antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom
- Vicenza, vede un immigrato e lo accoltella alla pancia. Arriva la polizia: picchia anche gli agenti
- "Ammazza il negro", altre minacce contro la famiglia del Milanese che ha adottato senegalese
- Donna aggredita in pizzeria a Mereto di Tomba perché non parla friulano
- Ascoli, barista caccia cliente omosessuale: “Sono nazista, non voglio gay nel mio locale”
- Brescia Danno fuoco alle roulotte, poi sparano contro chi scappa: “Zingari di me**a, vi ammazzo tutti”
- Torino, aggressione omofoba in un condominio: «Sei gay, ti ammazziamo»
- Modena Bomba carta e bottiglie molotov contro il centro di accoglienza per migranti
- Sondrio, insulti razzisti poi calci e pugni: senegalese in ospedale
- Raid punitivo contro alloggio di migranti: Piacenza, tre indagati

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake
- Libro sulle "atrocità partigiane", l'Anpi di Reggio Emilia contrattacca: presidio e minacce di denuncia
- San Lorenzo: Forza Nuova sfregia murales ai partigiani, che viene ripristinato dopo un’ora
- Trieste, doppio corteo: CasaPound e antifascisti in piazza
- Venaria, il sindaco toglie i fiori lasciati sulla tomba da CasaPound: “Non c’è spazio per i fascisti”

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
10.05.19 Chi ha autorizzato la manifestazione di CasaPound a Casal Bruciato?
6.05.19 Chi è Francesco Polacchi, responsabile della casa editrice Altaforte
31.03.19 Forza Nuova e i legami con i pro vita del congresso di Verona
18.02.19 Svastica e malavita a Roma: ecco l'inchiesta che ha portato all'aggressione fascista
17.02.19 Neofascismo, cacciatori di fake news a Savona: "Quell'eccidio fantasma del monte Manfrei"
3.02.19 Nazi, ultras e tanta ‘ndrangheta.
20.01.19 Polonia Il delitto Adamowicz e il sottobosco di estrema destra
13.01.19 La sede dei fascisti di Avanguardia Nazionale è in uno stabile del Comune di Roma
13.01.19 Calcio, la piaga nera del tifo fascista
17.12.18 Le sfumature nere della Lega di Salvini
20.11.18 Bolivia: Il neofascista italiano Diodato tra i registi della strage di Pando
18.11.18 CasaPound e Forza Nuova a confronto
14.11.18 FBI: Milizia neo-nazista addestrata dall'esercito americano in Ucraina, ora prepara i Suprematisti bianchi degli USA
12.11.18 Veneto Fronte Skinheads, radiografia dell'associazione
12.11.18 Così i neofascisti assediano Brescia
11.11.18 Il governo di Varsavia marcia con l’estrema destra europea
29.10.18 CasaPound non paga neppure le bollette: debiti per centinaia di migliaia di euro
17.10.18 Processo Cavallini, Ansaldi parla di Fioravanti: ''È un uomo della P2''
12.10.18 I legami pericolosi tra il partito di Matteo Salvini e la 'ndrangheta
24.09.18 Stati nazisti d’America, tra svastiche, Hitler e sostenitori dello "sterminio necessario"
31.07.18 Razzismo di stato: Casa Pound non fa paura, Salvini sì
29.07.18 Allarme Capitale, i neri di San Giovanni
25.07.18 L’autrice del post sullo smalto di Josepha: “Twittare è il mio lavoro. Mi finanzia CasaPound”
19.07.18 Come Verona è diventata l’incubatrice dell’odio
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 10.01.19
Truffa al Sistema Sanitario, nuove accuse per il leader di Forza Nuova Castellino
·
Coinvolto nell’aggressione ai giornalisti dell’Espresso
09/01/2019

Associazione per delinquere finalizzata alla corruzione, al falso, al riciclaggio e alla truffa al Sistema Sanitario Regionale da quasi un milione e 400 mila euro. Con queste accuse rischia il processo il leader romano di «Forza Nuova», Giuliano Castellino, 41 anni, coinvolto due giorni fa nell’aggressione a Federico Marconi e Paolo Marchetti, cronista e fotografo del settimanale «L’Espresso». Insieme a Castellino, considerato il «promotore dell’associazione» sono coinvolte e rischiano il rinvio a giudizio altre 7 persone tra cui anche Giorgio Mosca, 59 anni, titolare - come Castellino - di punti vendita di integratori alimentari per soggetti affetti da celiachia. Secondo le indagini dei carabinieri, coordinate dalla procura di Roma, sia Castellino, titolare del punto vendita Celiachia World, sia Mosca, proprietario della Bio Gluten e di Celiachia e Benessere, avrebbero «taroccato» migliaia di buoni: le pezze di appoggio per le forniture di alimenti gluten-free a migliaia di falsi celiaci. A tutti e 8 gli indagati i pm hanno notificato il 415 bis, atto che di norma precede la richiesta di rinvio a giudizio.

L’inchiesta: «I buoni fotocopia»
L’indagine dei militari dell’Arma, coordinata dal procuratore aggiunto Paolo Ielo e il pm Alberto Pioletti, è partita a novembre 2017 quando i dirigenti di quattro diverse Aziende sanitarie locali, alla luce dei documenti palesemente falsi consegnati dagli indagati, hanno deciso di sporgere denuncia. «I buoni pasti venivano presentati in fotocopia, con lo stesso codice a barre, con modifiche eseguite a penna e non stampate», si legge nell’ordinanza di custodia cautelare che aveva mandato Castellino e Mosca agli arresti domiciliari. Tra l’altro i buoni «tarocchi» spesso presentavano «incongruenze tra l’età del paziente e il codice fiscale» e timbri e numerazioni apparivano «difformi dagli originali». A Castellino è inoltre contestato un episodio di corruzione in concorso con Francesco Altomonte, dipendente di una cooperativa ma in servizio alla Asl, che «accettava da Castellino, legale rappresentante della “Celiachia World”, la promessa di ottenimento di somme di denaro in cambio di informazioni e di assistenza per ottenimento dal Servizio Sanitario Regionale dei rimborsi derivanti dai prodotti senza glutine».

I precedenti di Castellino
Non è il primo arresto per Castellino. Il leader romano di «Forza Nuova», braccio destro di Roberto Fiore, ha aggredito due giorni fa al Verano due giornalisti dell’Espresso «colpevoli», secondo lui, di fare video nel giorno dell’anniversario della morte dei militanti di Fronte della gioventù e Movimento sociale italiano, Franco Bigonzetti e Francesco Ciavatta, uccisi davanti alla sede di Acca Larentia il 7 gennaio 1978. Non solo. Castellino è stato anche mandato a processo lo scorso 25 maggio con le accuse di violenza e resistenza a pubblico ufficiale per aver picchiato, il 23 agosto scorso, alcuni agenti della Digos. Quel giorno aveva guidato una protesta contro il quotidiano della Cei Avvenire «reo» di difendere i migranti che a pochi metri di distanza venivano sgomberati dall’immobile di via Curtatone. Il leader di «Roma ai romani» è stato processato anche per gli scontri contro la polizia del 21 febbraio 2017.

https://www.lastampa.it/2019/01/09/italia/truffa-al-sistema-sanitario-nuove-accuse-per-il-leader-di-forza-nuova-castellino-QOmB8pbncsicDNiOZsxaiM/pagina.html

repressione_F
r_lazio


articolo precedente           articolo successivo