antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Raid punitivo contro alloggio di migranti: Piacenza, tre indagati
- Pisa, ancora un’aggressione omofoba: “Fate schifo”, poi sputi e pugni
- Genova Frasi razziste a immigrato, poi botte
- Sparano a uno straniero ed esultano, due persone nei guai nel Modenese
- Migrante pestato a sangue a Sassari Un 22enne della Guinea aggredito da cinque ragazzi in pieno centro
- Roma, spedizione razzista contro il fioraio a Cinecittà
- Bagheria, «Calmati fratello» e scatta il pestaggio: immigrato picchiato senza motivo con un cric
- Terracina, sparano piombini da unʼauto contro una bici: ferito operaio indiano
- Bologna Aggressione razzista in via Sant'Isaia
- Palermo, caccia al migrante: cinque minori profughi insultati e pestati
- Aprilia, spari da una finestra. Colpito immigrato
- Pistoia, il prete denuncia: "Spari contro un migrante ospite della parrocchia"

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Trento C'è Di Stefano per CasaPound e gli anarchici lo ''accolgono'' con fumogeni e petardi: ''Via i fascisti''
- Bari, aggressione al corteo antifascista in via Crisanzio: blitz con mazze e catene
- Scontri a Marina Centro, il corteo di Forza Nuova cerca di sfondare il cordone
- Padova Antifascisti cercano di impedire il comizio di Forza Nuova: cariche delle forze dell'ordine in pieno centro
- Grosseto Corteo antifascista, cori e bandiere: in piazza contro il raduno di CasaPound c’è Maremma Antifa
- Roma ricorda Renato Biagetti dodici anni dopo
- Ravenna Scontri e contestazioni durante la cerimonia per Ettore Muti
- Pontida, nel santuario della Lega Salvini contestato da diciassettenne: "Fascista, rovini l'Italia"
- "Sgomberate la sede abusiva di Casapound". L’appello del sindaco Pascucci a Salvini e Raggi
- "Chiedo con forza le dimissioni del Ministro Fontana. Le sue dichiarazioni violano la Costituzione" Carla Nespolo - Presidente nazionale ANPI
- Savona, il quartiere rosso di Villapiana si mobilita contro la nuova sede di Casapound
- A Brescia il corteo antifascista contro Forza Nuova

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
12.10.18 I legami pericolosi tra il partito di Matteo Salvini e la 'ndrangheta
24.09.18 Stati nazisti d’America, tra svastiche, Hitler e sostenitori dello "sterminio necessario"
31.07.18 Razzismo di stato: Casa Pound non fa paura, Salvini sì
29.07.18 Allarme Capitale, i neri di San Giovanni
26.07.18 Trattavia, le motivazioni della sentenza vanno lette ricordando stragi neofasciste, golpe e P2
25.07.18 L’autrice del post sullo smalto di Josepha: “Twittare è il mio lavoro. Mi finanzia CasaPound”
19.07.18 Come Verona è diventata l’incubatrice dell’odio
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound
3.05.18 Verona, dove comanda l’estrema destra
26.04.18 Gli antifascisti di domani
26.04.18 Fenomenologia dell'onda nera
4.04.18 Esclusivo: caccia ai soldi della Lega
2.03.18 I camerati abusivi di CasaPound: parenti e amici vivono gratis nel centro di Roma
1.03.18 Ma Pasolini non stava con i poliziotti
26.02.18 Chi sono i candidati di Forza Nuova: poliziotti, picchiatori, nostalgici delle SS e figli di mafiosi
26.02.18 Roberto Fiore: “Magistrati di Palermo deviati come 40 anni fa”. Quando Falcone voleva interrogarlo per il caso Mattarella
14.02.18 Trasformisti, fascisti, impresentabili e ras delle clientele: ecco le liste al Sud di Matteo Salvini
1.02.18 Ritratto del neofascista da giovane

