antifa home page

Il Progetto

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Savona, il quartiere rosso di Villapiana si mobilita contro la nuova sede di Casapound
- A Brescia il corteo antifascista contro Forza Nuova
- Verona, il writer che combatte il fascismo con i colori
- Cesena Forza Nuova al liceo, appello del Comune all’autorità di ps
- Cesena Manifestazione di Forza Nuova davanti ai licei, 50 prof: "Sbagliato autorizzarla lì"
- Roma, corteo di donne affronta militanti CasaPound: "Qui i fascisti non li vogliamo"
- Udine, rassegna jazz lascia la città: “Non collaboriamo con il nuovo sindaco che ha vinto con i voti dei neofascisti”
- Migranti, marcia No Tav contro estremisti di destra: scontri con la Gendarmeria al confine tra Italia e Francia
- Ufficiale: Bologna vieta gadget e spazi pubblici a fascisti e razzisti
- Niente piazze ai fascisti sull'Appennino Bolognese, la sfida di Forza Nuova: "Presto in piazza"
- Livorno, Lega organizza comizio a teatro. Lavoratori scioperano per protesta: “Candidato xenofobo e omofobo”
- Liberi e Uguali si rifiuta di partecipare alla Tribuna elettorale Rai con CasaPound

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound
3.05.18 Verona, dove comanda l’estrema destra
26.04.18 Gli antifascisti di domani
26.04.18 Fenomenologia dell'onda nera
4.04.18 Esclusivo: caccia ai soldi della Lega
2.03.18 I camerati abusivi di CasaPound: parenti e amici vivono gratis nel centro di Roma
1.03.18 Ma Pasolini non stava con i poliziotti
26.02.18 Chi sono i candidati di Forza Nuova: poliziotti, picchiatori, nostalgici delle SS e figli di mafiosi
26.02.18 Roberto Fiore: “Magistrati di Palermo deviati come 40 anni fa”. Quando Falcone voleva interrogarlo per il caso Mattarella
14.02.18 Trasformisti, fascisti, impresentabili e ras delle clientele: ecco le liste al Sud di Matteo Salvini
1.02.18 Ritratto del neofascista da giovane
30.12.17 La leggenda dell’«architettura fascista»: un dibattito distorto su memoria e spazio urbano
28.12.17 Fascisti su Facebook, a gestire i gruppi neri ci sono anche i poliziotti
21.12.17 Saluti romani in consiglio comunale a Gorizia e chiamata alle armi a Trieste
20.12.17 La Galassia Nera: i gruppi e le associazioni che ruotano attorno a Lealtà Azione
20.12.17 I segreti di Roberto Fiore, il fascista a capo di Forza Nuova Terrorista nero.
10.12.17 Chi ha pagato Forza Nuova: retrospettiva 2001 sulle origini. "L' accusa del dossier C' è un livello occulto"
8.12.17 Se CasaPound entra anche nelle scuole: la sua associazione studentesca ha 200 rappresentanti in Italia

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

Ricerca per parole chiave | Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 6.04.18
Rissa interna a Casa Pound a Torino: pugno in faccia al leader
·
Lite tra i militanti del movimento di estrema destra: Matteo Rossino aggredito.

Torino torna ad essere territorio di scontri in cui i protagonisti sono gli attivisti di Casa Pound, questa volta la rissa non ha visto contrapposti militanti e forze dell'ordine ma si è consumata tra le fila del movimento. A farne le spese è stato il leader torinese di Casa Pound, ovvero Matteo Rossino, colpito da un pugno al volto.
Una protesta contro gli immigrati

L'intento che aveva spinto i militanti di estrema destra a scendere in strada per protestare riguardava l'occupazione delle palazzine dell'Ex Moi da parte dei migranti africani.

Il complesso di abitazioni era stato utilizzato per ospitare gli atleti delle Olimpiadi invernali del 2006, terminata la manifestazione sono state lasciate in stato di abbandono dal Comune e sono dunque divenute "la casa" di molti immigrati.

Nonostante la forte protesta di Casa Pound, gli africani non sono usciti dalle loro case, scongiurando il rischio di uno scontro con i militanti. Tuttavia alla rissa si è arrivati ma tra gli stessi esponenti del "partito di destra", una vera e propria baruffa da cui ne è scaturita una violenza ai danni di Matteo Rossino, il leader del gruppo torinese, colpito in pieno viso da un pugno. Grazie all'intervento della Digos, l'aggressore, dopo un breve inseguimento, è stato fermato e ora la sua posizione è al vaglio. Il tutto è accaduto intorno alle 22 in piazza Galimberti a Torino.
L'accaduto

Il tutto è cominciato quando un partecipante del comizio ha cercato lo scontro con i giornalisti rivendicando attenzione circa la propria posizione definita "tragica". La denuncia dell'uomo non è piaciuta a Rossetto che gli ha intimato di tacere poiché il tema del comizio non riguardava la disoccupazione.

A quel punto il militante, preso da un momento di rabbia, si è avvicinato al "capo" di Casa Pound e lo ha aggredito sferrandogli un pugno. Subito sono intervenuti altri manifestanti cercando di fermare l'aggressore, ormai in fuga. Pochi metri dopo sono intervenuti gli agenti della Digos che lo hanno fermato.
Le parole del leader

Rossino, in merito all'accaduto ha riferito : "Quell'uomo non è nemmeno tesserato, è una persona con problemi e gli avevo già detto in precedenza di non cercare i giornalisti per parlare della sua situazione di disoccupato". Fortunatamente la situazione è tornata alla calma dopo pochi minuti. Ora resta da vedere quale sarà la mossa del leader torinese, non è chiaro se voglia o meno denunciare l'aggressore. Secondo alcuni militanti l'uomo era parso poco lucido, forse per il troppo alcol in corpo.


https://it.blastingnews.com/cronaca/2018/04/casa-pound-a-torino-pugno-in-faccia-al-leader-002459727.html

news
r_piemonte


articolo precedente           articolo successivo