antifa home page

Il Progetto

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Savona, il quartiere rosso di Villapiana si mobilita contro la nuova sede di Casapound
- A Brescia il corteo antifascista contro Forza Nuova
- Verona, il writer che combatte il fascismo con i colori
- Cesena Forza Nuova al liceo, appello del Comune all’autorità di ps
- Cesena Manifestazione di Forza Nuova davanti ai licei, 50 prof: "Sbagliato autorizzarla lì"
- Roma, corteo di donne affronta militanti CasaPound: "Qui i fascisti non li vogliamo"
- Udine, rassegna jazz lascia la città: “Non collaboriamo con il nuovo sindaco che ha vinto con i voti dei neofascisti”
- Migranti, marcia No Tav contro estremisti di destra: scontri con la Gendarmeria al confine tra Italia e Francia
- Ufficiale: Bologna vieta gadget e spazi pubblici a fascisti e razzisti
- Niente piazze ai fascisti sull'Appennino Bolognese, la sfida di Forza Nuova: "Presto in piazza"
- Livorno, Lega organizza comizio a teatro. Lavoratori scioperano per protesta: “Candidato xenofobo e omofobo”
- Liberi e Uguali si rifiuta di partecipare alla Tribuna elettorale Rai con CasaPound

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
19.07.18 Come Verona è diventata l’incubatrice dell’odio
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound
3.05.18 Verona, dove comanda l’estrema destra
26.04.18 Gli antifascisti di domani
26.04.18 Fenomenologia dell'onda nera
4.04.18 Esclusivo: caccia ai soldi della Lega
2.03.18 I camerati abusivi di CasaPound: parenti e amici vivono gratis nel centro di Roma
1.03.18 Ma Pasolini non stava con i poliziotti
26.02.18 Chi sono i candidati di Forza Nuova: poliziotti, picchiatori, nostalgici delle SS e figli di mafiosi
26.02.18 Roberto Fiore: “Magistrati di Palermo deviati come 40 anni fa”. Quando Falcone voleva interrogarlo per il caso Mattarella
14.02.18 Trasformisti, fascisti, impresentabili e ras delle clientele: ecco le liste al Sud di Matteo Salvini
1.02.18 Ritratto del neofascista da giovane
30.12.17 La leggenda dell’«architettura fascista»: un dibattito distorto su memoria e spazio urbano
28.12.17 Fascisti su Facebook, a gestire i gruppi neri ci sono anche i poliziotti
21.12.17 Saluti romani in consiglio comunale a Gorizia e chiamata alle armi a Trieste
20.12.17 La Galassia Nera: i gruppi e le associazioni che ruotano attorno a Lealtà Azione
20.12.17 I segreti di Roberto Fiore, il fascista a capo di Forza Nuova Terrorista nero.
10.12.17 Chi ha pagato Forza Nuova: retrospettiva 2001 sulle origini. "L' accusa del dossier C' è un livello occulto"

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

Ricerca per parole chiave | Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 27.02.18
Agguato razzista al Rione Libertà. Uno degli aggressori era al comizio del capo di Forza Nuova
·
27/02/2018

È stato un barbaro pestaggio xenofobo quello avvenuto ieri al Rione Libertà. Tre uomini hanno inseguito e poi colpito con pietre e mattonelle un giovane extracomunitario mentre camminava lungo il Ponte sul fiume che porta a via Napoli. ll ragazzo che stava tornando nella sua abitazione verso le 22, è stato aggredito e picchiato senza alcun motivo. Solo la presenza di alcuni operatori della forestale che stanno spargendo sale sulle strade e che hanno allertato subito le forze dell’ordine, ha potuto evitare il peggio.

Uno degli aggressori aveva partecipato, domenica scorsa, al comizio del capo di Forza Nuova, Roberto Fiore, al Piccolo Teatro Libertà.
Nella foto, con il volto non identificabile in attesa che la Questura renda note le generalità, uno dei tre aggressori del giovane extracomunitario. L’aggressore è già noto alle forze dell’ordine per la sua attività di spaccio di sostanze stupefacenti. Aveva partecipato domenica al comizio di Roberto Fiore.

Un agguato razzista in piena regola, dunque, che è sintomatico del clima di odio che si respira ormai in tutto il Paese anche per il riemergere sulla scena politica di organizzazioni neofascisti, come Casapound e Forza Nuova. Domenica scorsa Roberto Fiore ha potuto tenere un comizio in una struttura pubblica del rione Libertà concessa dal sindaco Mastella.

Ieri il grave agguato di chiara matrice razzista ai danni di un giovane gambiano. Non è un caso che uno degli aggressori fosse presente all’iniziativa di Forza Nuova di tre giorni fa a Benevento.

Intanto, alle 11 di questa mattina, Lap@silo31 terrà un presidio a via Napoli davanti al distributore di benzina Repsol, luogo del grave raid razzista di ieri sera.

https://sanniopage.com/agguato-razzista-al-rione-liberta-uno-degli-aggressori-al-comizio-del-capo-forza-nuova/





Migrante aggredito, il L@P: "Basta razzismo, diciamolo tutti"
Presidio antirazzista dopo l'aggressione di ieri a Rione Libertà



Manifestazione antirazzista di L@P Asilo 31 e Assemblea Popolare a Rione Libertà, dopol'assurda aggressione ai danni di un ragazzo gambiano. Nella serata di ieri infatti il giovane africano che stava tornando al centro di accoglienza che lo ospita è stato inseguito da un gruppo di persone che lo hanno colpito alla testa con una pietra.


Gli attivisti si sono riuniti in presidio nei pressi del luogo in cui è avvenuta l'aggressione.
Pasquale Basile, leader del L@P ha spiegato: “Il presidio nasce per manifestare rabbia e indignazione per quanto accaduto ieri sera. Il ragazzo stava semplicemente tornando a casa: è stato insultato, provocato e inseguito e poi senza alcun motivo gli è stata spaccata la testa con una mattonella. Un atto di puro razzismo che peraltro viene minimizzato. Riteniamo che i veri responsabili, i mandanti morali di questi atti siano quelli che vanno in giro per l'Italia a fomentare odio, spiegando che i migranti vanno espulsi, rimpatriati, che sono il male e altre amenità .

Benevento questi atti non li accetta. Oggi manifestiamo ma non ci fermeremo: le iniziative continueranno nei prossimi giorni e chiediamo alla società civile, alla Caritas, ai cittadini impegnati accanto ai migranti di prendere una posizione. Faremo una proposta di delibera al consiglio comunale per negare l'utlizzo delle sale pubbliche alle organizzazioni che non ripudiano razzismo e fascismo. Chiederemo una presa di posizione ufficiale al consiglio comunale e al sindaco Mastella che non ha speso una parola su questa aggressione e invece si è prodigato per garantire il comizio di Roberto Fiore al Piccolo Teatro Libertà”.

Crisvel


https://www.ottopagine.it/bn/attualita/151094/migrante-aggredito-il-l-p-basta-razzismo-diciamolo-tutti.shtml

azioni_fasciste
r_campania


articolo precedente           articolo successivo