antifa home page

Il Progetto

MAPPA GEOGRAFICA AGGRESSIONI FASCISTE

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Mirko minacciato davanti alla gay street da 4 ragazzi armati: “Fr*** di mer**, ti tagliamo la gola”
- Ferrara, aggressione omofoba contro un gruppo di giovani Lgbt. "Mussolini vi brucerebbe tutti"
- Aggressione omofoba ad Anzio, 22enne preso a pugni mentre passeggia insieme al fidanzato
- Torino, 13enne picchiata per la borsa arcobaleno: “Mi urlavano cagna e lesbica schifosa”
- Palermo, due ragazzi gay aggrediti con lancio di bottiglie. Uno ha il naso fratturato
- Foggia, sparano da un fuoristrada in corsa contro un gruppo di migranti: ferito al volto un 30enne del Mali
- “Gravissima violenza a San Berillo: lavoratrici del sesso massacrate dalla polizia”
- Modena, "Torna nel tuo paese" aggredito a bastonate e colpi di machete
- Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Renoize 21 Focene per Renato 27/08 e 3-4-5/09
- Desenzano, il no dello scrittore Francesco Permunian: "Non presento il mio libro dove manifesta Forza Nuova"
- "Milano è antifascista": il Comune estende l'obbligo di rispetto della Costituzione per chi prende in affitto gli spazi pubblici
- Genova, i pompieri si rifiutano di togliere uno striscione antifascista. Usb: “Non creava nessun pericolo, non è nostro compito”
- Vietata manifestazione estrema destra oggi pomeriggio. Raggi: “I fascisti a Roma non sfilano”
- Petizione dell'ANPI Veneto per le dimissioni di Elena Donazzan
- Roma, protesta Anpi: occupazione di Casapound a Ostia Associazioni antifasciste chiedono sgombero via delle Baleniere
- Presentato “Neofascismo in grigio”, ultimo libro di Claudio Vercelli
- Giulietti: "La Costituzione antifascista non è in lockdown, guai se la Rai dà spazio agli squadristi"
- Torino «È inaccettabile processare gli studenti per antifascismo»
- Bologna In piazza Carducci solo gli antifa
- Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
21.11.21 Eminenze nere La santa alleanza tra clero, ultradestra cattolica e negazionisti del Covid
16.11.21 Forza Nuova, gli affari tra Fiore e il capo dell’organizzazione Pro-Vita
16.11.21 Come i neofascisti hanno infiltrato i no green pass
6.11.21 La rete dei nazisti italiani pronti a combattere
5.11.21 Ruotolo: "Desegretare subito il fascicolo del leader di Forza Nuova" Interrogazione del senatore ai ministri Lamorgese e Di Maio
1.11.21 Voghera, non solo il caso Adriatici: sui social l’assessore di Fratelli d’Italia inneggia alla Decima mas e fa gli auguri ai “camerati”
27.10.21 Forza Nuova, il Parlamento rinuncia allo scioglimento per tutelare il governo
21.10.21 L’impero offshore del neofascista Delfo Zorzi gestito dall’avvocato svizzero di Licio Gelli
20.10.21 Forza Nuova, i milioni dei neofascisti all’estero tra società del giro di Fiore e di un ex Nar
12.10.21 Da dove arriva Forza Nuova
11.10.21 Fiore e Castellino, la folle escalation: «Dietro la lotta interna con Casapound»
1.10.21 Inchiesta Fanpage, Fidanza autosospeso da capodelegazione FdI a Parlamento Ue: “Attacchi strumentali”
1.10.21 Fanpage, Lobby Nera: inchiesta sulla destra neofascista
5.09.21 Ungheria Ultime notizie sul paese - Rapporto Amnesty International
26.06.21 La lunga ombra nera. Una mappa delle aggressioni fasciste
20.06.21 “Fascisti”, l’eterna scorciatoia di usare il termine sbagliato: da Trump a Salvini. “Veri rischi? Leader democratici senza ideali”
1.05.21 Fascisti su Marche: così la Regione diventa laboratorio della nuova destra
7.04.21 Per i Servizi tedeschi l'Afd è un partito di "estrema destra" da sorvegliare
31.03.21 L'eroe Mussolini e gli immigrati assassini: i fascio-fumetti invadono le scuole
1.03.21 Argentina Voli della morte
12.02.21 Bugie contro Falcone sul delitto Mattarella: il neofascista Fioravanti torna sotto accusa
7.02.21 Dalla difesa della razza all’apologia del fascismo le Marche laboratorio della destra più nera
23.01.21 Neonazisti. Gruppi armati sono presenti anche in Italia
23.01.21 Il delirio del suprematista di Savona: “Hitler come Cristo guida luce”. La missione di una guerra la razziale “contro negri e degenerati”
19.12.20 Casapound: convegni, nuovi slogan e alleanze elettorali. L'idillio tricolore tra la "tartaruga nera" e Meloni

