antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Donna aggredita in pizzeria a Mereto di Tomba perché non parla friulano
- Ascoli, barista caccia cliente omosessuale: “Sono nazista, non voglio gay nel mio locale”
- Brescia Danno fuoco alle roulotte, poi sparano contro chi scappa: “Zingari di me**a, vi ammazzo tutti”
- Torino, aggressione omofoba in un condominio: «Sei gay, ti ammazziamo»
- Modena Bomba carta e bottiglie molotov contro il centro di accoglienza per migranti
- Sondrio, insulti razzisti poi calci e pugni: senegalese in ospedale
- Raid punitivo contro alloggio di migranti: Piacenza, tre indagati
- Pisa, ancora un’aggressione omofoba: “Fate schifo”, poi sputi e pugni
- Genova Frasi razziste a immigrato, poi botte
- Sparano a uno straniero ed esultano, due persone nei guai nel Modenese
- Migrante pestato a sangue a Sassari Un 22enne della Guinea aggredito da cinque ragazzi in pieno centro
- Roma, spedizione razzista contro il fioraio a Cinecittà

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”
- Parma, il “bollino antifascista” per le associazioni che vogliono lavorare col Comune
- Mantova Antifascista. No a Casapound In 500 contro il fascismo
- "Fermate quel concerto", gli antifascisti di Bologna contro la band Taake
- Libro sulle "atrocità partigiane", l'Anpi di Reggio Emilia contrattacca: presidio e minacce di denuncia
- San Lorenzo: Forza Nuova sfregia murales ai partigiani, che viene ripristinato dopo un’ora
- Trieste, doppio corteo: CasaPound e antifascisti in piazza
- Venaria, il sindaco toglie i fiori lasciati sulla tomba da CasaPound: “Non c’è spazio per i fascisti”
- Comunicato ANPI – La Liberazione di Predappio
- Cristiani, islamici, ebrei: a Trieste tutti uniti contro CasaPound

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
13.01.19 La sede dei fascisti di Avanguardia Nazionale è in uno stabile del Comune di Roma
13.01.19 Calcio, la piaga nera del tifo fascista
17.12.18 Le sfumature nere della Lega di Salvini
20.11.18 Bolivia: Il neofascista italiano Diodato tra i registi della strage di Pando
18.11.18 CasaPound e Forza Nuova a confronto
14.11.18 FBI: Milizia neo-nazista addestrata dall'esercito americano in Ucraina, ora prepara i Suprematisti bianchi degli USA
12.11.18 Veneto Fronte Skinheads, radiografia dell'associazione
12.11.18 Così i neofascisti assediano Brescia
11.11.18 Il governo di Varsavia marcia con l’estrema destra europea
29.10.18 CasaPound non paga neppure le bollette: debiti per centinaia di migliaia di euro
17.10.18 Processo Cavallini, Ansaldi parla di Fioravanti: ''È un uomo della P2''
12.10.18 I legami pericolosi tra il partito di Matteo Salvini e la 'ndrangheta
24.09.18 Stati nazisti d’America, tra svastiche, Hitler e sostenitori dello "sterminio necessario"
31.07.18 Razzismo di stato: Casa Pound non fa paura, Salvini sì
29.07.18 Allarme Capitale, i neri di San Giovanni
25.07.18 L’autrice del post sullo smalto di Josepha: “Twittare è il mio lavoro. Mi finanzia CasaPound”
19.07.18 Come Verona è diventata l’incubatrice dell’odio
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 9.02.18
Massarosa Antagonisti cercano di impedire il comizio di Casapound, cariche della polizia - 'Occupata' sede del Pd
·
Massarosa, un'ottantina i contestatori. Il partito di estrema destra presentava i suoi candidati in Comune

8 febbraio 2018

Tensione in serata a Massarosa, dove un gruppo di antagonisti e esponenti dell'estrema sinistra ha tentato di impedire un comizio di Casapound. La formazione di estrema destra si era ritrovata in Comune per un evento pubblico, la presentazione dei candidati alle prossime elezioni. I contestatori erano circa un'ottantina, guardati a vista da un reparto mobile della polizia. A un certo punto qualcuno ha cercato di sfondare il cordone e entrare in Comune. E' partita a quel punto una carica della celere. La situazione è poi con il passare dei minuti tornata alla normalità.
La situazione è poi con il passare dei minuti tornata alla normalità.


