antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Migrante pestato a sangue a Sassari Un 22enne della Guinea aggredito da cinque ragazzi in pieno centro
- Roma, spedizione razzista contro il fioraio a Cinecittà
- Bagheria, «Calmati fratello» e scatta il pestaggio: immigrato picchiato senza motivo con un cric
- Terracina, sparano piombini da unʼauto contro una bici: ferito operaio indiano
- Bologna Aggressione razzista in via Sant'Isaia
- Palermo, caccia al migrante: cinque minori profughi insultati e pestati
- Aprilia, spari da una finestra. Colpito immigrato
- Pistoia, il prete denuncia: "Spari contro un migrante ospite della parrocchia"
- Napoli, spari da uno scooter contro un gruppo di immigrati: ferito un venditore ambulante senegalese
- Immigrato ucciso ad Aprilia, il sospetto di ronde notturne.
- Follia razzista: Rimini Milano Vicenza Partinico
- Leghista litiga con uno straniero ed estrae la pistola in stazione Centrale a Milano: indaga la Polfer

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Scontri a Marina Centro, il corteo di Forza Nuova cerca di sfondare il cordone
- Padova Antifascisti cercano di impedire il comizio di Forza Nuova: cariche delle forze dell'ordine in pieno centro
- Grosseto Corteo antifascista, cori e bandiere: in piazza contro il raduno di CasaPound c’è Maremma Antifa
- Roma ricorda Renato Biagetti dodici anni dopo
- Ravenna Scontri e contestazioni durante la cerimonia per Ettore Muti
- Pontida, nel santuario della Lega Salvini contestato da diciassettenne: "Fascista, rovini l'Italia"
- "Sgomberate la sede abusiva di Casapound". L’appello del sindaco Pascucci a Salvini e Raggi
- "Chiedo con forza le dimissioni del Ministro Fontana. Le sue dichiarazioni violano la Costituzione" Carla Nespolo - Presidente nazionale ANPI
- Savona, il quartiere rosso di Villapiana si mobilita contro la nuova sede di Casapound
- A Brescia il corteo antifascista contro Forza Nuova
- Verona, il writer che combatte il fascismo con i colori
- Cesena Forza Nuova al liceo, appello del Comune all’autorità di ps

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
31.07.18 Razzismo di stato: Casa Pound non fa paura, Salvini sì
29.07.18 Allarme Capitale, i neri di San Giovanni
26.07.18 Trattavia, le motivazioni della sentenza vanno lette ricordando stragi neofasciste, golpe e P2
25.07.18 L’autrice del post sullo smalto di Josepha: “Twittare è il mio lavoro. Mi finanzia CasaPound”
19.07.18 Come Verona è diventata l’incubatrice dell’odio
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound
3.05.18 Verona, dove comanda l’estrema destra
26.04.18 Gli antifascisti di domani
26.04.18 Fenomenologia dell'onda nera
4.04.18 Esclusivo: caccia ai soldi della Lega
2.03.18 I camerati abusivi di CasaPound: parenti e amici vivono gratis nel centro di Roma
1.03.18 Ma Pasolini non stava con i poliziotti
26.02.18 Chi sono i candidati di Forza Nuova: poliziotti, picchiatori, nostalgici delle SS e figli di mafiosi
26.02.18 Roberto Fiore: “Magistrati di Palermo deviati come 40 anni fa”. Quando Falcone voleva interrogarlo per il caso Mattarella
14.02.18 Trasformisti, fascisti, impresentabili e ras delle clientele: ecco le liste al Sud di Matteo Salvini
1.02.18 Ritratto del neofascista da giovane
30.12.17 La leggenda dell’«architettura fascista»: un dibattito distorto su memoria e spazio urbano
28.12.17 Fascisti su Facebook, a gestire i gruppi neri ci sono anche i poliziotti

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

Ricerca per parole chiave | Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 21.03.18
Desio, la militante di Forza Nuova augura “violenza e stupro” alle consigliere comunali
·
Post choc su Facebook di una militante di Forza Nuova dopo la seduta di consiglio comunale che giovedì sera a Desio ha approvato la mozione antifascista: “Spero vivamente che alcune consigliere subiscano violenza e stupro da parte di qualche bel nigeriano”, ha scritto Fiorella Carpignaghi, prima di cancellare tutto.

