antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom
- Vicenza, vede un immigrato e lo accoltella alla pancia. Arriva la polizia: picchia anche gli agenti
- "Ammazza il negro", altre minacce contro la famiglia del Milanese che ha adottato senegalese
- Donna aggredita in pizzeria a Mereto di Tomba perché non parla friulano
- Ascoli, barista caccia cliente omosessuale: “Sono nazista, non voglio gay nel mio locale”
- Brescia Danno fuoco alle roulotte, poi sparano contro chi scappa: “Zingari di me**a, vi ammazzo tutti”
- Torino, aggressione omofoba in un condominio: «Sei gay, ti ammazziamo»
- Modena Bomba carta e bottiglie molotov contro il centro di accoglienza per migranti
- Sondrio, insulti razzisti poi calci e pugni: senegalese in ospedale
- Raid punitivo contro alloggio di migranti: Piacenza, tre indagati

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake
- Libro sulle "atrocità partigiane", l'Anpi di Reggio Emilia contrattacca: presidio e minacce di denuncia
- San Lorenzo: Forza Nuova sfregia murales ai partigiani, che viene ripristinato dopo un’ora
- Trieste, doppio corteo: CasaPound e antifascisti in piazza
- Venaria, il sindaco toglie i fiori lasciati sulla tomba da CasaPound: “Non c’è spazio per i fascisti”

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
18.06.19 L’aggressione fascista ai ragazzi del Cinema America. E tutte le altre
14.06.19 Le scatole cinesi di CasaPound (Dossier ANPI)
10.05.19 Chi ha autorizzato la manifestazione di CasaPound a Casal Bruciato?
6.05.19 Chi è Francesco Polacchi, responsabile della casa editrice Altaforte
31.03.19 Forza Nuova e i legami con i pro vita del congresso di Verona
18.02.19 Svastica e malavita a Roma: ecco l'inchiesta che ha portato all'aggressione fascista
17.02.19 Neofascismo, cacciatori di fake news a Savona: "Quell'eccidio fantasma del monte Manfrei"
3.02.19 Nazi, ultras e tanta ‘ndrangheta.
20.01.19 Polonia Il delitto Adamowicz e il sottobosco di estrema destra
13.01.19 La sede dei fascisti di Avanguardia Nazionale è in uno stabile del Comune di Roma
13.01.19 Calcio, la piaga nera del tifo fascista
17.12.18 Le sfumature nere della Lega di Salvini
20.11.18 Bolivia: Il neofascista italiano Diodato tra i registi della strage di Pando
18.11.18 CasaPound e Forza Nuova a confronto
14.11.18 FBI: Milizia neo-nazista addestrata dall'esercito americano in Ucraina, ora prepara i Suprematisti bianchi degli USA
12.11.18 Veneto Fronte Skinheads, radiografia dell'associazione
12.11.18 Così i neofascisti assediano Brescia
11.11.18 Il governo di Varsavia marcia con l’estrema destra europea
29.10.18 CasaPound non paga neppure le bollette: debiti per centinaia di migliaia di euro
17.10.18 Processo Cavallini, Ansaldi parla di Fioravanti: ''È un uomo della P2''
12.10.18 I legami pericolosi tra il partito di Matteo Salvini e la 'ndrangheta
24.09.18 Stati nazisti d’America, tra svastiche, Hitler e sostenitori dello "sterminio necessario"
31.07.18 Razzismo di stato: Casa Pound non fa paura, Salvini sì
29.07.18 Allarme Capitale, i neri di San Giovanni
25.07.18 L’autrice del post sullo smalto di Josepha: “Twittare è il mio lavoro. Mi finanzia CasaPound”

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 20.03.19
Prato, Forza Nuova in corteo per i cento anni dei Fasci. Città in rivolta, dal sindaco al vescovo. Ma la questura non lo vieta
·
Il partito di estrema destra hanno scelto il 23 marzo per la manifestazione "Salvare l'Italia" contro la cosiddetta "invasione" dei migranti. Ma dal primo cittadino Biffoni all'Anpi fino alla diocesi si è levato un appello perché si annulli tutto. Ma al momento le autorità hanno deciso di non decidere