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 25.09.19
Gianluca Iannone, leader CasaPound condannato in appello per lo schiaffo futurista
·
Per quel ceffone in pieno viso - che procurò un occhio nero al giornalista Filippo Rossi- dovrà sborsare una multa di 800 euro e 1.500 di provvisionale. Confermata la condanna in primo grado: la difesa chiedeva la riqualificazione del reato in ingiuria

Lo «schiaffone futurista» gli costerà un po’. Per quel ceffone in pieno viso che procurò un occhio nero al giornalista Filippo Rossi, il leader di CasaPound Gianluca Iannone dovrà sborsare 800 euro di multa e 1.500 di provvisionale immediatamente esecutiva, cioè da versare subito. Più le spese legali di Rossi, assistito dall’avvocato Giacomo Barelli, e il risarcimento da quantificare in sede civile.

La sentenza

Il tribunale di Viterbo, chiamato a esprimersi in appello, ha confermato la sentenza di primo grado. Sulla prima decisione, di maggio 2018, il giudice Gaetano Mautone non ha messo penna: confermata la condanna e le cifre. Anche se, per la difesa, non c’era volontà di fare del male fisico: «Chiedevamo la riqualificazione del reato di lesioni in ingiuria reale – spiega l’avvocato Domenico Gorziglia -. Il gesto, effettivamente, c’è stato. Ma era più per colpire all’onore che non al fisico». Umiliare, insomma, e non picchiare; una tesi che, se fosse passata, avrebbe portato all’assoluzione di Iannone perché l’ingiuria non è più reato dal 2016. La difesa valuterà la strada del ricorso in Cassazione quando, entro i prossimi sessanta giorni, arriveranno le motivazioni della sentenza.

I fatti

Il 14 luglio 2012 Rossi riceve prima la telefona di «un certo Gianluca» che voleva incontrarlo, poi la visita di Iannone al quartiere medievale di San Pellegrino. A Viterbo era un’ordinaria notte di«Caffeina», il festival culturale che, da 13 anni, anima l’estate in città: presentazioni di libri, tanta gente a passeggio, Rossi e staff al quartier generale del festival, la segreteria in centro storico. Iannone arriva con militanti al seguito: indossano maglie di CasaPound con tartauga e frecce nere. «Traditore!», gli urla più volte. Poi altri insulti e il pugno che atterra Rossi. Il giorno dopo, mentre il direttore artistico della Fondazione Caffeina parla di «spedizione punitiva», una nota ufficiale di CasaPound minimizza: «Quante storie per uno schiaffone futurista!». E giù a citare esempi illustri, come il ceffone «di Umberto Boccioni ad Ardengo Soffici», un «gesto di marinettiana memoria», lo definiva il comunicato, giocando sull’incarico che Rossi aveva all’epoca come direttore del quotidiano online «Il futurista». «A Rossi - concludeva il leader delle tartarughe nere - voglio dire che altrettanto male possono fare la penna e le parole, ma gli effetti delle ingiurie durano più a lungo». Insomma: un modo, per il presidente dei neofascisti, di regolare i conti con un giornalista che, con certe critiche a CasaPound, aveva passato il segno.

Nessun pentimento

Una denuncia e un processo dopo, nessun pentimento. Anzi: linea dura, in barba perfino all’ipotesi di accordo ventilata dal suo avvocato Domenico Di Tullio l’anno scorso, pochi giorni prima della sentenza di primo grado: «Non solo non ho mai fatto nessuna donazione per sottrarmi alla querela – scrisse Iannone sulla pagina Facebook CasaPound Viterbo - ma non ho neanche lontanamente intenzione di farne alcuna se questi sono i termini. Anzi, visto come si sta ponendo il signor Filippo Rossi, sarebbe quasi da schiaffeggiare di nuovo…». Ma gli schiaffoni - futuristi o meno - non sono gratis.

24 settembre 2019

https://roma.corriere.it/notizie/cronaca/19_settembre_24/gianluca-iannone-leader-casapound-condannato-appello-lo-schiaffo-futurista-e4fb07e6-ded0-11e9-a10b-ca7db0bcf850.shtml

repressione_F
r_lazio


articolo precedente           articolo successivo