antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom
- Vicenza, vede un immigrato e lo accoltella alla pancia. Arriva la polizia: picchia anche gli agenti

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
4.06.20 George Floyd – Paramilitari, suprematisti bianchi pro-Trump e anarchici: la galassia di gruppi che infiltra la protesta negli Stati Uniti
29.04.20 Il virus nero - Servizio di Report
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa
9.10.19 Dove si radunano i neofascisti tra social network e dark web
18.09.19 Repubblica: “I Signori della Curva spa tra manganelli e Cosa nostra. Viaggio all’interno delle curve italiane”
22.08.19 Diabolik, Roma sud blindata per i funerali. Saluti romani all’arrivo della bara nera.
20.08.19 Fascismo del vecchio e nuovo millennio: viaggio “nel cuore nero” di Brescia
20.08.19 Sì, il problema di Roma è (anche) Casapound
9.08.19 Omicidio Diabolik, ex leader Irriducibili: "Nostre strade divise da tempo" - doppio filo, tra gli Irriducibili e Forza Nuova

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 30.12.18
Blood & Honour, il tifo di cui Belardinelli faceva parte e che si ispira alle SS
·
28/12/2018

Daniele Belardinelli faceva parte dei Blood and Honour di Varese; la formazione era direttamente ispirata ai valori politici dell'ultradestra; Blood and Honour era un motto delle SS

Il segreto di Pulcinella, che tutti sembrano scoprire in queste ore, sono i rapporti molto stretti tra l’ultradestra e il tifo organizzato. Ci si stupisce parlando di formazioni neonaziste che entrano in curva, sotto le false insegne dei colori di una squadra, qualsiasi essa sia. Si parla anche dei Blood and Honour di Varese, la frangia di tifo violento di cui Daniele Belardinelli faceva parte. Lui, tifoso dell’Inter e del Varese, è stato la vittima degli scontri prima della partita di Serie A tra Inter e Napoli.

Blood and Honour, cos’è

Blood and Honour, proprio così, come il vecchio motto delle SS. Sangue e onore per richiamare alla memoria un passato che sembrava sepolto e che, invece, rivive ogni domenica allo stadio. Il motto, ovviamente, è stato mediato dall’esperienza dei primi naziskin dell’Inghilterra degli anni ’70, che raccoglieva esperienze di tipo musicale ed esperienze di tipo editoriale.

L’infiltrazione in Italia passa attraverso i ragazzi del Veneto Fronte skinheads, poi la ragnatela si è allargata, entrando persino – alla fine – nelle curve degli stadi. Proprio lì, da dove partono gli ululati razzisti, nel bel mezzo di uno scontro tra bande armate, in pieno centro cittadino prima di una trasferta. Attualmente, il Blood and Honour – che da fanzine era diventato un vero e proprio movimento politico di estrema destra – può contare su circa venti realtà direttamente collegabili ai suoi ideali.

Le differenze tra i Blood and Honour politici e gli ultras

Ovviamente, ci sono differenze tra il movimento politico dei Blood and Honour e quello degli ultras di Varese. Ma l’ispirazione resta. Daniele Belardinelli era uno dei capi della curva varesotta, ma la pagina degli ultras non gli ha dedicato un messaggio di saluto. Una dinamica piuttosto sospetta, come a volersi dissociare dall’azione in cui è rimasto coinvolto.

Il gruppo dei Blood and Honour di Varese si è contraddistinto in passato per scontri che riguardavano la città o la gemellata tifoseria dell’Inter, quella che faceva capo alle teste rasate. Lo stesso Belardinelli – che dal padre con cui non aveva rapporti molto stretti è stato definito «una persona che allo stadio si sfogava» – aveva ricevuto ben due Daspo. C’è anche un precedente per razzismo, nei confronti di un calciatore del Varese Osarimen Ebagua, contestato pesantemente nel 2012.

