antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom
- Vicenza, vede un immigrato e lo accoltella alla pancia. Arriva la polizia: picchia anche gli agenti
- "Ammazza il negro", altre minacce contro la famiglia del Milanese che ha adottato senegalese
- Donna aggredita in pizzeria a Mereto di Tomba perché non parla friulano
- Ascoli, barista caccia cliente omosessuale: “Sono nazista, non voglio gay nel mio locale”

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake
- Libro sulle "atrocità partigiane", l'Anpi di Reggio Emilia contrattacca: presidio e minacce di denuncia

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa
9.10.19 Dove si radunano i neofascisti tra social network e dark web
18.09.19 Repubblica: “I Signori della Curva spa tra manganelli e Cosa nostra. Viaggio all’interno delle curve italiane”
22.08.19 Diabolik, Roma sud blindata per i funerali. Saluti romani all’arrivo della bara nera.
20.08.19 Fascismo del vecchio e nuovo millennio: viaggio “nel cuore nero” di Brescia
20.08.19 Sì, il problema di Roma è (anche) Casapound
9.08.19 Omicidio Diabolik, ex leader Irriducibili: "Nostre strade divise da tempo" - doppio filo, tra gli Irriducibili e Forza Nuova
9.08.19 L’Italia nera
18.06.19 L’aggressione fascista ai ragazzi del Cinema America. E tutte le altre
14.06.19 Le scatole cinesi di CasaPound (Dossier ANPI)
10.05.19 Chi ha autorizzato la manifestazione di CasaPound a Casal Bruciato?
6.05.19 Chi è Francesco Polacchi, responsabile della casa editrice Altaforte
31.03.19 Forza Nuova e i legami con i pro vita del congresso di Verona
18.02.19 Svastica e malavita a Roma: ecco l'inchiesta che ha portato all'aggressione fascista
17.02.19 Neofascismo, cacciatori di fake news a Savona: "Quell'eccidio fantasma del monte Manfrei"
3.02.19 Nazi, ultras e tanta ‘ndrangheta.
20.01.19 Polonia Il delitto Adamowicz e il sottobosco di estrema destra
13.01.19 La sede dei fascisti di Avanguardia Nazionale è in uno stabile del Comune di Roma
13.01.19 Calcio, la piaga nera del tifo fascista
17.12.18 Le sfumature nere della Lega di Salvini
20.11.18 Bolivia: Il neofascista italiano Diodato tra i registi della strage di Pando
18.11.18 CasaPound e Forza Nuova a confronto
14.11.18 FBI: Milizia neo-nazista addestrata dall'esercito americano in Ucraina, ora prepara i Suprematisti bianchi degli USA
12.11.18 Veneto Fronte Skinheads, radiografia dell'associazione
12.11.18 Così i neofascisti assediano Brescia

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 9.10.19
"Ebrei sono la radice di tutti i problemi": neonazista tedesco ha attaccato la sinagoga di Halle in diretta web
·
Germania, sparatoria davanti a una sinagoga a Halle: 2 morti. Un fermato: “È 27enne tedesco, ha filmato tutto”. La pista dell’estrema destra

L'assalitore ha agito da solo, filmando tutto con una videocamera sul suo elmetto: ha tentato di entrare nella sinagoga. Dopo aver fallito, ha ucciso una passante e si diretto verso un Kebab, dove ha ucciso un'altra persona. Oggi ricorreva la festa ebraica dello Yom Kippur. Le indagini si concentrano sulla pista dell'estrema destra: l'assalitatore ha gradito più volte "gli ebrei sono il male" e "Kanaken", termine dispregiativo rivolto agli arabi

9 Ottobre 2019

La sparatoria mandata in diretta su Internet, su una piattaforma di streaming live: un filmato di 35 minuti dalla telecamera del suo elmetto in cui si vede il suo arrivo davanti alla sinagoga, le granate e gli ordigni piazzati davanti alla porta d’ingresso, la passante uccisa con una fucilata, la fuga verso un locale Kebab, un altro uomo ucciso. Così Stephan Balliet, 27enne tedesco, ha filmato tutto il suo attacco davanti alla sinagoga di Halle, città della Sassonia in Germania. Con un fucile automatico ha ucciso due persone , non ebree, e ferito in modo grave altre due, durante la fuga. È stato fermato dalla polizia dopo un incidente con un camion mentre cercava di scappare a bordo di un’auto rubata. Per tutto il pomeriggio le autorità hanno cercato dei complici: ora è sicuro che il 27enne abbia agito da solo, almeno durante l’azione.

