antifa home page

Il Progetto

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Savona, il quartiere rosso di Villapiana si mobilita contro la nuova sede di Casapound
- A Brescia il corteo antifascista contro Forza Nuova
- Verona, il writer che combatte il fascismo con i colori
- Cesena Forza Nuova al liceo, appello del Comune all’autorità di ps
- Cesena Manifestazione di Forza Nuova davanti ai licei, 50 prof: "Sbagliato autorizzarla lì"
- Roma, corteo di donne affronta militanti CasaPound: "Qui i fascisti non li vogliamo"
- Udine, rassegna jazz lascia la città: “Non collaboriamo con il nuovo sindaco che ha vinto con i voti dei neofascisti”
- Migranti, marcia No Tav contro estremisti di destra: scontri con la Gendarmeria al confine tra Italia e Francia
- Ufficiale: Bologna vieta gadget e spazi pubblici a fascisti e razzisti
- Niente piazze ai fascisti sull'Appennino Bolognese, la sfida di Forza Nuova: "Presto in piazza"
- Livorno, Lega organizza comizio a teatro. Lavoratori scioperano per protesta: “Candidato xenofobo e omofobo”
- Liberi e Uguali si rifiuta di partecipare alla Tribuna elettorale Rai con CasaPound

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound
3.05.18 Verona, dove comanda l’estrema destra
26.04.18 Gli antifascisti di domani
26.04.18 Fenomenologia dell'onda nera
4.04.18 Esclusivo: caccia ai soldi della Lega
2.03.18 I camerati abusivi di CasaPound: parenti e amici vivono gratis nel centro di Roma
1.03.18 Ma Pasolini non stava con i poliziotti
26.02.18 Chi sono i candidati di Forza Nuova: poliziotti, picchiatori, nostalgici delle SS e figli di mafiosi
26.02.18 Roberto Fiore: “Magistrati di Palermo deviati come 40 anni fa”. Quando Falcone voleva interrogarlo per il caso Mattarella
14.02.18 Trasformisti, fascisti, impresentabili e ras delle clientele: ecco le liste al Sud di Matteo Salvini
1.02.18 Ritratto del neofascista da giovane
30.12.17 La leggenda dell’«architettura fascista»: un dibattito distorto su memoria e spazio urbano
28.12.17 Fascisti su Facebook, a gestire i gruppi neri ci sono anche i poliziotti
21.12.17 Saluti romani in consiglio comunale a Gorizia e chiamata alle armi a Trieste
20.12.17 La Galassia Nera: i gruppi e le associazioni che ruotano attorno a Lealtà Azione
20.12.17 I segreti di Roberto Fiore, il fascista a capo di Forza Nuova Terrorista nero.
10.12.17 Chi ha pagato Forza Nuova: retrospettiva 2001 sulle origini. "L' accusa del dossier C' è un livello occulto"
8.12.17 Se CasaPound entra anche nelle scuole: la sua associazione studentesca ha 200 rappresentanti in Italia

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

Ricerca per parole chiave | Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 14.03.18
Bologna Due agosto, chiamati a testimoniare il generale Mori e il capo di Fn Fiore
·
13 marzo 2018

Depositate le liste delle parti civili in vista del processo all'ex Nar Cavallini

Il generale dei carabinieri Mario Mori, che nel 1980 indagò sui Nar, Carlo Maria Maggi, storico leader del gruppo neofascista Ordine Nuovo condannato con l'accusa di essere il mandante della strage di piazza della Loggia a Brescia. E poi Roberto Fiore, oggi leader di Forza Nuova, che fu tra i fondatori del movimento di estrema destra Terza Posizione. Sono alcuni dei nomi indicati come testimoni dalle parti civili nel processo a carico di Gilberto Cavallini, ex membro dei Nar, che comincerà il 21 marzo a Bologna 38 anni dopo la strage della stazione. Cavallini è accusato di concorso nell'attentato che fece 85 morti e 200 feriti.

Nella lista depositata ufficialmente dagli avvocati Andrea Speranzoni, Roberto Nasci e Giuseppe Giampaolo, ci sono anche Valerio Fioravanti, Francesca Mambro e Luigi Ciavardini, condannati in via definitiva per la strage, e indicati come testimoni anche dal pool d'accusa composto dai pm Antonello Gustapane, Antonella Scandellari, Enrico Cieri e dal procuratore Giuseppe Amato. I tre ex Nar (Mambro e Fioravanti sono liberi avendo scontato la pena, Ciavardini è in semilibertà) compaiono anche nell'elenco depositato dai legali di Cavallini, assistito dagli avvocati Gabriele Bordoni e Alessandro Pellegrini.

Accusa e parti civili chiedono inoltre di sentire i periti che all'epoca si occuparono delle analisi chimico-esplositivistiche. Mentre nella lista testi della difesa figura anche il nome dell'ex senatore Carlo Giovanardi, già membro della commissione Moro, che potrebbe essere sentito in merito all'esistenza di atti secretati di interesse rispetto alla prova dei fatti oggetto del processo. Poi c'è il nome del terrorista venezuelano Ilich Ramirez Sanchez, alias Carlos lo Sciacallo, attualmente detenuto in Francia, indicato anche lui dalla difesa di Cavallini; e quello di Stefano Sparti, figlio di Massimo, che in un'intervista televisiva del 2010 smentì le dichiarazioni del padre che fu tra i principali accusatori di Mambro e Fioravanti.

Nell'elenco delle parti civili e della Procura c'è inoltre Walter Sordi, collaboratore di giustizia ed ex terrorista nero, chiamato "per le dichiarazioni rese sui rapporti avuti con Cavallini, circa l'alibi fornito a Fioravanti, Mambro e Ciavardini per la giornata del 2 agosto 1980". Citato come teste anche Sergio Picciafuoco, già assolto in via definitiva per la strage di Bologna, che la mattina del 2 agosto si trovava proprio in stazione, e secondo gli avvocati di parte civile può riferire informazioni utili sui suoi rapporti con Gilberto Cavallini e sulle frequentazioni a ridosso della strage con Roberto Fiore e Francesco Mangiameli.

L'Avvocatura dello Stato, in rappresentanza della Presidenza del Consiglio dei ministri, del ministero dell'Interno e di quello delle Infrastrutture, indica invece tra i testimoni Giuseppe Procaccini, già capo di gabinetto del ministero dell'Interno.

I pm chiedono infine di acquisire le testimonianze di persone che nel frattempo sono morte, sulla cui ammissibilità si discuterà. Tra queste, Maria Cecilia Brunelli, la madre di Flavia Sbrojavacca (compagna di Cavallini, anche lei indicata come teste), Massimo Sparti e gli estremisti di destra Sergio Calore, Luigi Vettore Presilio e Carlo Digilio, soprannominato 'Zio Otto', ex ordine Nuovo, poi collaboratore di giustizia.

http://bologna.repubblica.it/cronaca/2018/03/13/news/due_agosto_chiamati_a_testimoniare_il_generale_mori_e_il_capo_di_fn_fiore-191197172/

repressione_F
r_emiliaromagna


articolo precedente           articolo successivo