La realtà varesotta è simile a tante altre in Italia. La rinascita dell’ultradestra è passata anche da qui. E, visti i continui episodi di cui si continua a parlare, il timore è che non si arresterà così facilmente.

https://www.giornalettismo.com/archives/2688972/blood-anda-honour-belardinelli-ss





Daniele Belardinelli, chi era il tifoso morto durante gli scontri di San Siro

29 Dic. 2018

Daniele Belardinelli. È lui il tifoso morto durante gli scontri prima di Inter Napoli. “Simpatizzante” dell’Inter, la sua squadra del cuore è in realtà il Varese. Il suo non è un nome nuovo alle cronache ultras.

Capo dei Blood Honour, gruppo di estrema destra del Varese, era campione MMA di scherma corta. Varesino, era ben noto alle forze dell’ordine fin da quando, sei anni fa, fu tra coloro che scatenò due ore di guerriglia a Como in occasione di una amichevole estiva dell’Inter. Per quei disordini venne punito con un Daspo di cinque anni.

Dopo il calcio la sua grande passione erano le “lame”: campione MMA di scherma corta, era uno specialista di tutte le specialità di gara, dal colletto alla “giacca e coltello”.

Chi sono i Blood Honour

La frangia più accesa del tifo varesino è proprio quella dei Blood & Honour: circa 60 – 70 persone, secondo le informative della Digos, tutte legate all’estrema destra e gemellati proprio con la tifoseria interista.

Daniele Belardinelli era a Milano perché le tifoserie di Inter e Varese sono gemellate. Un gemellaggio che ha chiamato gli ultras varesini a partecipare a quello che il Questore di Milano, Marcello Cardona, ha definito un “assalto organizzato”.

Con gli ultras di Inter e Varese anche quelli di Nizza ed Hellas Verona, tutti accomunati non solo da ideali di estrema destra ma, se non soprattutto in questo caso, dalla rivalità con il Napoli.

Scontri Inter Napoli La cronaca

Prima dell’inizio della partita tra Inter e Napoli si è verificato un vero e proprio assalto da parte degli ultras nerazzurri ai danni di un gruppo di tifosi del Napoli. L’agguato è avvenuto in via Sant’Elena, zona via Novara, circa un’ora prima del match.

Il van su cui viaggiano i tifosi del Napoli è stato circondato e bloccato dal gruppo di ultras – un centinaio – armati con catene, mezze e coltelli.

Quella avvenuta all’esterno dello stadio San Siro è stata un’azione “squadristi, ignobile e assolutamente non preventivabile, compiuta da parte di un centinaio di ultras interisti “tra le cui fila si annoverano anche supporter del Verona, del Varese e del Nizza”, ha quindi spiegato il Questore di Milano Marcello Cardona in una conferenza stampa.

Il questore di Milano ha spiegato che la colonna di “pulmini” su cui viaggiavano i tifosi del Napoli è stata aggredita a circa due chilometri dallo stadio San Siro all’altezza di via Novara da un centinaio di ultras sbucati da alcune traverse laterali.

I tifosi nerazzurri hanno colpito i mezzi con bastoni e spranghe e nella concitazione un van o un suv (è ancora in corso di accertamento il tipo esatto del veicolo) ha percorso un pezzo di strada in contromano investendo Daniele Belardinelli, morto poi a seguito delle gravi ferite riportate.

https://www.tpi.it/2018/12/29/daniele-belardinelli-tifoso-inter-morto/





9.11.13 Minacce al giornalista di Repubblica Paolo Berizzi durante l'incontro di basket tra EA7 Milano e Cimberio Varese

19.10.13
Varese, un capo ultrà dall'Albania per la curva xenofoba e neonazista


3.11.07 Varese: 2 condanne per le aggressioni durante il corteo razzista del 2005

16.07.05 Varese: fucilate contro locale albanese

news
r_lombardia


articolo precedente           articolo successivo