antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Modena Bomba carta e bottiglie molotov contro il centro di accoglienza per migranti
- Sondrio, insulti razzisti poi calci e pugni: senegalese in ospedale
- Raid punitivo contro alloggio di migranti: Piacenza, tre indagati
- Pisa, ancora un’aggressione omofoba: “Fate schifo”, poi sputi e pugni
- Genova Frasi razziste a immigrato, poi botte
- Sparano a uno straniero ed esultano, due persone nei guai nel Modenese
- Migrante pestato a sangue a Sassari Un 22enne della Guinea aggredito da cinque ragazzi in pieno centro
- Roma, spedizione razzista contro il fioraio a Cinecittà
- Bagheria, «Calmati fratello» e scatta il pestaggio: immigrato picchiato senza motivo con un cric
- Terracina, sparano piombini da unʼauto contro una bici: ferito operaio indiano
- Bologna Aggressione razzista in via Sant'Isaia
- Palermo, caccia al migrante: cinque minori profughi insultati e pestati

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake
- Libro sulle "atrocità partigiane", l'Anpi di Reggio Emilia contrattacca: presidio e minacce di denuncia
- San Lorenzo: Forza Nuova sfregia murales ai partigiani, che viene ripristinato dopo un’ora
- Trieste, doppio corteo: CasaPound e antifascisti in piazza
- Venaria, il sindaco toglie i fiori lasciati sulla tomba da CasaPound: “Non c’è spazio per i fascisti”
- Comunicato ANPI – La Liberazione di Predappio
- Cristiani, islamici, ebrei: a Trieste tutti uniti contro CasaPound
- Aggressione squadrista a Lanciano: risarcimento alla vittima e donazione a Ong Mediterranea
- Pizzarotti nega la sala civica a Forza Nuova: "Parma è antifascista"
- Trento C'è Di Stefano per CasaPound e gli anarchici lo ''accolgono'' con fumogeni e petardi: ''Via i fascisti''
- Bari, aggressione al corteo antifascista in via Crisanzio: blitz con mazze e catene

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
18.11.18 CasaPound e Forza Nuova a confronto
14.11.18 FBI: Milizia neo-nazista addestrata dall'esercito americano in Ucraina, ora prepara i Suprematisti bianchi degli USA
12.11.18 Veneto Fronte Skinheads, radiografia dell'associazione
12.11.18 Così i neofascisti assediano Brescia
11.11.18 Il governo di Varsavia marcia con l’estrema destra europea
29.10.18 CasaPound non paga neppure le bollette: debiti per centinaia di migliaia di euro
17.10.18 Processo Cavallini, Ansaldi parla di Fioravanti: ''È un uomo della P2''
12.10.18 I legami pericolosi tra il partito di Matteo Salvini e la 'ndrangheta
24.09.18 Stati nazisti d’America, tra svastiche, Hitler e sostenitori dello "sterminio necessario"
31.07.18 Razzismo di stato: Casa Pound non fa paura, Salvini sì
29.07.18 Allarme Capitale, i neri di San Giovanni
26.07.18 Trattavia, le motivazioni della sentenza vanno lette ricordando stragi neofasciste, golpe e P2
25.07.18 L’autrice del post sullo smalto di Josepha: “Twittare è il mio lavoro. Mi finanzia CasaPound”
19.07.18 Come Verona è diventata l’incubatrice dell’odio
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound
3.05.18 Verona, dove comanda l’estrema destra
26.04.18 Gli antifascisti di domani
26.04.18 Fenomenologia dell'onda nera

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 26.02.18
A Treviso piazze e sale pubbliche vietate all’estrema destra
·
26 febbraio 2018

Treviso. Manildo: «Clima politico pesante, farò una delibera contro i comizi dei fascisti» E critica Salvini: «Brandisce il rosario? Campagna elettorale di livello tristissimo»

TREVISO. Un duro attacco a Matteo Salvini, che nel comizio elettorale di sabato a Milano, in piazza Duomo, «ha brandito Vangeli e rosario strumentalizzandoli». E una imminente delibera da portare prima in giunta poi in consiglio comunale a marzo «per ribadire e sancire l’antifascismo del Comune di Treviso».

Una delibera che, di fatto, vieterà gli spazi pubblici - sale ma anche piazze - all’estrema destra, o comunque a chi, chiedendo uno spazio pubblico per incontri o comizi, non dichiarerà di «non professare e non fare propaganda di ideologie neofasciste neonaziste, razziste, in contrasto con la Costituzione e la normativa nazionale di attuazione della stessa, finalizzate alla ricostituzione del partito fascista».

Il sindaco di Treviso Giovanni Manildo risponde così a quello che definisce «un clima elettorale sempre più pesante e preoccupante», tra rigurgiti neofascisti e scontri di piazza. Ma non accetta nemmeno che leader politici esibiscano impropriamente le Sacre scritture ai comizi. Come, appunto, il leader della Lega Matteo Salvini, che fa dire a Manildo: «Tutto è show e lo show è tutto. La religione brandita, esibita, come direbbe Manzoni, persino strumentalizzata. Questa campagna elettorale», sottolinea Manildo, «sta toccando livelli tristissimi. Stiamo perdendo collettivamente il valore delle cose, tutto relativo, strumentalizzabile, utilizzabile».

E ancora, sul suo profilo Facebook: «Lo so, Facebook non dovrebbe essere utilizzato per scrivere pensieri più complessi di poche righe, ma non ci riesco. L’esibizione di sabato di Salvini mi ha infastidito da cattolico per l’uso di simboli religiosi, da cittadino per la pericolosa perdita dei lumi della ragione. Non uso a caso il termine lumi. Abbiamo avuto come comunità occidentale l’Illuminismo, la laicità dello stato è un valore. Anche per i cattolici . È il diritto, dal punto di vista dello Stato, il terreno di dialogo tra diverse religioni. Questa è la sfida, un diritto che valga per tutti: l’impossibilità di opporre al rispetto del diritto le credenze religiose. La partita dal punto di vista civile si gioca su un altro piano. Il rispetto del diritto come tutela dei più deboli, di tutti, come regolamentazione necessaria della vita civile. Non torniamo indietro, è pericoloso».

Un Manildo contrariato, e come lui non solo l’arcivescovo di Milano, Mario Delpini, che ha subito criticato l’esibizione del rosario al comizio in piazza Duomo, ma anche la chiesa trevigiana, che non ha affatto gradito. E pure molti nel centrodestra trevigiano sono imbarazzati per l’uscita del segretario federale del Carroccio, anche se per motivi elettorali, vista la scadenza del 4 marzo, preferiscono trincerarsi dietro un diplomatico no-comment.

Manildo però è preoccupato soprattutto per il crescente clima di scontro di piazza, che registra rigurgiti neofascisti. Da qui la decisione di Manildo «di ribadire, come città medaglia d’oro della Resistenza, che siamo antifascisti e che l’apologia del fascismo è comunque un reato. Esiste già questo reato, che va contro la nostra Costituzione, ma di recente qualcuno sembra esserselo dimenticato. Bene, con la delibera che porteremo già a marzo in consiglio comunale, che sta preparando il presidente del consiglio Franco Rosi, ribadiamo il concetto. E quindi chi non dichiarerò di essere antifascista, non potrà utilizzare luoghi e spazi pubblici del Comune di Treviso».

http://m.tribunatreviso.gelocal.it/treviso/cronaca/2018/02/26/news/a-treviso-piazze-e-sale-pubbliche-vietate-all-estrema-destra-1.16525964

manifestazioni antifa
r_veneto


articolo precedente           articolo successivo