antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom
- Vicenza, vede un immigrato e lo accoltella alla pancia. Arriva la polizia: picchia anche gli agenti
- "Ammazza il negro", altre minacce contro la famiglia del Milanese che ha adottato senegalese
- Donna aggredita in pizzeria a Mereto di Tomba perché non parla friulano
- Ascoli, barista caccia cliente omosessuale: “Sono nazista, non voglio gay nel mio locale”

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake
- Libro sulle "atrocità partigiane", l'Anpi di Reggio Emilia contrattacca: presidio e minacce di denuncia

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa
9.10.19 Dove si radunano i neofascisti tra social network e dark web
18.09.19 Repubblica: “I Signori della Curva spa tra manganelli e Cosa nostra. Viaggio all’interno delle curve italiane”
22.08.19 Diabolik, Roma sud blindata per i funerali. Saluti romani all’arrivo della bara nera.
20.08.19 Fascismo del vecchio e nuovo millennio: viaggio “nel cuore nero” di Brescia
20.08.19 Sì, il problema di Roma è (anche) Casapound
9.08.19 Omicidio Diabolik, ex leader Irriducibili: "Nostre strade divise da tempo" - doppio filo, tra gli Irriducibili e Forza Nuova
9.08.19 L’Italia nera
18.06.19 L’aggressione fascista ai ragazzi del Cinema America. E tutte le altre
14.06.19 Le scatole cinesi di CasaPound (Dossier ANPI)
10.05.19 Chi ha autorizzato la manifestazione di CasaPound a Casal Bruciato?
6.05.19 Chi è Francesco Polacchi, responsabile della casa editrice Altaforte
31.03.19 Forza Nuova e i legami con i pro vita del congresso di Verona
18.02.19 Svastica e malavita a Roma: ecco l'inchiesta che ha portato all'aggressione fascista
17.02.19 Neofascismo, cacciatori di fake news a Savona: "Quell'eccidio fantasma del monte Manfrei"
3.02.19 Nazi, ultras e tanta ‘ndrangheta.
20.01.19 Polonia Il delitto Adamowicz e il sottobosco di estrema destra
13.01.19 La sede dei fascisti di Avanguardia Nazionale è in uno stabile del Comune di Roma
13.01.19 Calcio, la piaga nera del tifo fascista
17.12.18 Le sfumature nere della Lega di Salvini
20.11.18 Bolivia: Il neofascista italiano Diodato tra i registi della strage di Pando
18.11.18 CasaPound e Forza Nuova a confronto
14.11.18 FBI: Milizia neo-nazista addestrata dall'esercito americano in Ucraina, ora prepara i Suprematisti bianchi degli USA

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 7.06.19
Trento Minacce a uno studente universitario, l’ombra dell’estrema destra
·
Studente minacciato: comparse anche delle scritte inquietanti sotto casa, i collettivi universitari e l’Osservatorio Contro i Fascismi puntano il dito contro CasaPound. La replica di Castaldini: “Solo calunnie, siamo pronti a portarli in tribunale”

07 giugno 2019

TRENTO. A ricostruire la vicenda che vede coinvolto un giovane studente ci hanno pensato due collettivi universitari: l’Assemblea universitaria di lotta e autogestione e il Collettivo universitario Refresh, che attraverso un comunicato hanno denunciato le intimidazioni subite da un loro militante.

“La settimana scorsa – si legge – un nostro compagno, studente universitario, è stato affiancato in un parcheggio da tre militanti di CasaPound ed è stato minacciato”, successivamente, sempre secondo quanto riportato dalla nota, le stesse persone avrebbero aspettato più volte il ragazzo sotto casa con l’intento di aggredirlo.

Ora però, nei pressi dell’abitazione del ragazzo, sono comparse anche alcune scritte ben visibili a tutti e tra queste c’è anche una svastica. A questo punto altre realtà universitarie e non si sono strette attorno al ragazzo, tra queste c’è anche l’Osservatorio contro i fascismi che ha affermato: “Questo ennesimo caso ci ricorda ancora la necessità di negare ogni spazio di agibilità politica ai fascisti”.

