antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom
- Vicenza, vede un immigrato e lo accoltella alla pancia. Arriva la polizia: picchia anche gli agenti

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
29.04.20 Il virus nero - Servizio di Report
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa
9.10.19 Dove si radunano i neofascisti tra social network e dark web
18.09.19 Repubblica: “I Signori della Curva spa tra manganelli e Cosa nostra. Viaggio all’interno delle curve italiane”
22.08.19 Diabolik, Roma sud blindata per i funerali. Saluti romani all’arrivo della bara nera.
20.08.19 Fascismo del vecchio e nuovo millennio: viaggio “nel cuore nero” di Brescia
20.08.19 Sì, il problema di Roma è (anche) Casapound
9.08.19 Omicidio Diabolik, ex leader Irriducibili: "Nostre strade divise da tempo" - doppio filo, tra gli Irriducibili e Forza Nuova
9.08.19 L’Italia nera

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 16.11.08
Bologna: Pestaggio nazista questa notte in centro: due ragazzi feriti, uno grave
·
I naziskin sono conosciuti e fanno parte di gruppi dell'estrema destra bolognese. I ragazzi picchiati avevano un look "troppo alternativo" per incrociare dei fascisti. Uno di loro è all'ospedale e dovrà essere operato.

15 novembre 2008

Questa notte, verso le tre e mezza, un gruppo di ragazzi che veniva da una festa di laurea in Piazza Santo Stefano, ha incrociato, dalle parti di Piazza della Mercanzia, un gruppo di nazisti che li ha aggrediti e picchiati. La ragione non c’è: è solo perché avevano un look da alternativi, da “compagni”, o perché alcuni di loro portavano appresso dei bonghi.
Due dei ragazzi aggrediti sono rimasti feriti. Uno dei due, colpito più volte al volto, è stato ricoverato all’ospedale con prognosi di 25 giorni, ha fratture al viso e una sacca di sangue dietro l’occhio. E’ stata allertata l’equipe di medici del reparto di chirurgia maxillo facciale dell’Ospedale Bellaria per un intervento urgente.
La polizia ha dichiarato di avere arrestato quattro degli aggressori e sarebbe sulle tracce di altri due. Si tratta di aderenti a gruppi di estrema destra. Due degli arrestati farebbero parte del gruppo musicale fascista “legittima offesa”, protagonisti del documentario “Nazirock”.
Si tratta di un episodio gravissimo che allinea la nostra città, per quanto riguarda i pestaggi della bande nazi, a Roma, Verona e il Veneto. Occorre una riposta di massa per gridare a chiara voce che Bologna non può essere terreno per le loro squallide scorribande.

http://www.zic.it/zic/articles/art_3495.html




Aggrediscono studenti dopo una festa
Arrestati quattro esponenti dell'estrema destra

Offesi e aggrediti con bottiglie e sedie due giovani sono finiti in ospedale con naso e mascella fratturati. la Digos ha arrestato quattro persone tutti vicini ai movimenti di destra radicale e all'area skinheads

Bologna, 15 novembre 2008 - Prima sono stati offesi poi aggrediti anche con bottiglie, sedie e sgabelli. Il bilancio della rissa avvenuta la notte scorsa sotto le due Torri è alto: due feriti e quattro arrestati. le accuse per quest'ultimi sono di lesioni gravi, minacce aggravate, porto abusivo di armi in concorso.

La rissa è avvenuta quando un gruppo di giovani di estrema destra ha prima offeso alcuni ragazzi di ritorno da una festa di laurea poi 'armati' di bottiglie ha ferito due persone una delle quali ha riportato un trauma cranico, la frattura del setto nasale e della mascella. Tra i quattro finiti in manette anche il responsabile giovanile di Forza Nuova per la provincia di Bologna, tutti vicini ai movimenti di destra radicale e all'area skinheads.

Gli studenti dopo una festa di laurea (sei o sette in tutto con tanto di bongo e alcuni dei quali vestiti in stile «no global») hanno incrociato il gruppo di estrema destra (10 persone circa) in piazza della Mercanzia. Sono stati apostrofati con alcune frasi offensive (comunisti e partigiani di m…) e poi aggrediti. Il ragazzo ferito più seriamente (34 anni ricoverato prima all’ospedale S.Orsola poi trasferito al Bellaria) è caduto a terra ed è stato calpestato. Un altro ragazzo di 21 anni è rimasto lievemente ferito e ha avuto una prognosi di due giorni. Entrambi sono originari di Catanzaro.

