antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
"Ammazza il negro", altre minacce contro la famiglia del Milanese che ha adottato senegalese
- Donna aggredita in pizzeria a Mereto di Tomba perché non parla friulano
- Ascoli, barista caccia cliente omosessuale: “Sono nazista, non voglio gay nel mio locale”
- Brescia Danno fuoco alle roulotte, poi sparano contro chi scappa: “Zingari di me**a, vi ammazzo tutti”
- Torino, aggressione omofoba in un condominio: «Sei gay, ti ammazziamo»
- Modena Bomba carta e bottiglie molotov contro il centro di accoglienza per migranti
- Sondrio, insulti razzisti poi calci e pugni: senegalese in ospedale
- Raid punitivo contro alloggio di migranti: Piacenza, tre indagati
- Pisa, ancora un’aggressione omofoba: “Fate schifo”, poi sputi e pugni
- Genova Frasi razziste a immigrato, poi botte
- Sparano a uno straniero ed esultano, due persone nei guai nel Modenese
- Migrante pestato a sangue a Sassari Un 22enne della Guinea aggredito da cinque ragazzi in pieno centro

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake
- Libro sulle "atrocità partigiane", l'Anpi di Reggio Emilia contrattacca: presidio e minacce di denuncia
- San Lorenzo: Forza Nuova sfregia murales ai partigiani, che viene ripristinato dopo un’ora
- Trieste, doppio corteo: CasaPound e antifascisti in piazza
- Venaria, il sindaco toglie i fiori lasciati sulla tomba da CasaPound: “Non c’è spazio per i fascisti”
- Comunicato ANPI – La Liberazione di Predappio

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
18.02.19 Svastica e malavita a Roma: ecco l'inchiesta che ha portato all'aggressione fascista
17.02.19 Neofascismo, cacciatori di fake news a Savona: "Quell'eccidio fantasma del monte Manfrei"
3.02.19 Nazi, ultras e tanta ‘ndrangheta.
20.01.19 Polonia Il delitto Adamowicz e il sottobosco di estrema destra
13.01.19 La sede dei fascisti di Avanguardia Nazionale è in uno stabile del Comune di Roma
13.01.19 Calcio, la piaga nera del tifo fascista
17.12.18 Le sfumature nere della Lega di Salvini
20.11.18 Bolivia: Il neofascista italiano Diodato tra i registi della strage di Pando
18.11.18 CasaPound e Forza Nuova a confronto
14.11.18 FBI: Milizia neo-nazista addestrata dall'esercito americano in Ucraina, ora prepara i Suprematisti bianchi degli USA
12.11.18 Veneto Fronte Skinheads, radiografia dell'associazione
12.11.18 Così i neofascisti assediano Brescia
11.11.18 Il governo di Varsavia marcia con l’estrema destra europea
29.10.18 CasaPound non paga neppure le bollette: debiti per centinaia di migliaia di euro
17.10.18 Processo Cavallini, Ansaldi parla di Fioravanti: ''È un uomo della P2''
12.10.18 I legami pericolosi tra il partito di Matteo Salvini e la 'ndrangheta
24.09.18 Stati nazisti d’America, tra svastiche, Hitler e sostenitori dello "sterminio necessario"
31.07.18 Razzismo di stato: Casa Pound non fa paura, Salvini sì
29.07.18 Allarme Capitale, i neri di San Giovanni
25.07.18 L’autrice del post sullo smalto di Josepha: “Twittare è il mio lavoro. Mi finanzia CasaPound”
19.07.18 Come Verona è diventata l’incubatrice dell’odio
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 21.03.18
Desio, la militante di Forza Nuova augura “violenza e stupro” alle consigliere comunali
·
Post choc su Facebook di una militante di Forza Nuova dopo la seduta di consiglio comunale che giovedì sera a Desio ha approvato la mozione antifascista: “Spero vivamente che alcune consigliere subiscano violenza e stupro da parte di qualche bel nigeriano”, ha scritto Fiorella Carpignaghi, prima di cancellare tutto.

