antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista
- Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
24.06.20 Il "modello" Vicenza, dove neofascisti ed estremisti siedono al Palazzo
23.06.20 Toh, l'interesse dei neofascisti di CasaPound per la periferia era solo un bluff in favore di tv
22.06.20 Estrema destra, terrorismo nero (anche italiano) non è solo su Internet: ha armi, bombe, razzi e progetta attentati contro musulmani ed ebrei
17.06.20 Cosa si muove dietro l'alleanza nera tra neofascisti, ultras e no 5g
16.06.20 Il movimento Boogaloo (Usa)
8.06.20 Nel palazzo occupato da Casapound a via Napoleone III nessuno è indigente
4.06.20 George Floyd – Paramilitari, suprematisti bianchi pro-Trump e anarchici: la galassia di gruppi che infiltra la protesta negli Stati Uniti
29.04.20 Il virus nero - Servizio di Report
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 24.03.06
Padova - Annullata la manifestazione Neofascista della Fiamma
·

FIAMMA TRICOLORE: NIENTE MANIFESTAZIONE STASERA A PADOVA

Il Movimento Sociale Fiamma Tricolore, dopo giornate di tensioni, ha scelto di rinunciare alla manifestazione prevista per questa sera in una piazza alla periferia di Padova. La rinuncia arriva dopo la decisione, molto criticata dalle forze di destra, del questore Alessandro Marangoni, di spostare il corteo dal centro a un quartiere periferico per evitare tensioni con i giovani dei centri sociali che hanno annunciato un presidio, quasi in contemporanea, nella centralissima piazza delle Erbe. Ieri sera il direttivo di Ms-Ft si e’ riunito per fare il punto sulla strategia da tenere e alla fine e’ giunto alla conclusione. Il un documento politico ci sono le motivazioni: “Se a Padova il Movimento Sociale Fiamma Tricolore ha deciso di fare un passo indietro e’ perche’ si ritiene garante dell’ordine con senso di responsabilita’ guarda ai cittadini padovani che potrebbero essere oggetto di violenze o di disagi causati da ‘truppe cammellate’ e sozzerie varie, che caratterizzano gli pseudo contestatori rintanati nei centri sociali occupati, ben protetti e coccolati dalla colazione Prodi”. Ma l’appuntamento con la piazza e’ solo rimandato secondo quanto si legge nel documento. “La Fiamma Tricolore non accettera’ di rimanere chiusa in una ‘riserva’ che tra non molto marcera’ anche su Padova”.


Da Il Manifesto

23 Marzo 2006

Padova: la Fiamma sfila in periferia, centro antifascista
ERNESTO MILANESI
PADOVA

Espulsa dal centro cittadino e blindata dalle forze dell’ordine: la manifestazione elettorale indetta domani sera da Fiamma Tricolore (con il supporto di Veneto Fronte Skinheads) è diventata un problema di ordine pubblico. Tant’è che trasloca, per forza, in piazza Azzurri d’Italia, ben lontano dal cuore di Padova. Così ha deciso il Comitato per l’ordine pubblico dopo un summit in prefettura. Il provvedimento non è piaciuto ai diretti interessati ma non si discute. Al massimo, si tratta con la questura per un convegno al chiuso tra quattro mura… La prima richiesta di Fiamma Tricolore era «mirata»: piazza Cavour, luogo storico per la destra padovana. Niente da fare, perché gli spazi pubblici per le iniziative elettorali escludono l’utilizzo delle piazze nel «cuore» della città. Seconda richiesta: piazza Eremitani, negata però per questioni di sicurezza di fronte al rischio di incidenti e violenze. Domani alle 20.30, quindi, è stata concessa solo una piazza di periferia. Ed è confermata la mobilitazione del centro sociale Pedro, che rinnova l’invito a partecipare al presidio organizzato alle ore 19 in piazza delle Erbe. «E’ una vittoria che i fascisti non parlino nel cuore della città di Padova, una conquista ottenuta dal ‘basso’ che esprime i valori della democrazia e dell’antifascismo – spiega Max Gallob, portavoce del centro sociale – Rilanciamo con più forza il nostro appuntamento per festeggiare la cacciata dei neofascisti dal centro ma anche per salvaguardare la città dalle provocazioni dei naziskin. Rimarremo in piazza, ma se sarà necessario faremo un corteo in centro per vigilare su possibili presenze ed evitare provocazioni. Questa vicenda ha rivelato tutta l’ipocrisia dei partiti della sinistra che hanno ritirato fuori la teoria degli opposti estremismi». Il sindaco Flavio Zanonato ieri mattina era furioso per il titolo del Corriere Veneto : «E’ falso attribuirmi competenze sulla concessione di spazi per i comizi. C’è un apposito comitato interpartitico che gestisce le piazze. Peggio ancora alimentare l’idea di comportamenti diversi fra il sindaco di Bologna e quello di Padova. Informazione falsa, scorretta e irresponsabile». Zanonato aggiunge: «La prima cosa che vogliamo è che non si ripeta quello che è successo a Milano. Il Comitato ha condiviso le preoccupazioni del questore, io ho detto che la città deve essere difesa. La manifestazione deve svolgersi in un clima in cui Padova non deve avere paura. E’ una caricatura quella di contrapporrmi a Cofferati, dire che il sindaco di Bologna impedisce la manifestazione e quello di Padova l’autorizza è una balla. Non è nei poteri del sindaco autorizzare o impedire manifestazioni di carattere elettorale». Infine, un duro giudizio politico su Fiamma Tricolore: «Per sapere come la penso basta dire che sono andato a Dachau con il capo della Comunità ebraica e 100 studenti delle scuole padovane». Ma il sindaco non si tira indietro neanche sui centri sociali: «Il più grande favore fatto a Berlusconi in campagna elettorale sono stati gli incidenti di Milano…».

news
r_veneto


articolo precedente           articolo successivo