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 22.09.18
Aggressione al corteo antirazzista di Bari, due feriti, 30 attivisti di Casapound in Questura
·
Coinvolta un'eurodeputata Aggressione al corteo antirazzista di Bari, due feriti, 30 attivisti di Casapound in Questura Due persone sono rimaste ferite ieri sera al termine del corteoantirazzista "Mai con Salvini". Secondo una prima ricostruzione i due - tra cui anche l'eurodeputata Eleonora Forenza di Potere al Popolo - sarebbero stati aggrediti davanti alla sede di Casapound. Una trentina di attivisti del movimento di estrema destra sono stati portati in Questura per accertamenti. "Credo che sia inaudita un'aggressione di una squadra fascista in pieno centro a Bari, un fatto che riporta questa città e questo Paese ai tempi più bui", il commento della Forenza Tweet Casapound (Ansa, archivio) 22 settembre 2018 Due manifestanti che hanno partecipato ieri sera a Bari al corteo antirazzista "Mai con Salvini" sono stati aggrediti e feriti dopo la manifestazione da un gruppo di militanti di Casapound. È accaduto nel quartiere Libertà poco dopo le 23. Il corteo si era concluso da poco, quando alcuni manifestanti si sono allontanati e sono passati davanti la sede di Casapound da dove sarebbe partita l'aggressione. Tra i feriti l'assistente parlamentare dell'eurodeputata Eleonora Forenza, che era stata al corteo. Gli aggressori, secondo fonti investigative, sarebbero almeno cinque o sei armati di mazze e cinghie. Le due vittime sono state ferite al volto e alla testa e sono ora ricoverate al Policlinico di Bari e alla Mater Dei. Uno di loro sarebbe in condizioni più serie, avrebbe perso i sensi prima dell'arrivo dei soccorsi. All'aggressione avrebbe assistito anche l'europarlamentare Eleonora Forenza (Potere al Popolo). Discordanti le versioni finora fornite: stando a quanto riferito dai manifestanti, i due feriti stavano tornando a casa quando hanno subito un vero e proprio "agguato squadrista, finendo con la testa spaccata". I militanti di Casapound,invece, sostengono di essere stati provocati e insultati e di aver reagito per questo. Gli isolati attorno alla sede del movimento di estrema destra erano presidiati dalle camionette della polizia fin dal pomeriggio, proprio per prevenire eventuali momenti di tensione. Ai manifestanti non era stato neppure consentito di passare in corteo da quella via, deviando il percorso. L'aggressione, però, è avvenuta quando la manifestazione era ormai terminata.


http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Aggressione-al-corteo-antirazzista-di-Bari-due-feriti-30-attivisti-di-Casapound-in-Questura-Coinvolta-eurodeputata-71434ae8-f5e6-4a4a-b356-516aece9bb2c.html





Casa Pound violenta, assalto a Bari contro gli antirazzisti


La peste nera. Violenta aggressione dopo un corteo di protesta contro Salvini Ferita anche l’europarlamentare Eleonora Forenza. Due manifestanti feriti gravemente. Trenta militanti di Casa Pound identificati E la polizia carica chi protestava contro la Lega. Martedì prossimo presidio in piazza Prefettura

23.09.2018

Per una notte Bari è tornata agli anni ‘70, quando gli scontri di piazza tra rossi e neri erano all’ordine del giorno. Sino a culminare la sera del 28 novembre del 1978 con l’omicidio di un operaio diciottenne, comunista, Benedetto Petrone. Che morì con il ventre squarciato da una coltellata, assassinato in un agguato di squadristi del Fronte della Gioventù.

Venerdì sera, nel quartiere Libertà in via Crisanzio, si è sfiorata una nuova tragedia. Quando un gruppo di persone aderenti a Casa Poundha deciso di aggredire con spranghe, cinghie e tirapugni, un gruppo di persone che avevano da poco terminato di sfilare nel corteo antirazzista «Bari non si Lega», organizzato dalla rete Mai con Salvini.

Due i feriti più gravi: Antonio Perillo, 36 anni, napoletano, militante di Alternativa Comunista e assistente parlamentare dell’eurodeputata Eleonora Forenza, eletta con la lista ‘L’Altra Europa con Tsipras’ ed esponente di Potere al Popolo, e Giacomo Petrelli di Alternativa Comunista, che hanno riportato lesioni alla testa e al volto medicate con punti di sutura.