Gli arrestati hanno usato sedie e sgabelli prelevati dai vicini locali e bottiglie di vetro. Prima è intervenuta una volante del commissariato Due Torri poi la Digos che ha fermato i 4 ragazzi riconosciuti successivamente sia dalle vittime che da alcuni testimoni oculari. In manette sono finiti: Luigi Guerzoni 33 anni bolognese residente a Ravenna, commerciante di professione e responsabile provinciale giovanile di Forza Nuova; Vincenzo Gerardi 26enne operaio di Cento (Ferrara) residente ad Argelato; Gunther Xavier Latiano studente universitario di 25 anni, nato in provincia di Foggia e residente a Bologna; Alessandro Malaguti operaio ventenne nato a San Giovanni in Persiceto e residente a Crevalcore.
Il Guerzoni ed il Malaguti sono anche noti nell’ambiente per essere componenti della band musicale «Legittima Offesa» ospite di diversi concerti «d’area» in tutta Italia. Guerzoni, inoltre, ha precedenti per reati di pubblica sicurezza (porto d’armi, discriminazioni razziali) ed il Gerardi è noto alle forze dell’ordine per danneggiamento, porto abusivo d’armi, rissa, ricettazione.

http://ilrestodelcarlino.ilsole24ore.com/bologna/2008/11/15/132912-aggrediscono_studenti_dopo_festa.shtml




"Partigiano" e lo pestano a sangue
Due studenti aggrediti da una squadraccia di Forza Nuova. Quattro arresti. Malaguti e Guerzoni finiti in in manette fanno parte di una band estremista
di Carlo Gulotta
BASTA poco, anche nella sonnacchiosa Bologna, per essere etichettati come "comunisti" e "partigiani" e meritare per questo gli insulti e un violentissimo pestaggio. Possono bastare i jeans strappati, una chitarra in spalla, un tamburo. Simboli di un "nemico". E se dall´altra parte c´è una squadraccia di naziskin, teste vuote e rasate, alcol a fiumi nello stomaco, tanta rabbia e abbigliamento d´ordinanza - anfibi, bomber e tatuaggi - guai a rispondere «I partigiani? Bisognerebbe ringraziarli, hanno liberato l´Italia». Per aver risposto così, uno studente calabrese di ingegneria di 34 anni prossimo alla laurea, per gli aggressori uno sconosciuto, uno che per giunta non ha mai fatto attività politica in vita sua, è stato insultato e pestato a sangue la notte scorsa da un gruppo di giovani aderenti a Forza Nuova in piazza della Mercanzia. Preso a calci anche un amico che ha cercato di sottrarlo alla furia.

I picchiatori sono stati individuati e arrestati dalla polizia pochi istanti dopo: sono Luigi Guerzoni, 33 anni, bolognese, secondo la Digos responsabile provinciale per i giovani di Forza Nuova, Vincenzo Gerardi, 26, detto "Miccia", border-line fra la formazione di ultradestra e i gruppi skinhead come Alessandro Malaguti, 20 anni, di Persiceto, anche lui in manette, e Gunther Xavier Latiano, 25, pugliese, domiciliato a Bologna, anche lui attivista della formazione neofascista di Roberto Fiore. Malaguti e Guerzoni suonano nella band "Legittima Offesa" protagonista del film "Nazirock", gruppo "nazionalista e anticomunista" (così sta scritto sul loro sito) amatissimo dai ragazzi della destra radicale.

In questura, almeno due di loro sono conosciutissimi: Guerzoni ha precedenti per armi, lesioni, episodi di discriminazione razziale e detenzione di materiale esplodente, Gerardi per danneggiamento e associazione a delinquere; entrambi l´estate scorsa erano finiti nell´inchiesta della pm Plazzi su una serie di pestaggi e aggressioni a immigrati e omosessuali. Una banda di picchiatori e razzisti, insomma. Una squadraccia "organica" a Forza Nuova, secondo gli inquirenti.


L´altra notte, quando sono stati bloccati in via Ugo Bassi dopo il pestaggio (Latiano è stato preso per primo, in una pizzeria da asporto sotto le Due Torri) con loro c´era anche una ragazza, rilasciata ieri a fine giornata perché ritenuta estranea all´aggressione. Ma davanti al bar in piazza della Mercanzia, prima della "punizione contro i nemici", l´altra sera c´erano almeno altre tre o quattro persone. La polizia li sta cercando.