“Spero vivamente che alcune consigliere subiscano violenza e stupro da parte di qualche bel nigeriano…ma forse è proprio ciò che cercano”. È la frase choc pubblicata su Facebook, e poi rimossa, da una militante di Forza Nuova, Fiorella Carpignaghi, subito dopo la seduta di consiglio comunale di giovedì sera a Desio, durante la quale è stata approvata la mozione di centrosinistra e 5 Stelle, che prevede il divieto di utilizzo di spazi pubblici a chi non sottoscrive una dichiarazione di condivisione dei valori democratici e antifascisti della Costituzione.

Il post è stato pubblicato e poi rimosso, ma è stato comunque notato. Per tutta la durata del consiglio comunale in aula sono stati presenti una trentina di militanti di Forza Nuova, che sono rimasti in piedi, nello spazio destinato al pubblico, con le braccia conserte e lo sguardo rivolto ai consiglieri. Quando è stata letta e presentata la mozione, hanno provocatoriamente applaudito. In aula c’erano anche vigili e carabinieri. Il documento è stato approvato nella notte con i voti della maggioranza di centrosinistra e dei 5 Stelle. I consiglieri di Forza Italia e Lega Nord sono usciti dall’aula al momento del voto.

Carpignaghi alle ultime elezioni è stata candidata per il Senato nel collegio plurinominale Lombardia 05.

https://www.ilcittadinomb.it/stories/Cronaca/desio-la-militante-di-forza-nuova-augura-violenza-e-stupro-alle-consigliere-c_1272804_11/



Desio, «ferma condanna e solidarietà» del consiglio comunale dopo il post della militante di Forza Nuova contro le consigliere

Ferma condanna e solidarietà verso le consigliere comunali è stata espressa dal presidente del consiglio comunale di Desio dopo il post su Facebook in cui una militante di Forza Nuova aveva augurato “violenze e stupro da parte di un bel nigeriano”.

Ferma condanna e solidarietà verso le consigliere comunali è stata espressa dal presidente del consiglio comunale di Desio dopo il post su Facebook in cui una militante di Forza Nuova, Fiorella Carpignaghi candidata al Senato, aveva augurato “violenze e stupro da parte di un bel nigeriano”. Prima di cancellare tutto. Era successo dopo l’approvazione in consiglio della mozione antifascista di centrosinistra e 5 Stelle, che prevede il divieto di utilizzo di spazi pubblici a chi non sottoscrive una dichiarazione di condivisione dei valori democratici e antifascisti della Costituzione. Durante la seduta una trentina di militanti era entrato in aula fissando i consiglieri a braccia conserte e applaudendo al voto.

“La violenza verbale espressa da un’attivista di Forza Nuova, candidata al Senato alle recenti elezioni politiche, contro le consigliere comunali è inaccettabile. È ripugnante perché è fatta da una donna contro altre donne – fa sapere Rocco Cicchetti in una nota - Il Consiglio comunale è fermo nella condanna di questo episodio: la violenza verbale non deve essere sottovalutata perché rischia di diventare fisica in un Paese in cui questo fenomeno registra un trend drammaticamente in crescita”.

E poi: “La politica dovrebbe mostrare maggiore senso di responsabilità e di rispetto degli avversari, evitando di ricorrere a un linguaggio violento e sempre più intriso di ostilità, razzismo e xenofobia. Un linguaggio che, spesso con l’uso dei social network, avvelena i pozzi della democrazia”.

“Come presidente del Consiglio comunale nell’esprimere solidarietà e vicinanza alle consigliere destinatarie di questi attacchi verbali, confermo altresì la volontà di continuare a garantire a tutte le forze politiche la libertà di esprimere le proprie idee e svolgere le proprie funzioni, affinché l’Aula resti uno spazio di democrazia”, conclude il presidente.

https://www.ilcittadinomb.it/stories/Cronaca/desio-ferma-condanna-e-solidarieta-del-consiglio-comunale-dopo-le-minacce-del_1272922_11/

vandalismi_minacce
r_lombardia


articolo precedente           articolo successivo