antifa home page

Il Progetto

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Savona, il quartiere rosso di Villapiana si mobilita contro la nuova sede di Casapound
- A Brescia il corteo antifascista contro Forza Nuova
- Verona, il writer che combatte il fascismo con i colori
- Cesena Forza Nuova al liceo, appello del Comune all’autorità di ps
- Cesena Manifestazione di Forza Nuova davanti ai licei, 50 prof: "Sbagliato autorizzarla lì"
- Roma, corteo di donne affronta militanti CasaPound: "Qui i fascisti non li vogliamo"
- Udine, rassegna jazz lascia la città: “Non collaboriamo con il nuovo sindaco che ha vinto con i voti dei neofascisti”
- Migranti, marcia No Tav contro estremisti di destra: scontri con la Gendarmeria al confine tra Italia e Francia
- Ufficiale: Bologna vieta gadget e spazi pubblici a fascisti e razzisti
- Niente piazze ai fascisti sull'Appennino Bolognese, la sfida di Forza Nuova: "Presto in piazza"
- Livorno, Lega organizza comizio a teatro. Lavoratori scioperano per protesta: “Candidato xenofobo e omofobo”
- Liberi e Uguali si rifiuta di partecipare alla Tribuna elettorale Rai con CasaPound

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound
3.05.18 Verona, dove comanda l’estrema destra
26.04.18 Gli antifascisti di domani
26.04.18 Fenomenologia dell'onda nera
4.04.18 Esclusivo: caccia ai soldi della Lega
2.03.18 I camerati abusivi di CasaPound: parenti e amici vivono gratis nel centro di Roma
1.03.18 Ma Pasolini non stava con i poliziotti
26.02.18 Chi sono i candidati di Forza Nuova: poliziotti, picchiatori, nostalgici delle SS e figli di mafiosi
26.02.18 Roberto Fiore: “Magistrati di Palermo deviati come 40 anni fa”. Quando Falcone voleva interrogarlo per il caso Mattarella
14.02.18 Trasformisti, fascisti, impresentabili e ras delle clientele: ecco le liste al Sud di Matteo Salvini
1.02.18 Ritratto del neofascista da giovane
30.12.17 La leggenda dell’«architettura fascista»: un dibattito distorto su memoria e spazio urbano
28.12.17 Fascisti su Facebook, a gestire i gruppi neri ci sono anche i poliziotti
21.12.17 Saluti romani in consiglio comunale a Gorizia e chiamata alle armi a Trieste
20.12.17 La Galassia Nera: i gruppi e le associazioni che ruotano attorno a Lealtà Azione
20.12.17 I segreti di Roberto Fiore, il fascista a capo di Forza Nuova Terrorista nero.
10.12.17 Chi ha pagato Forza Nuova: retrospettiva 2001 sulle origini. "L' accusa del dossier C' è un livello occulto"
8.12.17 Se CasaPound entra anche nelle scuole: la sua associazione studentesca ha 200 rappresentanti in Italia

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

Ricerca per parole chiave | Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 17.03.06
Milano, arresti convalidati per 34 compagni
·

15 Marzo 2006

Fonti di Ageniza da Indymedia (1) e (2)

[antifa] Milano, 34 arresti convalidati su 35
by da Reuters Wednesday, Mar. 15, 2006 at 12:58 PM mail:

Scontri Milano, gip convalidano arresto per 34 manifestanti mercoledì, 15 marzo 2006 12.50 172

MILANO (Reuters) – Trentaquattro dei 35 manifestanti dei centri sociali arrestati per i violenti scontri con le forze dell’ordine sabato scorso in una via del centro di Milano resteranno in carcere.

Lo hanno deciso i gip Mariolina Panasiti ed Enrico Manzi, che hanno convalidato l’arresto in carcere per 34 militanti, scarcerandone uno.

Tra gli arrestati, fra i 16 ed i 43 anni, vi sono giovani dei centri sociali Orso, La Pergola e Vittoria di Milano, e autonomi di altre città tra le quali Reggio Emilia, Alessandria, Como e Brescia. Tutti devono rispondere di reati vari tra i quali violenza, resistenza e minacce a pubblico ufficiale, lesioni, vandalismo, devastazioni e saccheggio.

Sabato scorso alcune centinaia di manifestanti hanno trasformato Corso Buenos Aires da strada dello shopping a scenario di guerriglia urbana, tra carcasse di auto bruciate e fioriere rovesciate, dopo essersi scontrati con polizia e carabinieri in una manifestazione non autorizzata organizzata dai centri sociali per impedire un raduno di militanti dell’ultradestra di Fiamma Tricolore prevista nel pomeriggio.