19 Marzo 2019

L’hanno chiamata “Salvare l’Italia” contro “l’invasione” dei migranti. E per la manifestazione non hanno scelto una data casuale: il 23 marzo, centenario della costituzione dei Fasci di combattimento. Forza Nuova ha organizzato per sabato alle 15.30 un corteo nazionale a Prato a cui parteciperà anche il suo leader e fondatore, Roberto Fiore, ma la città negli ultimi giorni si è ribellata: il sindaco Matteo Biffoni ha chiesto alla Questura di bloccarla e ieri la Chiesa pratese ha lanciato un appello contro il corteo perché “a Prato non ci può essere spazio per culture sovraniste e xenofobe”. Nel frattempo, su change.org è stata lanciata una raccolta firme dal titolo “Fermiamo la manifestazione fascista a Prato” che in pochi giorni ha già raccolto quasi 15mila firme. Lunedì il Comitato provinciale per la sicurezza pubblica avrebbe dovuto prendere una decisione sulla fattibilità della manifestazione ma tutto è saltato a data da destinarsi. “Auspico e spero che la manifestazione alla fine non si svolga – dice a ilfattoquotidiano.it il sindaco Biffoni –. Un conto è lasciare libertà di espressione ad una forza politica che legittimamente si candida alle elezioni ma in questo caso la questione è più seria: la nostra Costituzione vieta espressamente di celebrare l’ideologia fascista e quello di sabato sarà un corteo per onorare la nascita dei fasci di combattimento. E non si può fare, punto”. “Poi – conclude il sindaco – c’è anche un motivo di sicurezza: Prato non è Roma o Milano, ha un centro storico anche piccolo e rischiamo infiltrazioni di ogni tipo”.

Il corteo nazionale di Forza Nuova a cui sarà presente anche il leader Roberto Fiore prevede il ritrovo alle 15.30 in Piazza della Stazione a Prato per manifestare contro “l’invasione afroislamica e cinese” che tende ad “annientare ogni nostra tradizione culturale, etnica e religiosa e la “sostituzione etnica di un’intera popolazione di una città”. Ma c’è anche un motivo di stringente attualità: la visita dei prossimi giorni del presidente cinese Jinping “assieme a 70 super imprenditori cinesi pronti (con il consenso dell’attuale governo gialloverde) a saccheggiare a suon di miliardi le ultime ricchezze rimaste alla nostra nazione”. Forza Nuova insomma vuole “rivendicare il principio di sovranità nazionale”. Il volantino distribuito in città e sui social network mette in contrapposizione una manifestazione della comunità cinese con quella dei militanti di Forza Nuova. E in fondo alla pagina il numero fatidico: “100”, in onore della nascita dei Fasci di Combattimento.

Da quando è stata annunciata la manifestazione, le istituzioni e la società civile di Prato si sono opposte pubblicamente. Dopo l’indignazione dei giorni scorsi del sindaco del Pd Biffoni che aveva chiesto alla Questura di ripensarci e impedire il corteo, lunedì si è aggiunta la Chiesa cittadina: i quattro uffici della Diocesi (Caritas, Ufficio per l’Educazione e la Scuola, Migrantes e Ufficio di Pastorale e Sociale del Lavoro) hanno lanciato un appello per dire no alla parata. “Perché avete scelto Prato per ricordare il vostro anniversario di violenza politica di 100 anni fa? – si legge nell’introduzione del documento – Non si festeggia un anniversario portando divisioni in una comunità pacifica. Non si festeggia un anniversario senza il gradimento della comunità che ti deve accogliere”. La nota della Diocesi va oltre: “A Prato non può esserci spazio per culture sovraniste, xenofobe, egoistiche, intransigenti che non mettono l’amore per l’altro al primo posto la solidarietà, il lavoro, il bene di tutti. Al cuore di principi della convivenza a Prato non ci sono la violenza, il respingimento, il razzismo e il ‘prima i pratesi’”. L’appello sarebbe condiviso anche dal vescovo di Prato, Franco Agostinelli.

Oltre all’Anpi di Prato (sulla cui sede martedì mattina è comparsa una svastica con la scritta “Dux”) che ha organizzato una contromanifestazione, mercoledì scorso “Prato Antifascista” ha lanciato la petizione su change.org per bloccare il corteo e in sei giorni le adesioni si sono moltiplicate. “Riteniamo che l’appuntamento nazionale di Forza Nuova nella nostra città sia un chiaro e inammissibile sfregio ai valori dell’antifascismo degnamente rappresentati da Prato, Medaglia d’argento della Resistenza – si legge nella petizione sottoscritta anche da Anpi, Cgil, Arci e Libera –. Non possiamo consentire che a Prato sfilino con i simboli del ventennio i neofascisti in esplicita opposizione al pluralismo e ai valori democratici tutelati dalla Costituzione”. Per questo le associazioni chiedono che vengano revocati i permessi concessi a Forza Nuova ma durante l’incontro congiunto di lunedì tra Questore e il Prefetto non è stata presa alcuna decisione ufficiale. Per adesso, quindi, tutto rimane com’è: la manifestazione neo-fascista di sabato si farà.

https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/03/19/prato-forza-nuova-in-corteo-per-i-cento-anni-dei-fasci-citta-in-rivolta-dal-sindaco-al-vescovo-ma-la-questura-non-lo-vieta/5048105/

iniziative_fasciste
r_toscana


articolo precedente           articolo successivo