Il racconto di "Franco", ricoverato al Maggiore col naso e la mascella rotti, un dente saltato via per i calci presi anche quando era già a terra e gli occhi chiusi dai lividi, è un film dell´orrore. «Io e i miei amici tornavamo da una festa di laurea. Verso le tre e mezza, quando siamo arrivati in piazza della Mercanzia, davanti a un bar sotto il portico siamo stati insultati da un gruppo di ragazzi con le teste rasate. No, mai visti prima. Ci hanno urlato contro "Comunisti di m. partigiani del c.". Probabilmente solo perché non eravamo vestiti come loro e avevamo gli strumenti musicali. Per evitare lo scontro ci siamo spostati sull´altro lato della strada. Ma quando ho sentito quell´insulto sui partigiani, beh, ho risposto. Ho detto che di loro bisogna essere fieri perché hanno liberato l´Italia. A quel punto ci hanno lanciato contro delle bottiglie e gli sgabelli del bar, sembravano delle belve. Mi sono saltati addosso tutti assieme, continuavano a pestare, una violenza inaudita».

Un amico di "Franco", nel tentativo di sottrarlo al pestaggio, è stato ferito in modo lieve. E´ andata assai peggio allo studente di Ingegneria: i medici, per ridurre i danni alla mascella, forse dovranno operarlo. «Sono belve - s´infuria la sorella - hanno picchiato degli sconosciuti perché a loro, probabilmente, sono sembrati dei "compagni". Ma che vita è mai questa, se per evitare rischi uno è costretto a mimetizzarsi fra la folla?».
(16 novembre 2008)

http://bologna.repubblica.it/dettaglio/Partigiano-e-lo-pestano-a-sangue/1546778




Raid nazista, si cerca un altro uomo. L'avvocato: "La politica non c'entra"
La sorella della vittima: "Parole che legittimano atti criminali"
di Carlo Gulotta
La polizia ha individuato un altro skin del commando legato a Forza Nuova che ha pestato a sangue un ragazzo in piazza della Mercanzia al grido "Comunista, partigiano di m...", e allo studente di Ingegneria arriva la solidarietà del Comune: il sindaco Cofferati e il presidente del consiglio comunale Sofri hanno telefonato ai familiari, manifestando partecipazione, e sdegno, e annunciando un intervento sulla notte di violenza col quale si aprirà la seduta di oggi.

E´ caccia al quinto uomo, già identificato, e sul forum di Forza Nuova, dove per tutta la giornata sono arrivati messaggi di solidarietà agli arrestati - da «Un abbraccio cameratesco a tutti» alle citazioni dai brani di "Legittima Offesa", la band nella quale suonano due degli arrestati - s´abbatte la "censura": ieri stop ai messaggi ed è comparso questo avvertimento.

«È notizia che alcune testate controllino questo forum per riportare citazioni e frasi che possono essere lesivi per il movimento. I comunicati saranno dati all´avvocato Correggiari, vicesegretario e difensore degli imputati. Eventuali azioni solidaristiche saranno vagliate nelle sedi opportune».

Correggiari, che medita di scrivere una lettera al ragazzo ferito, insiste: «non c´entra la politica con quanto è accaduto, è stata una rissa fra due gruppi di ragazzi ubriachi». La sorella della vittima non ci sta. «Parole inaccettabili che legittimano comportamenti criminali".

"Qualcuno dovrà spiegarmi com´è potuto accadere questo a Bologna". Il pm Tavano chiederà la convalida degli arresti e la custodia cautelare, con l´aggravante dei futili motivi, di avere agito in gruppo e dell´uso delle armi. Altri testimoni, estranei agli aggrediti, hanno riferito che è stato un attacco a freddo degli "skin". I partigiani dell´Anpi parlano di «clima estremamente pericoloso per la libertà e la stessa vita dei cittadini».
(17 novembre 2008)

http://bologna.repubblica.it/dettaglio/Raid-si-cerca-il-quinto-naziskin-Lavvocato:-Rissa-fra-ubriachi/1547067?ref=rephp

azioni_fasciste
r_emiliaromagna


articolo precedente           articolo successivo