antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Modena, "Torna nel tuo paese" aggredito a bastonate e colpi di machete
- Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Giulietti: "La Costituzione antifascista non è in lockdown, guai se la Rai dà spazio agli squadristi"
- Torino «È inaccettabile processare gli studenti per antifascismo»
- Bologna In piazza Carducci solo gli antifa
- Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista
- Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
23.01.21 Neonazisti. Gruppi armati sono presenti anche in Italia
23.01.21 Il delirio del suprematista di Savona: “Hitler come Cristo guida luce”. La missione di una guerra la razziale “contro negri e degenerati”
19.12.20 Casapound: convegni, nuovi slogan e alleanze elettorali. L'idillio tricolore tra la "tartaruga nera" e Meloni
19.12.20 L'ultradestra torna a casa: abbandona Salvini e abbraccia Fratelli d'Italia
12.12.20 Report: Cinque sfumature di nero 07/12/2020
10.12.20 Anastasia, la setta bio-nazista che spaventa la Germania dalla nostra corrispondente
3.12.20 I vecchi mostri La destra estrema è qui per restare, ma non si deve smettere di combatterla
12.11.20 Neonazisti, franchisti e ultradestra: la rete fascista che cavalca le proteste in tutta Europa
9.11.20 Stati Uniti, i 940 "gruppi d'odio" che mettono in stato d'allerta l'Fbi dopo la sconfitta di Trump
8.11.20 Chi c’è dietro il gruppo di Giorgia Meloni
6.11.20 Covid, se l’ultra destra arruola negazionisti e capi delle proteste
27.10.20 Sicilia: Galassia nera, ultrà e capipopolo: ecco chi soffia sul fuoco dell’ira
21.10.20 Il popolo no mask che nasconde l’ultradestra
19.09.20 Ultras Lazio, la sede di Diabolik sarà sgomberata, il cerchio sulla morte si stringe
2.09.20 Fascisti, no-vax e complottisti di QAnon: chi sono i negazionisti in piazza il 5 settembre
28.08.20 Ribelli, mercenari e faccendieri: l’italiano Elio Ciolini alla conquista del Centrafrica
24.06.20 Il "modello" Vicenza, dove neofascisti ed estremisti siedono al Palazzo
23.06.20 Toh, l'interesse dei neofascisti di CasaPound per la periferia era solo un bluff in favore di tv
22.06.20 Estrema destra, terrorismo nero (anche italiano) non è solo su Internet: ha armi, bombe, razzi e progetta attentati contro musulmani ed ebrei
17.06.20 Cosa si muove dietro l'alleanza nera tra neofascisti, ultras e no 5g
16.06.20 Il movimento Boogaloo (Usa)
8.06.20 Nel palazzo occupato da Casapound a via Napoleone III nessuno è indigente
4.06.20 George Floyd – Paramilitari, suprematisti bianchi pro-Trump e anarchici: la galassia di gruppi che infiltra la protesta negli Stati Uniti
29.04.20 Report: Il virus nero
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 30.11.18
Verona Saluto fascista, per Bacciga chiesto giudizio immediato
·
Il 26 ottobre l’interrogatorio condotto personalmente dal procuratore della Repubblica Angela Barbaglio che nemmeno un mese dopo ha chiesto il giudizio immediato per l’avvocato Andrea Bacciga. Tutta colpa di quel saluto romano fatto durante il consiglio comunale del 26 luglio. Quando il consigliere comunale di Battiti ha rivolto il gesto alle attiviste di «Non una di meno» presenti in balconata, tra il pubblico, quella sera. Violazione della legge Scelba l’ipotesi che viene contestata al legale che, difeso dal collega Zeno Domaschio, al procuratore ha risposto per oltre un’ora negando di aver fatto il saluto rievocativo del Ventennio fascista e sostenendo di aver semplicemente alzato il braccio per salutare. Si era difeso così anche nei giorni immediatamente successivi, sostenendo che il saluto romano richiede l’inclinazione del gomito a 135° mentre il suo, con precisione da goniometro, si era fermato a 120°. Come aveva fatto nell’immediatezza, e cioè negando quello che molti consiglieri e il pubblico aveva invece visto, avrebbe sostenuto di aver salutato mentre si trovava sulla porta (e non quindi all’interno della sala consiliare di palazzo Barbieri) e che il braccio destro alzato era semplicemente un cenno. Ma non fascista. Due giorni dopo, quando la polemica aveva iniziato a prendere forma e tutti gli esponenti politici avevano disapprovato il gesto - quantomeno provocatorio - lui si era difeso dicendo di essere stato minacciato dalle stesse persone che aveva poi visto sul loggione e di averle salutate. Non una, sostennero alcuni testimoni, ma due volte. Invero alcune settimane dopo le attiviste di «Non una di meno» attraverso l’avvocato Federica Panizzo avevano depositato un esposto in Procura e lo stesso avevano fatto numerosi cittadini veronesi. L’ipotesi d’accusa è violazione della legge Scelba e più specificamente dell’articolo 5 della legge n. 645 del 1952, quello che punisce «Chiunque, partecipando a pubbliche riunioni, compie manifestazioni usuali del disciolto partito fascista ovvero di organizzazioni naziste». Abbastanza consistente la pena, in caso di riconoscimento di responsabilità. Il procuratore aprì il fascicolo d’indagine e dispose l’acquisizione delle riprese effettuate dalle telecamere a circuito chiuso presenti all’interno della sala del Consiglio. Alla polizia giudiziaria venne affidato l’incarico di effettuare indagini anche su altri comportamenti tenuti da Andrea Bacciga che dal giorno della sua elezione nella lista «Battiti» (quella del sindaco Federico Sboarina) non è nuovo a provocazioni discutibili (dalla donazione di libri negazionisti alla biblioteca alla richiesta di abolire la legge Mancino) ed è vicino a Fortezza Europa, movimento composto per lo più da ex appartenenti a Forza Nuova. Dopo quel saluto in aula le esponenti di «Non una di meno» avevano pubblicamente chiesto le sue dimissioni, era seguita una schermaglia su Facebook e in risposta all’invito a lasciare il Consiglio Bacciga aveva risposto citando Mussolini. Ora per lui la dottoressa Barbaglio ha chiesto l’immediato.

repressione_F
r_veneto


articolo precedente           articolo successivo