antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom
- Vicenza, vede un immigrato e lo accoltella alla pancia. Arriva la polizia: picchia anche gli agenti
- "Ammazza il negro", altre minacce contro la famiglia del Milanese che ha adottato senegalese
- Donna aggredita in pizzeria a Mereto di Tomba perché non parla friulano
- Ascoli, barista caccia cliente omosessuale: “Sono nazista, non voglio gay nel mio locale”
- Brescia Danno fuoco alle roulotte, poi sparano contro chi scappa: “Zingari di me**a, vi ammazzo tutti”
- Torino, aggressione omofoba in un condominio: «Sei gay, ti ammazziamo»
- Modena Bomba carta e bottiglie molotov contro il centro di accoglienza per migranti
- Sondrio, insulti razzisti poi calci e pugni: senegalese in ospedale
- Raid punitivo contro alloggio di migranti: Piacenza, tre indagati

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake
- Libro sulle "atrocità partigiane", l'Anpi di Reggio Emilia contrattacca: presidio e minacce di denuncia
- San Lorenzo: Forza Nuova sfregia murales ai partigiani, che viene ripristinato dopo un’ora
- Trieste, doppio corteo: CasaPound e antifascisti in piazza
- Venaria, il sindaco toglie i fiori lasciati sulla tomba da CasaPound: “Non c’è spazio per i fascisti”

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
10.05.19 Chi ha autorizzato la manifestazione di CasaPound a Casal Bruciato?
6.05.19 Chi è Francesco Polacchi, responsabile della casa editrice Altaforte
31.03.19 Forza Nuova e i legami con i pro vita del congresso di Verona
18.02.19 Svastica e malavita a Roma: ecco l'inchiesta che ha portato all'aggressione fascista
17.02.19 Neofascismo, cacciatori di fake news a Savona: "Quell'eccidio fantasma del monte Manfrei"
3.02.19 Nazi, ultras e tanta ‘ndrangheta.
20.01.19 Polonia Il delitto Adamowicz e il sottobosco di estrema destra
13.01.19 La sede dei fascisti di Avanguardia Nazionale è in uno stabile del Comune di Roma
13.01.19 Calcio, la piaga nera del tifo fascista
17.12.18 Le sfumature nere della Lega di Salvini
20.11.18 Bolivia: Il neofascista italiano Diodato tra i registi della strage di Pando
18.11.18 CasaPound e Forza Nuova a confronto
14.11.18 FBI: Milizia neo-nazista addestrata dall'esercito americano in Ucraina, ora prepara i Suprematisti bianchi degli USA
12.11.18 Veneto Fronte Skinheads, radiografia dell'associazione
12.11.18 Così i neofascisti assediano Brescia
11.11.18 Il governo di Varsavia marcia con l’estrema destra europea
29.10.18 CasaPound non paga neppure le bollette: debiti per centinaia di migliaia di euro
17.10.18 Processo Cavallini, Ansaldi parla di Fioravanti: ''È un uomo della P2''
12.10.18 I legami pericolosi tra il partito di Matteo Salvini e la 'ndrangheta
24.09.18 Stati nazisti d’America, tra svastiche, Hitler e sostenitori dello "sterminio necessario"
31.07.18 Razzismo di stato: Casa Pound non fa paura, Salvini sì
29.07.18 Allarme Capitale, i neri di San Giovanni
25.07.18 L’autrice del post sullo smalto di Josepha: “Twittare è il mio lavoro. Mi finanzia CasaPound”
19.07.18 Come Verona è diventata l’incubatrice dell’odio
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 29.04.19
E' Francesco Chiricozzi, il consigliere di CasaPound arrestato per violenza sessuale a Viterbo
·
29 Aprile 2019

Francesco Chiricozzi, secondo quanto si apprende, sarebbe il consigliere comunale di CasaPound arrestato a Viterbo con l’accusa di violenza sessuale di gruppo. Chiricozzi, 21 anni, è uno dei tre consiglieri di minoranza del movimento di estrema destra eletti a Vallerano, dove i ‘fascisti del terzo millennio’ hanno ottenuto oltre il 21% alle ultime amministrative di giugno 2018.

La vittima fatta ubriacare e picchiata

Chiricozzi e un altro militante viterbese di CasaPound sarebbero i due giovani arrestati dalla Polizia con l’accusa di violenza sessuale ai danni di una trentaseienne italiana. I fatti risalgono al 12 aprile scorso quando i due ragazzi – di 19 e 21 anni – all’interno di un circolo privato hanno fatto ubriacare la donna. Quando la ragazza ha tentato di opporsi agli approcci sessuali i due l’avrebbero colpita con dei pugni alla testa, provocandone la perdita di coscienza. Successivamente approfittando dello stato di incoscienza della 36enne hanno abusato sessualmente di lei, filmando tutta la scena con il telefonino.

