antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Modena, "Torna nel tuo paese" aggredito a bastonate e colpi di machete
- Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Presentato “Neofascismo in grigio”, ultimo libro di Claudio Vercelli
- Giulietti: "La Costituzione antifascista non è in lockdown, guai se la Rai dà spazio agli squadristi"
- Torino «È inaccettabile processare gli studenti per antifascismo»
- Bologna In piazza Carducci solo gli antifa
- Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista
- Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
1.03.21 Argentina Voli della morte
12.02.21 Bugie contro Falcone sul delitto Mattarella: il neofascista Fioravanti torna sotto accusa
7.02.21 Dalla difesa della razza all’apologia del fascismo le Marche laboratorio della destra più nera
23.01.21 Neonazisti. Gruppi armati sono presenti anche in Italia
23.01.21 Il delirio del suprematista di Savona: “Hitler come Cristo guida luce”. La missione di una guerra la razziale “contro negri e degenerati”
19.12.20 Casapound: convegni, nuovi slogan e alleanze elettorali. L'idillio tricolore tra la "tartaruga nera" e Meloni
19.12.20 L'ultradestra torna a casa: abbandona Salvini e abbraccia Fratelli d'Italia
12.12.20 Report: Cinque sfumature di nero 07/12/2020
10.12.20 Anastasia, la setta bio-nazista che spaventa la Germania dalla nostra corrispondente
3.12.20 I vecchi mostri La destra estrema è qui per restare, ma non si deve smettere di combatterla
12.11.20 Neonazisti, franchisti e ultradestra: la rete fascista che cavalca le proteste in tutta Europa
9.11.20 Stati Uniti, i 940 "gruppi d'odio" che mettono in stato d'allerta l'Fbi dopo la sconfitta di Trump
8.11.20 Chi c’è dietro il gruppo di Giorgia Meloni
6.11.20 Covid, se l’ultra destra arruola negazionisti e capi delle proteste
27.10.20 Sicilia: Galassia nera, ultrà e capipopolo: ecco chi soffia sul fuoco dell’ira
21.10.20 Il popolo no mask che nasconde l’ultradestra
19.09.20 Ultras Lazio, la sede di Diabolik sarà sgomberata, il cerchio sulla morte si stringe
2.09.20 Fascisti, no-vax e complottisti di QAnon: chi sono i negazionisti in piazza il 5 settembre
28.08.20 Ribelli, mercenari e faccendieri: l’italiano Elio Ciolini alla conquista del Centrafrica
24.06.20 Il "modello" Vicenza, dove neofascisti ed estremisti siedono al Palazzo
23.06.20 Toh, l'interesse dei neofascisti di CasaPound per la periferia era solo un bluff in favore di tv
22.06.20 Estrema destra, terrorismo nero (anche italiano) non è solo su Internet: ha armi, bombe, razzi e progetta attentati contro musulmani ed ebrei
17.06.20 Cosa si muove dietro l'alleanza nera tra neofascisti, ultras e no 5g
16.06.20 Il movimento Boogaloo (Usa)
8.06.20 Nel palazzo occupato da Casapound a via Napoleone III nessuno è indigente

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 5.01.21
Grecia, Oreokastro caccia fascista ai bambini
·
3/1/2021

Oreokastro è un paesino in Grecia, dove si può ancora sentire l’odore del mare, lì a venti minuti da Salonnico. Oreokastro è una delle prove che esiste l’inferno in terra, Oreokastro è uno dei tanti luoghi in cui muore l’Occidente; con tutte le sue promesse, i suoi diritti e i suoi doveri, tutte le parole di un Unione Europea che ha perso l’anima. Oreokastro ospita uno dei molti, troppi, campi profughi della Grecia. Un campo profughi “speciale” è pieno, infatti, di minori non accompagnati, bambini, ragazzi tra gli 8 e i 15 anni, soli e disperati. Centinaia di bambini che provengono da zone di guerra, che dopo essere sfuggiti al conflitto siriano o all’avanzata di Daesh, dopo aver attraversato la Turchia del Sultano Erdogan, si sono ritrovati completamente soli in quello che doveva essere il luogo sicuro, il sogno e la speranza: l’Europa.

