antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom
- Vicenza, vede un immigrato e lo accoltella alla pancia. Arriva la polizia: picchia anche gli agenti

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
29.04.20 Il virus nero - Servizio di Report
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa
9.10.19 Dove si radunano i neofascisti tra social network e dark web
18.09.19 Repubblica: “I Signori della Curva spa tra manganelli e Cosa nostra. Viaggio all’interno delle curve italiane”
22.08.19 Diabolik, Roma sud blindata per i funerali. Saluti romani all’arrivo della bara nera.
20.08.19 Fascismo del vecchio e nuovo millennio: viaggio “nel cuore nero” di Brescia
20.08.19 Sì, il problema di Roma è (anche) Casapound
9.08.19 Omicidio Diabolik, ex leader Irriducibili: "Nostre strade divise da tempo" - doppio filo, tra gli Irriducibili e Forza Nuova
9.08.19 L’Italia nera

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 21.06.18
Roma, marcia indietro totale su Almirante. Mozione in Campidoglio: “Antifascismo nello statuto”
·
I consiglieri grillini – che ancora non hanno nominato il nuovo capogruppo dopo il passo indietro di Paolo Ferrara – hanno messo a punto una “contro mozione” che impegna “a non procedere alla intitolazione di toponimi ad esponenti politici portatori di ideologie riconducibili al disciolto partito fascista"

20 giugno 2018

“Roma antifascista per statuto”. Il M5S a Roma prova a rimediare alla figuraccia occorsa la scorsa settimana in Assemblea Capitolina, quando gran parte del gruppo pentastellato votò positivamente alla mozione di Fratelli d’Italia per l’intitolazione di una via a Giorgio Almirante, storico quanto discusso segretario dell’Msi. I consiglieri grillini – che ancora non hanno nominato un nuovo capogruppo dopo il passo indietro di Paolo Ferrara, indagato per la vicenda dello stadio dell’As Roma – hanno messo a punto una sorta di “contro mozione” che, in primis, impegna la Giunta “a non procedere alla intitolazione di toponimi, o comunque di nomi di luoghi e strutture pubbliche, ad esponenti politici portatori di ideologie riconducibili al disciolto partito fascista, o a persone che si siano esposte con idee antisemite e razziali”.

C’è poi un passaggio che segna quello che viene definito come “salto di qualità”: “E’ urgente dare seguito alla discussione volta all’inserimento nello Statuto di Roma Capitale dei valori antifascisti nel territorio capitolino”. Documento che nelle premesse cita l’articolo 3 della Costituzione e l’articolo XII delle disposizioni finali della Carta dove si dice che “è vietata la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista”. Insomma: la città rivendica il suo antifascismo – Roma è medaglia d’oro per la Resistenza, così come diversi quartieri della Capitale – e lo stabilisce nella sua “costituzione”.

Un passo necessario, d’altronde. Quanto accaduto il 15 giugno scorso aveva imbarazzato non poco la sindaca, presa alla sprovvista da Bruno Vespa durante la registrazione di Porta a Porta, che inizialmente aveva preso timidamente le distanze affermando che “l’assemblea è sovrana”, ma una volta terminata la puntata e consultata la sua maggioranza, aveva twittato che “nessuna via sarà intitolata a Giorgio Almirante”. Una presa di posizione che non ha scatenato alcuna reazione nei consiglieri, anch’essi piuttosto imbarazzati. La giustificazione preminente – qualora posa essere una scusante – è stata quella di una disattenzione rispetto all’atto in votazione, in una giornata piuttosto tesa per le vicende relative all’inchiesta della Procura su Tor di Valle. Qualcuno, però, ha anche ammesso di non conoscere la storia politica dell’ex segretario Msi e il suo ruolo di vertice nel giornale La Difesa della Razza. Insomma, distrazione mista a ignoranza e disorganizzazione dovuta al passo di lato del capogruppo Ferrara.

Oggi, però, l’affermazione del principio voluto da Virginia Raggi. “Con questo atto si fa un salto di qualità – spiega Pietro Calabrese, che compare come primo firmatario della mozione – e si prosegue un percorso che è figlio di quanto esprime il territorio romano, la cui popolazione ha subito le conseguenze di quelle che furono le politiche del Regime. Non è un atto contro Almirante o la sua memoria, né si preclude l’intitolazione a personalità che, pur avendo fatto parte di quel contesto storico ingombrante, successivamente ne hanno preso le distanze”.

La futura iscrizione in Statuto di questo principio – per ora si tratta solo di una mozione – precluderà dunque solo il futuro o anche il passato? Domanda d’obbligo, considerando le cicliche polemiche sull’obelisco del Foro Italico dove campeggia ancora oggi, dove decenni, la scritta “Mussolini”. “Andiamo per gradi”, afferma senza sbilanciarsi Calabrese. Il testo potrebbe essere già proposto domani in occasione dell’Assemblea Capitolina che ha all’ordine del giorno, fra le altre cose, il nuovo regolamento sui Beni confiscati alle mafie.

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/06/20/roma-marcia-indietro-totale-su-almirante-mozione-in-campidoglio-antifascismo-nello-statuto/4440732/




Dopo il no della raggi
Roma: via Almirante, Fratelli d’Italia fa saltare lo stop

Nuovo capitolo della vicenda riguardante la controversa intitolazione all’esponente della Repubblica Sociale Giorgio Almirante di una via della Capitale. Ieri, infatti, il gruppo capitolino di Fratelli d’Italia si è riunito per un flash mob in Campidoglio nell’aula Giulio Cesare per protestare contro la decisione di Virginia Raggi di presentare una contromozione pentastellata al fine di bloccare l’inserimento del nome dell’ex leader MSI nella toponomastica della città. I consiglieri di FdI sono riusciti a far slittare il voto non approvando il nuovo ordine del giorno presentato in consiglio. Immediate le reazioni degli altri partiti politici con il Pd che ha intonato “Bella Ciao” ed esposto striscioni e il vicecapogruppo in Campidoglio dei cinquestelle Giuliano Pacelli che dichiarato: ”Con questa scelta Fratelli d’Italia si mostra alla città per quello che è. Non firmando (la mozione, ndr) stanno tacitamente dicendo ai cittadini che non prendono le distanze dal fascismo e da persone che si sono esposte con idee antisemite e razziste. Porteremo la mozione in aula il prossimo martedì. Roma è e resterà orgogliosamente antifascista”.

https://www.ilfattoquotidiano.it/premium/articoli/roma-via-almirante-fratelli-ditalia-fa-saltare-lo-stop/

https://www.ilfattoquotidiano.it/premium/articoli/tolta-la-scorta-a-ingroia-di-matteo-e-in-pericolo/

news
r_lazio


articolo precedente           articolo successivo