviare la ruota giudiziale, questa volta civile?". Nel merito, poi, si legge che riguardo ai danni non patrimoniali, "è onere del danneggiato fornire al giudice di merito i necessari elementi di prova funzionali a dimostrare, sul piano processuale, tanto l'esistenza quanto l'entita' delle conseguenze dannose risarcibili". Ma l'avvocatura di Stato, eccepisce la difesa, "omette non solo di provare, ma anche solo di spiegarci come e in quali termini, in quale modo il 'diritto all'esistenza dello Stato' sarebbe stato violato". Non bisogna dimenticare infatti che la strage alla stazione di Bologna viene indicata dagli storici come "l'ultimo atto terroristico riferibile al cosiddetto periodo stragista". L'integrità dello Stato risultava già minata da prima, sostiene la difesa, visto che nei dieci anni precedenti alla bomba alla stazione di Bologna "si erano verificati numerosi attentati nei quali rimasero uccise complessivamente 50 persone e ferite 358". A Mambro e Fioravanti, insomma, non può essere addossata questa colpa: ecco perchè, dicono i loro legali, la richiesta dell'avvocatura di Stato risulta "esorbitante" e "senza alcun supporto probatorio".

Nella parte finale gli avvocati ricordano che i due sono da pochi anni liberi a tutti gli effetti e che non si sono mai sottratti "a quei riflettori puntati su di loro da 1980. Al contrario, mettendoci sotto loro stessi con pubblicazioni, interviste, con attivita' socio-culturali. Senza fini di lucro".
Il tutto "in un percorso di ravvedimento, espiazione, riabilitazione al mondo e alla vita, esemplarmente ineccepibile". Mambro e Fioravanti, azzardano i legali, "dovrebbero rappresentare proprio quel fiore all'occhiello dell'articolo 27 della Carta costituzionale e del suo fine rieducativo della pena". Per questo i loro avvocati chiedono che il giudice dichiari prescritto ogni diritto al risarcimento e che rigetti la richiesta dello Stato perchè infondata.

http://bologna.repubblica.it/cronaca/2013/10/26/news/2_agosto_un_miliardo_a_mambro_e_fioravanti_ma_loro_non_sono_disposti_a_pagare-69486556/

stragismo
r_emiliaromagna


articolo precedente           articolo successivo