antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom
- Vicenza, vede un immigrato e lo accoltella alla pancia. Arriva la polizia: picchia anche gli agenti
- "Ammazza il negro", altre minacce contro la famiglia del Milanese che ha adottato senegalese

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake
- Libro sulle "atrocità partigiane", l'Anpi di Reggio Emilia contrattacca: presidio e minacce di denuncia

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa
9.10.19 Dove si radunano i neofascisti tra social network e dark web
18.09.19 Repubblica: “I Signori della Curva spa tra manganelli e Cosa nostra. Viaggio all’interno delle curve italiane”
22.08.19 Diabolik, Roma sud blindata per i funerali. Saluti romani all’arrivo della bara nera.
20.08.19 Fascismo del vecchio e nuovo millennio: viaggio “nel cuore nero” di Brescia
20.08.19 Sì, il problema di Roma è (anche) Casapound
9.08.19 Omicidio Diabolik, ex leader Irriducibili: "Nostre strade divise da tempo" - doppio filo, tra gli Irriducibili e Forza Nuova
9.08.19 L’Italia nera
18.06.19 L’aggressione fascista ai ragazzi del Cinema America. E tutte le altre
14.06.19 Le scatole cinesi di CasaPound (Dossier ANPI)
10.05.19 Chi ha autorizzato la manifestazione di CasaPound a Casal Bruciato?
6.05.19 Chi è Francesco Polacchi, responsabile della casa editrice Altaforte
31.03.19 Forza Nuova e i legami con i pro vita del congresso di Verona
18.02.19 Svastica e malavita a Roma: ecco l'inchiesta che ha portato all'aggressione fascista
17.02.19 Neofascismo, cacciatori di fake news a Savona: "Quell'eccidio fantasma del monte Manfrei"
3.02.19 Nazi, ultras e tanta ‘ndrangheta.
20.01.19 Polonia Il delitto Adamowicz e il sottobosco di estrema destra
13.01.19 La sede dei fascisti di Avanguardia Nazionale è in uno stabile del Comune di Roma

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 6.12.19
I neonazisti inneggiavano a Borghezio e Bannon. "Serve gente come loro". L'odio per Saviano
·
Materiale sequestrato durante le perquisizioni scattate il 28 novembre

Nelle intercettazioni sull'ultimo partito dell'estrema destra l'attivismo del gruppo perquisito nei giorni scorsi. Progettavano un attentato a Roma: "In Prefettura, Comune o Equitalia". Scontro nel movimento sull'Islam

06 dicembre 2019
"Serve gente come Borghezio e Bannon", diceva una delle attiviste del partito neonazista conversando al telefono con 'miss Hitler', Francesca Rizzi, la responsabile per il nord del gruppo. Le dichiarazioni dell’ex europarlamentare leghista e del padre del sovranismo avevano entusiasmato il popolo dell’estrema destra. Era il novembre dell’anno scorso, si faceva un gran parlare di 'The Movement', l’organizzazione creata dall’ex stratega di Donald Trump, Steve Bannon, per rilanciare nazionalismo e populismo in Europa. Il chiodo fisso dei neonazisti era allargare il movimento, tessendo sempre nuove alleanze. In nome dell’odio verso gli ebrei. E di tutti coloro che parlano di democrazia, pace e tolleranza. I neonazisti di casa nostra mostravano un grande odio nei confronti dello scrittore Roberto Saviano: "Ha la protezione degli ebrei", diceva l’esponente del partito in quella telefonata con Francesca Rizzi.

L’attentato a Equitalia
Le intercettazioni della Digos di Enna e del servizio Antiterrorismo interno svelano il particolare attivismo degli esponenti del 'Partito nazionalsocialista italiano dei lavoratori'. Attorno a 'miss Hitler' c’era una galassia di singoli e gruppi che spingevano per compiere azioni eclatanti. Ad esempio, il presidente di un fantomatico movimento 'La rinascita dell’Italia', operativo in provincia di Roma, diceva a Francesca Rizzi che gli servivano due persone per fare un raid notturno in Prefettura o in Comune o nella sede di Equitalia: “Così le facciamo saltare ini aria, e non facciamo danni a nessuno”.

'Miss Hitler' era in contatto anche con un uomo residente in provincia di Cuneo che si vantava di avere combattuto in Africa come mercenario, dove “sparava alla gente e tagliava le teste”. Intanto, i vertici del partito cercavano nuovi adepti per la creazione di “gruppi invisibili”, così dicevano, evidentemente cellule pronte a compiere azioni. "Dobbiamo creare un nostro esercito", ripeteva Antonella Pavin, la contabile di Curtarolo (Padova) che era l’ideologa del nuovo partito: "Bisogna creare un nostro esercito perché purtroppo l’esercito e le forze dell’ordine sono, per tre quarti, fedeli allo Stato e non si ribelleranno mai”. Le donne del partito neonazista puntavano soprattutto sul presidente del movimento 'La rinascita d’Italia': "Ci porterebbe a fare una valanga di tesserati".


Il dibattito sull’Islam
Nei mesi scorsi, le intercettazioni disposte dalla procura di Caltanissetta hanno registrato anche il gran dibattito che c’era fra due anime del movimento. Sull’atteggiamento da tenere nei confronti dei musulmani. La Rizzi citava il suo 'Dio', ovvero Hitler: "Ha affermato che era meglio se a vincere fosse stato l’Islam anziché il cristianesimo". Un’altra esponente del partito diceva invece: "Gli islamici sono comandati dagli ebrei". La Rizzi controbatteva: "L’Isis è una creatura ebraica, e gli islamici non c’entrano nulla con l’Isis". Aggiungeva: "I musulmani che aderiscono all’Isis sono pagati dagli ebrei".

Il dibattito si era animato nei giorni di novembre dell’anno scorso, in occasione di una manifestazione organizzata a Milano, in piazza Udine: “Una manifestazione del partito dei musulmani che quel porco di sindaco ha concesso", dicevano i neonazisti. Gli esponenti dell’estrema destra avevano passato al setaccio la città per staccare i manifesti dell’iniziativa. 'Miss Hitler' non aveva approvato l’azione: "Così fate il gioco degli ebrei", diceva. E aggiungeva: "Il razzismo lo ha creato l’ebreo".

Arrivò presto la replica: "A Milano bisogna agire senza indugio, vogliono fare la moschea con il minareto, non lo permetteremo". Quella volta, 'miss Hitler' venne messa in minoranza dai “falchi” del partito.

https://palermo.repubblica.it/cronaca/2019/12/06/news/i_neonazisti_inneggiavano_a_borghezio_e_bannon_serve_gente_come_loro_e_odiavano_saviano-242683784/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P7-S1.8-T1

r_nazionale
news


articolo precedente           articolo successivo