Oltre a loro due, hanno fatto ricorso alle cure dei medici la stessa Forenza per stato d’ansia e Claudio Riccio, già candidato di Leu e aderente a Sinistra Italiana, colpito da una cinghiata al viso parata con le mani.

L’aggressione è avvenuta nello stesso quartiere che, una settimana fa, ha ospitato il ministro dell’Interno Matteo Salvini (che ha condannato l’episodio di ieri sera) e dove un gruppo di residenti, capeggiati da Luigi Cipriani responsabile del movimento Riprendiamoci il futuro, aveva avviato una raccolta firme per «cacciare gli immigrati irregolari che hanno invaso il nostro quartiere» sostenuta anche dagli esponenti locali del Carroccio.

Ieri mattina è stata trasmessa in Procura un’informativa con una prima ricostruzione dei fatti e i nomi di circa trenta militanti di Casa Poundidentificati nella notte: almeno otto dei quali avrebbero partecipato attivamente all’aggressione. Sono in corso di acquisizione, inoltre, i filmati di una telecamera posta a pochi metri dal luogo dello scontro. Stando a quanto lasciato trapelare da fonti investigative, un primo gruppo di manifestanti, dopo il corteo, sarebbe passato davanti alla sede di Casa Poundurlando «fascisti di m…».

I militanti di estrema destra a quel punto avrebbero reagito prendendosela, però, con un secondo gruppo di manifestanti che passava di lì tornando a casa. Versione molto simile a quella fornita dai militanti di Casa Pound, che hanno dichiarato di aver agito per ‘difendere’ la loro sede di via Eritrea, da un attacco di un gruppo di manifestanti dei centri sociali.

Completamente diversa invece la versione dei fatti fornita dal gruppo dei manifestanti, in primis dell’europarlamentare Forenza, che hanno dichiarato di essere stati inseguiti e aggrediti dai militanti di destra all’improvviso, alle spalle, senza apparente motivo.

L’eurodeputato ha infatti dichiarato che mentre ritornavano verso le loro autovetture, si sono fermati per assistere una donna eritrea in compagnia di un’amica e di una bambina piccola, impaurite dal dover attraversare via Crisanzio, presidiata da un gruppo di persone di Casa Pound. Dal quale a un certo punto si sono staccati 4-5 persone che hanno prima aggredito verbalmente e poi colpito violentemente l’eurodeputato e le persone presenti in quel momento con lei.

Subito dopo l’aggressione, diverse decine di attivisti e militanti antifascisti si sono ritrovati in via Crisanzio, scortati da polizia e carabinieri in assetto antisommossa che, per disperdere i manifestanti, hanno anche tentato una carica di alleggerimento. Tra cori e striscioni la tensione è poi durata fino a mezzanotte inoltrata.

Il giorno dopo, sono tantissime le prese di posizione sull’accaduto.

«L’aggressione fascista di cui è stato vittima ieri sera un gruppo di manifestanti antirazzisti a Bari suscita sdegno e seria preoccupazione. Con metodo già visto tristemente in passato, gli aggressori hanno preso di mira alcuni manifestanti isolati. I picchiatori hanno agito indisturbati, usando i loro locali come base di partenza e di rientro, e palesemente preparati visto che hanno adoperato oggetti contundenti come mazze e cinghie. Va accertato e severamente sanzionato il comportamento delle forze dell’ordine assenti durante l’agguato nelle vicinanze della sede di Casa Pound e quindi non impedendo lìaggressione e il ferimento dei pacifici manifestanti» afferma in una nota il Coordinamento Antifascista Provinciale e Regionale, di cui fanno parte Anpi, Arci Bari, Arci Puglia, Cgil Bari, Cgil Puglia, Libera Puglia, Link Bari, Rete della Conoscenza Bari – Zona Franka, Rete della Conoscenza Puglia, Unione degli Studenti Bari, Unione degli Studenti Puglia.

Che ha convocato per martedì un presidio antifascista in piazza Prefettura. Proprio dove morì Petrone.

https://ilmanifesto.it/casapound-violenta-assalto-a-bari-contro-gli-antirazzisti/

azioni_fasciste
r_puglia


articolo precedente           articolo successivo