Un'Europa la cui unica risposta ai bimbi sperduti è stata altro abbandono, molti infatti arrivano da Moria o da Idomeni, e come pacchi postali dispersi sono stati spostati da un capo all’altro del paese ellenico, per finire lì, in qualche capannone circondato da tende, aiutati per quanto possibile dalla chiesa ortodossa, dai volontari locali e dalle carovane di solidarietà; da queste voci giungono racconti inquietanti di disagio psicologico, automutilazioni, tentati suicidi. Come l’Europa possa tollerare che nel territorio dell’unione vivano centinaia di bambini con pensieri suicidi resta una domanda senza risposta.

In questa Catabasi giunge orrore che si aggiunge ad orrore, la notte del 26 dicembre[1], mentre in Italia ci si disperava per non aver riunito le famiglie per i cenoni, le carole, lo scambio dei doni, accade che un gruppo di dodici fascisti assalta il campo armati di spranghe, bastoni e coltelli, sfonda le porte, e si lancia nella caccia all’uomo, anzi al bambino, letteralmente un Pogrom. In quattro finiscono all’ospedale, il più grave un ragazzo di 15 anni proveniente dalla Siria, in crisi respiratoria dopo essere stato preso a mazzate in testa.

Immaginate di essere bambini soli in un paese straniero, avete perso la vostra famiglia o l’avete vista morire, dopo essere scappati da una guerra ed aver camminato per centinaia di chilometri giungete nella tanto promessa Europa sinonimo per loro di sicurezza e dignità, ma la notte del 26 dicembre un gruppo di uomini armati si presenta alla porta, urlando slogan fascisti di odio e violenza, sfonda le porte e vi insegue in un corridoio buio cercando di pestarvi, di uccidervi, urlate, piangete, non serve a nulla, vivete il terrore. Questo il racconto dei vicini richiamati dalle urla dei bambini e degli impiegati del campo che hanno avvertito le forze dell’ordine prima che il tutto divenisse ancora più tragico.

I fascisti fuggono alla vista della polizia, uno di loro un uomo di 38 anni viene arrestato il 29, si era portato dietro il figlio di 14 anni in questa prova di mattanza, su gli altri 11 indaga il reparto speciale di contrasto al razzismo e xenofobia ellenico.

Gli assalti ai campi profughi in Grecia sono sempre più frequenti, e sempre più violenti, i fascisti locali alle volte aiutati da militanti di estrema destra del resto d’Europa, si fanno sempre più audaci. I militari greci fanno sempre più fatica a contenerli, e alle volte se non danno una mano agli xenofobi quantomeno chiudono gli occhi.

Restano solo domande inquietanti: cosa spinge uomini adulti ad organizzare, pianificare l’assalto armato ad un centro che ospita bambini? Come può un padre portare il proprio figlio a caccia di coetanei? Come può il continente che ha conosciuto i Lager tollerare enormi campi di uomini, donne e bambini privati di ogni dignità, diritto e sicurezza? Come mai notizie simili non trovano spazio nei nostri media?

Domande che non hanno risposte facili, che aprono squarci in un abisso talmente profondo da risucchiare la nostra anima ed annichilirci. L’Europa ha perso l’anima nella questione migratoria e dovremo tutti renderne conto alla storia.

https://globalproject.info/it/mondi/oreokastro-caccia-fascista-ai-bambini/23185?fbclid=IwAR1PhHWoDzn2Moh4W54A-KTXzD9y4wGBVlUvKKNHdhEy7wV0yWiO41BlnbI

news
r_internazionale


articolo precedente           articolo successivo