La replica di CasaPound non si è fatta attendere ed è arrivata per bocca del referente trentino Filippo Castaldini che si è detto pronto a portare in tribunale i militanti del Cur. Accuse quindi respinte in toto al mittente: “Non accettiamo queste calunnie e questo fango politico” ha sottolineato con un video postato sulla sua pagina Facebook.

Per la verità nello stesso video il leader di estrema destra si è scagliato anche contro un quotidiano locale reo di aver riportato la versione dei collettivi antifascisti e accusato di essere: “Parziale e dalla parte di certi soggetti” – Castaldini ha poi concluso: “Non è possibile che questo giornalismo attacchi sempre CasaPound e la destra in generale”.

In serata è arrivata anche la controreplica di Cur e Aula che sempre in una nota hanno ribadito: “Non accettiamo lezioni di legalità da parte di chi da anni colleziona denunce per aggressione, non vogliamo che quanto sta accadendo venga ridotto strumentalmente ad ‘una guerra tra bande’, l’attacco di CasaPound è un attacco a tutti e tutte coloro che amano la libertà e a tutte quelle soggettività che si trovano al di fuori dagli schemi che gruppi come CasaPound vorrebbero autoritariamente imporre”.

Probabilmente è presto per sapere come si concluderà questa vicenda, ma sono diversi i procedimenti che vedono militanti di estrema destra accusati di gravi aggressioni. Ci sono ad esempio i due episodi di Bolzano, in uno di questi un minorenne rischiò di perdere un occhio, ma anche l’accoltellamento ai danni di un militante del Centro sociale Bruno e altri episodi, come quello che ha visto condannare proprio Castaldini accusato di aver picchiato, assieme ad altri due militanti, alcuni ragazzi ‘scambiati’ per antifascisti (di seguito l'articolo).

C’è poi l’aggressione subita da alcuni studenti fuori dal liceo Prati nel 2016, anche in questo caso ad essere condannati in primo grado sono stati due militanti di Blocco Studentesco.

https://www.ildolomiti.it/cronaca/2019/minacce-a-uno-studente-universitario-l%E2%80%99ombra-dell%E2%80%99estrema-destra




Aggressione a Trento, condanna confermata per Filippo Castaldini e altri due militanti: ''Vogliono colpire CasaPound, faremo ricorso''

La condanna per un'aggressione avvenuta nel 2014. Castaldini: "Dimostreremo che siamo estranei ai fatti"
02 marzo 2019

TRENTO. La Corte d'appello di Trento ha confermato la condanna a tre militanti di Casapound per una aggressione avvenuta nel 2014 e che aveva visto la condanna in primo grado di cinque persone.

Il fatto è avvenuto in tarda serata quando dei giovani stavano rincasando e si trovavano nella zona del ponte di San Lorenzo. Alcuni di questi ragazzi sono stati avvicinati da un altro gruppo che li ha aggrediti. Secondo quanto appreso, pensavano fossero appena usciti dal centro sociale Bruno ma non era così perché stavano rincasando da una cena privata.

Nel 2017 era arrivata, come già detto, la sentenza di primo grado. Il giudice aveva dichiarato "gli imputati colpevoli dei reati loro ascritti e li condanna alla pena di anni uno di reclusione". Penna sospesa, non menzione, ma tasse e spese a carico dei cinque attivisti di Casa Pound .
Rispetto a questa condanna avvenuta in primo grado, in appello il numero degli imputati è però sceso da 5 a 3: Filippo Castaldini, Matteo Corrotti e Claudio Mattuzzi.

“Andremo fino alla Cassazione – ha affermato Castaldini – perché siamo convinti di uscirne puliti. E' una condanna volta a colpire CasaPound. In cassazione cercheremo di dimostrare che siamo estranei ai fatti”.

https://www.ildolomiti.it/cronaca/2019/aggressione-a-trento-condanna-confermata-per-filippo-castaldini-e-altri-due-militanti-vogliono-colpire-casapound-faremo-ricorso

vandalismi_minacce
r_trentino


articolo precedente           articolo successivo