Sarebbe l’Old Manners Tavern il locale di Viterbo, in cui si è verificata la violenza sessuale. Si trova in piazzale Sallupara, in pieno centro cittadino, a due passi dal Museo Nazionale Etrusco Rocca Albornoz e dall’ex caserma del comando provinciale della Guardia di Finanza. Chi indaga (Digos e Squadra Mobile) sta verificando se questo circolo privato, adibito a pub, fosse di libero accesso al pubblico o riservato soltanto agli iscritti in possesso di una tessera. Il locale, secondo quanto ricostruito dalla Polizia, non sarebbe una sede ufficiale del movimento ma è comunque un luogo considerato un punto di ritrovo tra i militanti del movimento di estrema destra.

Militante del Blocco Studentesco – organizzazione giovanile di CasPound – Chiricozzi era stato anche presidente della consulta provinciale degli studenti ma era stato sfiduciato dall’assemblea per aver “contravvenuto più volte il principio di indipendenza dai partiti politici sancito dall’articolo 3 del regolamento della consulta”.

Secondo AGI il nome del secondo indagato è Marco Licci, anche lui militante di CasaPound. L’organizzazione guidata da Gianluca Iannone e Simone Di Stefano ha annunciato l’espulsione di Chiricozzi.

Proprio su Facebook il vicepresidente di CasaPound ha annunciato che il consigliere comunale di CasaPound è stato “immediatamente espulso” dal partito e ha rassegnato le dimissioni da consigliere comunale. Di Stefano ha aggiunto che qualora Chiricozzi risultasse colpevole auspica una pena durissima, che per CasaPound dovrebbe essere la castrazione, non chimica, precisa Di Stefano.

In una nota pubblicata sulla pagina Facebook di CasaPound il presidente Gianluca Iannone annuncia che «domani Francesco Chiricozzi formalizzerà le sue dimissioni da consigliere comunale di Vallerano». Non è chiaro però come farà a formalizzare le dimissioni, visto che attualmente si trova agli arresti.

Tra i primi esponenti del governo ad esprimersi la ministra della Difesa Elisabetta Trenta che ha definito “vergognosa” e “sconvolgente” la vicenda dello stupro. La ministra Trenta non ha esitato a definire “delle bestie” i presunti autori della violenza sessuale.

Chiricozzi era già a processo per un pestaggio

Sorprende un po’ la decisione di CasaPound di espellere Chiricozzi, non solo perché è innocente fino a prova contraria ma anche perchè il consigliere comunale era giàa processo per il pestaggio di un ragazzo. A dirlo è il sindaco di Vallerano Adelio Gregori, eletto con una lista civica sostenuta dal centrosinistra, che all’AdnKronos ha ricordato come Chiricozzi abbia già «un procedimento in corso per il pestaggio di un ragazzo. All’epoca era ancora minorenne e, insieme ad un altro esponente di CasaPound, Polidori anche lui eletto consigliere, hanno preso a botte un ragazzo, colpevole di aver fatto su Facebook dei commenti ironici sul loro movimento. Lo hanno pestato in venti contro uno. Bisogna smetterla di dire che sono ragazzate. La comunità valleronese non merita di finire sui giornali per questi fatti. Tutti devono aprire gli occhi».

La vicenda risale al 2017 ed è quella del pestaggio di un ventiquattrenne “colpevole” di aver scherzato su Casa Pound. Il ragazzo era finito all’ospedale solo perché sul social network ha ripreso uno scatto di Kotiomkin che faceva il verso ad uno striscione affisso da CasaPound. Per quel pestaggio i carabinieri di Viterbo avevano eseguito all’epoca un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa dal gip Savina Poli nei confronti di Jacopo Polidori ventinovenne portavoce della sezione locale di Casa Pound. In primo grado Polidori era poi stato condannato a due anni e otto mesi.

Come ricorda Adelio Gregori in quella vicenda era implicato anche Jacopo Polidori, che poi venne candidato sindaco a Vallerano proprio da CasaPound ed eletto in consiglio assieme a Chiricozzi. Evidentemente per i fascisti del terzo millennio certe accuse (e condanne in primo grado) non meritano espulsioni e dimissioni, e non ostacolano la carriera politica. Altre invece, sì. È il garantismo di CasaPound, bellezza.

https://www.nextquotidiano.it/francesco-chiricozzi-casapound-stupro-viterbo/

repressione_F
r_lazio


articolo precedente           articolo successivo