Dopo le prime sassaiole, i manifestanti hanno fatto incursione in alcuni negozi, incendiando un locale punto di propaganda elettorale di Alleanza Nazionale e prendendo di mira in particolare un ristorante McDonald’s, sfondandone le vetrine ed imbrattandolo con scritte.

today.reuters.it/news/newsArticle.aspx?type=topNews&storyID=2006-03-15T115031…


http://italy.indymedia.org/news/2006/03/1021009.php

[antifa] Milano, 34 arresti, scarcerati i minorenni. Digos visiona decine di fermati
by da AdnKronos Thursday, Mar. 16, 2006 at 1:32 AM

(raccolta di agenzie – 15/03/06)

Milano, 15 mar . (Adnkronos/Ign) – Dei trentacinque giovani arrestati sabato, a Milano, in seguito agli scontri registrati nel corso della manifestazione dei centri sociali, solo uno lascia il carcere. Per gli altri 34, i gip del capoluogo lombardo Enrico Manzi e Mariolina Panasiti hanno disposto l’arresto. Nei confronti di Emanuele Albrigi, invece, il giudice Manzi ha stabilito l’‘’immediata scarcerazione’’. Il gip, però, ha disposto in misura cautelare l’arresto per altri 17 giovani accusati a vario titolo di devastazione, incendio e resistenza a pubblico ufficiale. Quanto ad Albrigi, ‘’l’imputato è stato visto lanciare dei sassi contro gli operanti, ma non in direzione dello schieramento a protezione di piazza Oberdan. Il fatto è pertanto diverso da quello contenuto in tale imputazione. A ciò si deve aggiungere – prosegue il gip – che l’imputato non era travisato, non portava spranghe, mazze o altri strumenti di offesa, né tantomeno aveva con sé ordigni incendiari o esplosivi’’. Per il giudice, infine, la meccanica delle azioni, così come è stata descritta da polizia e carabinieri ‘’non appare sufficiente per dimostrare che l’arrestato facesse parte della schiera di dimostranti che stava tentando di forzare il blocco delle forze di polizia e che ha dato luogo alle devastazioni’’. In mattinata, il giudice per le indagini preliminari Mariolina Panasiti ha convalidato l’arresto ed emesso una custodia cautelare in carcere nei confronti degli altri 17 giovani fermati sabato. Per il giudice esiste ‘’l’esigenza cautelare specificamente connessa alla necessità di scongiurare la reiterazione ad opera degli arrestati di ulteriori azioni delittuose dello stesso genere di quella per la quale si è verificato l’arresto’’. Complessivamente gli indagati, accusati a vario titolo di devastazione, incendio e resistenza a pubblico ufficiale ‘’hanno palesato una eccezionale animosità – scrive ancora il gip nel suo provvedimento – e una singolare volontà di contrasto all’autorità, all’ordine costituito, alle leggi, alla pacifica convivenza, ponendosi ad avversare con mezzi particolarmente insidiosi e pericolosi per la vita e l’incolumità altrui, non esclusi principalmente i cittadini che transitavano a quell’ora in una zona particolarmente affollata della città di Milano’’.

‘’Un provvedimento sconcertante’’. Così l’avvocato Mirko Mazzali, difensore di alcuni degli autonomi arrestati, commenta il provvedimento di custodia. In particolare, dice Mazzali ‘’sconcerta il fatto che il gip abbia emesso un provvedimento unitario rispetto sia ai gravi indizi sia alle esigenze cautelari in una situazione che meritava un diverso e specifico approfondimento individualizzato’’. L’avvocato ha preannunciato ricorso al Riesame. Sugli eventi di sabato scorso è tornato Gian Valerio Lombardi, prefetto di Milano, spiegando che eventuali sgomberi di centri sociali milanesi verranno effettuati solo se si riscontreranno situazioni di illegalità. Quanto alla manifestazione degli autonomi che si terrà sabato nel capoluogo lombardo, il prefetto ha affermato che ‘’il questore Paolo Scarpis ha già dato tutte le prescrizioni perché il presidio si svolga in sicurezza’’. Per domani sera, invece, è prevista la manifestazione indetta dall’Unione del commercio di Milano. ‘’E’ una risposta forte e collettiva ad un agguato politico che la città ha subito’’, afferma Guido Manca, assessore alla Sicurezza nel Comune di Milano.

(Adnkronos)

Milano, 15 mar . – (Adnkronos) – La Digos di Milano sta visionando decine di filmati, acquisiti dalle televisioni e da privati, da sistemi di video sorveglianza di negozi e banche di corso Buenos Aires, perche’ entro sabato vuole avere elementi certi e oggettivi su tutti 34 autonomi arrestati. Al vaglio anche i filmati girati dagli stessi uomini della Polizia. Gli investigatori dovranno preparare per il pm Piero Basilone una scheda per ognuno degli arrestati con fotogrammi inclusi in cui si vede chiaramente cosa sta facendo ogni singolo autonomo.

Milano, 15 mar . – (Adnrkonos) – Lasciano il carcere minorile i tre giovani arrestati sabato in seguito agli scontri registrati nel corso della manifestazione dei centri sociali. Per i tre minorenni il giudice per le indagini preliminari ha convalidato l’arresto ma ha disposto la misura di custodia cautelare ai domiciliari per due dei ragazzi, mentre la terza resta ‘solo indagata’.

(Cri/Lr/Adnkronos)

repressione
r_lombardia


articolo precedente           articolo successivo