“Spero vivamente che alcune consigliere subiscano violenza e stupro da parte di qualche bel nigeriano…ma forse è proprio ciò che cercano”. È la frase choc pubblicata su Facebook, e poi rimossa, da una militante di Forza Nuova, Fiorella Carpignaghi, subito dopo la seduta di consiglio comunale di giovedì sera a Desio, durante la quale è stata approvata la mozione di centrosinistra e 5 Stelle, che prevede il divieto di utilizzo di spazi pubblici a chi non sottoscrive una dichiarazione di condivisione dei valori democratici e antifascisti della Costituzione.

Il post è stato pubblicato e poi rimosso, ma è stato comunque notato. Per tutta la durata del consiglio comunale in aula sono stati presenti una trentina di militanti di Forza Nuova, che sono rimasti in piedi, nello spazio destinato al pubblico, con le braccia conserte e lo sguardo rivolto ai consiglieri. Quando è stata letta e presentata la mozione, hanno provocatoriamente applaudito. In aula c’erano anche vigili e carabinieri. Il documento è stato approvato nella notte con i voti della maggioranza di centrosinistra e dei 5 Stelle. I consiglieri di Forza Italia e Lega Nord sono usciti dall’aula al momento del voto.

Carpignaghi alle ultime elezioni è stata candidata per il Senato nel collegio plurinominale Lombardia 05.

https://www.ilcittadinomb.it/stories/Cronaca/desio-la-militante-di-forza-nuova-augura-violenza-e-stupro-alle-consigliere-c_1272804_11/



Desio, «ferma condanna e solidarietà» del consiglio comunale dopo il post della militante di Forza Nuova contro le consigliere

Ferma condanna e solidarietà verso le consigliere comunali è stata espressa dal presidente del consiglio comunale di Desio dopo il post su Facebook in cui una militante di Forza Nuova aveva augurato “violenze e stupro da parte di un bel nigeriano”.

Ferma condanna e solidarietà verso le consigliere comunali è stata espressa dal presidente del consiglio comunale di Desio dopo il post su Facebook in cui una militante di Forza Nuova, Fiorella Carpignaghi candidata al Senato, aveva augurato “violenze e stupro da parte di un bel nigeriano”. Prima di cancellare tutto. Era successo dopo l’approvazione in consiglio della mozione antifascista di centrosinistra e 5 Stelle, che prevede il divieto di utilizzo di spazi pubblici a chi non sottoscrive una dichiarazione di condivisione dei valori democratici e antifascisti della Costituzione. Durante la seduta una trentina di militanti era entrato in aula fissando i consiglieri a braccia conserte e applaudendo al voto.

“La violenza verbale espressa da un’attivista di Forza Nuova, candidata al Senato alle recenti elezioni politiche, contro le consigliere comunali è inaccettabile. È ripugnante perché è fatta da una donna contro altre donne – fa sapere Rocco Cicchetti in una nota - Il Consiglio comunale è fermo nella condanna di questo episodio: la violenza verbale non deve essere sottovalutata perché rischia di diventare fisica in un Paese in cui questo fenomeno registra un trend drammaticamente in crescita”.

E poi: “La politica dovrebbe mostrare maggiore senso di responsabilità e di rispetto degli avversari, evitando di ricorrere a un linguaggio violento e sempre più intriso di ostilità, razzismo e xenofobia. Un linguaggio che, spesso con l’uso dei social network, avvelena i pozzi della democrazia”.

“Come presidente del Consiglio comunale nell’esprimere solidarietà e vicinanza alle consigliere destinatarie di questi attacchi verbali, confermo altresì la volontà di continuare a garantire a tutte le forze politiche la libertà di esprimere le proprie idee e svolgere le proprie funzioni, affinché l’Aula resti uno spazio di democrazia”, conclude il presidente.

https://www.ilcittadinomb.it/stories/Cronaca/desio-ferma-condanna-e-solidarieta-del-consiglio-comunale-dopo-le-minacce-del_1272922_11/

vandalismi_minacce
r_lombardia


articolo precedente           articolo successivo