Nel corso dell’attacco, Balliet ha gridato più volte “gli ebrei sono il male” e “Kanaken“, termine dispregiativo rivolto agli arabi. La procura generale ha assunto il comando delle indagini e, come confermato da un portavoce, le prove finora raccolte portano alla pista dell’estremismo di destra. Molti media tedeschi già lo definiscono un “neonazi“. “Le comunità online di estrema destra l’hanno già fatto proprio e chiamano l’ignoto sparatore ‘santo‘”, scrive su Twitter Rita Katz, direttrice di Site, sito di monitoraggio dell’estremismo sul web. Il video e la dinamica ricordano quella degli attacchi del 15 marzo scorso alle due moschee di Christchurch in Nuova Zelanda. Un portavoce di Twitch, il sito specializzato in videogiochi ed e-sport dove è stato trasmetto il filmato, ha dichiarato: “Abbiamo fatto il più in fretta possibile per rimuovere il contenuto e sospenderemo qualsiasi account che pubblichi o ripubblichi le immagini di questo atto abominevole”.
Germania, l’attentato di Halle va in diretta. Il killer: “Ebrei radice di tutti i mali” poi gli spari

L’attacco filmato – Il video trasmesso in diretta dal 27enne ha permesso di ricostruire tutte le fasi dell’attacco, avvenuto interno alle ore 12. Balliet è arrivato davanti alla sinagoga in macchina, con le munizioni e l’arsenale di armi sistemato sul sedile posteriore dell’auto. Ha provato a entrare nella sinagoga, sparando e piazzando ordigni esplosivi sulla porta d’ingresso. Il suo tentativo però non ha funzionato. Poi ha ucciso con un colpo di fucile una donna che camminava sulla Humboldtstrasse, la via su cui si affaccia la sinagoga. Visto che il suo attacca al luogo di culto ebraico non ha avuto successo, ha camminato per circa 500 metri fino a un locale di Kebab. Lì ha ucciso un uomo, sparando più volte sul cadavere rimasto a terra. Poi ha avuto un primo conflitto a fuoco con la polizia, riuscendo a fuggire ma rimanendo ferito. Alle 13.30 è arrivato in macchina fino a Landsberg. Lì ha cambiato auto, scegliendo un taxi. Mentre rubava la vettura, ha sparato a un elettricista che è rimasto ferito e non è in pericolo di vita. Poi ha imboccato l’autostrada A9 e infine la B91, fino all’incidente con un camion che ha permesso alla polizia di arrestarlo.
Germania, sui media tedeschi le immagini di Halle: l’assalitore scende dall’auto e apre il fuoco

I testimoni – Balliet era vestito con abiti militari. Aveva la tuta mimetica e l’elmetto con la telecamera. “Ha lanciato qualcosa come una granata, che non è esplosa, poi ha sparato con il fucile d’assalto”, ha raccontato un testimone che si trovava all’interno del locale di Kebab e ha parlato all’emittente N-Tv. L’assalitore poco prima aveva tentato di entrare nella sinagoga, ma le misure di sicurezza glielo hanno impedito. “L’attentatore ha sparato più volte contro la porta e ha lanciato anche diversi ordigni, forse molotov, petardi o granate per entrare. La porta è rimasta chiusa, Dio ci ha protetti. Il tutto è durato forse dai cinque ai dieci minuti“, racconta Max Privorotzki, leader della comunità ebraica di questa città della Germania orientale. Dalle immagini di videosorveglianza della sinagoga si vede un uomo vestito da militare tentare di sfondare la porta. In quel momento, ha aggiunto Privorotzki, all’interno del tempio si trovavano 70-80 fedeli riuniti in occasione dello Yom Kippur, principale ricorrenza religiosa ebraica. La seconda sparatoria è avvenuta a circa 15 chilometri di distanza nel comune di Landsberg, alla periferia di Halle. L’elettricista che ha cercato di fermarlo è stato soccorso da un elicottero. L’assalitore ha rubato il taxi e poi imboccato l’autostrada a A9 e la B91 verso Zeitz. Dopo un incidente, è stato arrestato.

Oggi ricorreva lo Yom Kippur – Oggi veniva festeggiato lo Yom Kippur, la più importante ricorrenza religiosa ebraica che celebra il giorno dell’espiazione. Aumentate le misure di sicurezza per la sinagoga di Dresda e il cimitero ebraico. Questa mattina dalla Baviera è partita un’operazione di polizia contro estremisti di destra in diversi Land della Germania. Una raid è stato eseguito anche a ovest di Halle, nel distretto di Mansfeld-Südharz. Un portavoce dell’Ufficio federale bavarese alla Bild ha spiegato: “Finora non abbiamo prove che la sparatoria sia collegata al raid”.

https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/10/09/germania-sparatoria-davanti-a-una-sinagoga-a-halle-2-morti-un-fermato-e-27enne-tedesco-ha-filmato-lattacco-la-pista-dellestrema-destra/5506289/

azioni_fasciste
r_internazionale


articolo precedente           articolo successivo