antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom
- Vicenza, vede un immigrato e lo accoltella alla pancia. Arriva la polizia: picchia anche gli agenti
- "Ammazza il negro", altre minacce contro la famiglia del Milanese che ha adottato senegalese

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake
- Libro sulle "atrocità partigiane", l'Anpi di Reggio Emilia contrattacca: presidio e minacce di denuncia

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa
9.10.19 Dove si radunano i neofascisti tra social network e dark web
18.09.19 Repubblica: “I Signori della Curva spa tra manganelli e Cosa nostra. Viaggio all’interno delle curve italiane”
22.08.19 Diabolik, Roma sud blindata per i funerali. Saluti romani all’arrivo della bara nera.
20.08.19 Fascismo del vecchio e nuovo millennio: viaggio “nel cuore nero” di Brescia
20.08.19 Sì, il problema di Roma è (anche) Casapound
9.08.19 Omicidio Diabolik, ex leader Irriducibili: "Nostre strade divise da tempo" - doppio filo, tra gli Irriducibili e Forza Nuova
9.08.19 L’Italia nera
18.06.19 L’aggressione fascista ai ragazzi del Cinema America. E tutte le altre
14.06.19 Le scatole cinesi di CasaPound (Dossier ANPI)
10.05.19 Chi ha autorizzato la manifestazione di CasaPound a Casal Bruciato?
6.05.19 Chi è Francesco Polacchi, responsabile della casa editrice Altaforte
31.03.19 Forza Nuova e i legami con i pro vita del congresso di Verona
18.02.19 Svastica e malavita a Roma: ecco l'inchiesta che ha portato all'aggressione fascista
17.02.19 Neofascismo, cacciatori di fake news a Savona: "Quell'eccidio fantasma del monte Manfrei"
3.02.19 Nazi, ultras e tanta ‘ndrangheta.
20.01.19 Polonia Il delitto Adamowicz e il sottobosco di estrema destra
13.01.19 La sede dei fascisti di Avanguardia Nazionale è in uno stabile del Comune di Roma

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 13.11.19
Estremismo di destra: perquisizioni e due arresti nel Senese. Un indagato: "Noi siamo aldilà di CasaPound e Forza Nuova"
·
Operazione della Dda di Firenze e Siena. Sequestrati esplosivi e munizioni. 12 indagati, volevano far saltare in aria la moschea di Colle Val D'Elsa

12 novembre 2019

Una vasta operazione della polizia di Stato di Firenze e Siena, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia presso il tribunale di Firenze, è in corso nei confronti di dodici persone appartenenti agli ambienti dell’estremismo di destra, indagati per detenzione abusiva di armi correlata alla costituzione di un’associazione eversiva. Dall’alba, gli agenti della Digos delle questure di Firenze e Siena, coordinati dalla Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione - Ucigos, stanno eseguendo numerose perquisizioni in abitazioni, capannoni e uffici nella provincia di Siena. Le persone coinvolte nell'operazione avrebbero inneggiato all'odio razziale e al nazifascismo. Gli indagati sarebbero tutte persone adulte, senza precedenti penali. Tre di loro lavorano per la banca MPS di Siena. Due gli arrestati.

Nel mirino degli estremisti, è stato ricostruito dagli investigatori, c'era innanzitutto la moschea di Colle Val D'Elsa. L'intenzione era quella di farla saltare in aria con una condotta del gas: il retroscena emerge dalle intercettazioni. L'azione non venne portata a termine perché l'indagato al centro dell'inchiesta, Andrea Chiesi, 60 anni, nostalgico delle SS ed esperto di armi ed esplosivi, sarebbe stato contattato dalla polizia che aveva notato strani movimenti vicino all'edificio: “Noi, come ci si move, noi siamo no guardati a vista... di più!”.

L'inchiesta che vede 12 indagati – tutti senesi, alcuni dei quali possessori di molte armi regolarmente detenute - sono partite da alcune conversazioni intercettate dagli investigatori della Digos di Firenze e Siena sui social network come Facebook e Instagram. Notevole la quantità di materiale sequestrato nel corso delle perquisizioni odierne, materiale che dovrà essere ora attentamente analizzato. Nelle perquisizioni (in case, uffici e magazzini a Siena, Sociville, Colle Val D'Elsa, Rapolano Terme) sono intervenuti anche gli artificieri: secondo le prime informazioni, sarebbero stati trovati esplosivi e residuati bellici in uno dei luoghi visitati dagli investigatori della polizia. Per questo ci sono stati due arresti, nei confronti di Andrea Chiesi e del figlio Yuri, 22 anni.

Tra gli indagati ci sono infatti anche la moglie e il figlio di Andrea Chiesi, ritenuto l'elemento di spicco del gruppo. Sul profilo social della donna, Sabrina Vannini, 52 anni, sono state pubblicate foto del marito davanti alla tomba di Mussolini a Predappio. Gli altri indagati sono: Ercolano Cardinali, Marco Alessandro De Caprio, Alessandro Meniconi, Stefano Landozzi, Stefano Mori, Renato Vanzi, Claudio Stanghellini, Alessandro Antonelli e Giorgio Bartoli.

“Se devo tirare una pistolettata non mi faccio problemi.. la destra estrema è una filosofia di vita", diceva, nelle conversazioni intercettate, Andrea Chiesi. Il 60enne nostalgico delle SS (che fingeva si sparare ai cartelli dell'Anpi, frequentava poligoni di tiro con moglie e figlio, postava canzoni naziste e foto mentre indossava t-shirt della X Mas o faceva il saluto romano) aveva l'abitudine di recuperare esplosivo da ordigni inesplosi ritrovati. “Sto preparando i silenziatori per mezza Siena” diceva intercettato al telefono.

I membri del partito 'Mis - Movimento idea sociale', di cui l'uomo si diceva segretario, si chiamavano fra loro “camerati” e dai colloqui intercettati emerge che avevano idea di costituire una “struttura qualificata pronta per ogni evenienza”: una sorta di “guardia nazionale repubblicana” chiamata a intervenire “arma alla mano, senza chiamare le forze dell'ordine e fare giustizia sommaria”. Per fare questo, secondo un altro indagato, bisognava che i militanti fossero “addestrati, anche se una roba in mano (un'arma, ndr) la sanno tenere”.

“Al momento non abbiamo riscontri di correlazioni con formazioni politiche di estrema destra già esistenti”. Così il procuratore capo di Firenze e della Dda Giuseppe Creazzo. “La perquisizione - ha aggiunto Creazzo - è il primo atto di un'inchiesta da sviluppare”. Il gruppo d'altronde diceva: “noi siamo aldilà di CasaPound e Forza Nuova”. E non nutriva simpatia “né per Salvini né per la Meloni”.


http://www.firenzetoday.it/cronaca/estremismo-destra-siena-firenze-perquisizioni.html

repressione_F
r_toscana


articolo precedente           articolo successivo