http://www.lanazione.it/viareggio/cronaca/scontri-casapound-1.3712818




Tafferugli a Massarosa, 'occupata' sede del Pd

09 Febbraio 2018

I tafferugli di ieri sera (8 febbraio) a Massarosa per un incontro nella sala consiliare con i candidati lucchesi di Casapound al Parlamento, Fabio Barsanti e Riccardo Bergamini (Leggi), scatenano la bufera. Potere al Popolo ha occupato simbolicamente la sede del Pd, dopo aver partecipato alla manifestazione fuori dal Comune dove c'è stato in più di un'occasione anche un contatto con le forze dell'ordine.
"A Massarosa come a Pavia e Torino e altre città - si legge in una nota di Palp -abbiamo assistito ad una gestione dell’ordine pubblico scellerata ed irresponsabile. Cariche, manganellate e provocazioni gratuite. L’incapacità del sindaco del Pd Franco Mungai ha rischiato di provocare dei seri problemi di ordine pubblico nel centro di Massarosa, non avendo mantenuto la promessa di negare gli spazi a forze neofasciste come aveva votato in un odg in consiglio comunale con la sua maggioranza il 25 settembre scorso".

"Di fronte all'antifascismo aventiniano delle forze del centro sinistra e delle loro strutture sociali e sindacali di consenso - prosegue Palp -, abbiamo deciso di sostenere un antifascismo popolare e sociale che si riprende le piazze con decisione e coerenza affrontando i manganelli della polizia di Minniti, che a freddo senza alcuna motivazione plausibile ha caricato provocando diversi contusi, tra cui una signora settantenne. Dopo queste tensioni abbiamo deciso di occupare simbolicamente la sede del PD che giudichiamo tra i principali responsabili dello sdoganamento fascista e del grave clima di intolleranza che si respira nel Paese. Sosteniamo dunque oggi più che mai la scelta di manifestare sabato a Macerata, dove la mano terrorista di un ex candidato della Lega Nord stava per compiere una strage. Come Potere al Popolo continueremo a presidiare le piazze e i quartieri per impedire agibilità a chi spaccia odio e intolleranza".

Sul posto anche il Cantiere Sociale Versiliese. "I gravi fatti di Macerata - dicono dal gruppo - e tutto il clima di xenofobia e razzismo che sta montando in tutto il paese ha responsabilità precise. I fascisti di Casa Pound non devono avere alcuna agibilità politica e ieri hanno dovuto svolgere la loro assemblea scortati e blindati. Mentre dentro il municipio facevano saluti romani e si raccontavano le loro demagogiche proposte politiche fuori la polizia caricava ingiustificatamente i manifestanti che non si facevano intimorire e si ricomponevano. Ieri eravamo in piazza a Massarosa come lo eravamo il 25 settembre quando facemmo allontanare quattro brutti ceffi neofascisti venuti in quell'occasione a contestare la decisione del consiglio comunale di votare un ordine del giorno che negava gli spazi ai fascisti. Quell'ordine del giorno approvato è stato, di fatto, disatteso ieri sera dal Pd e dal suo sindaco Franco Mungai. C'è chi l'antifascismo lo vive come esercizio quotidiano e chi lo usa come slogan elettorale questa è la differenza tra noi e il centrosinistra".
Così invece Repubblica Viareggina: "Come promesso ieri sera ci siamo ritrovati davanti al Comune di Massarosa per cercare di frenare la scellerata scelta di far parlare ancora una volta in un luogo pubblico esponenti del movimento neofascista Casa Pound - dicono gli esponenti della lista - Non ci fermeranno di certo le cariche della polizia, ci ritroverete in piazza ogni qualvolta lo riterremo necessario. Vogliamo però denunciare la solita e aspettata mala gestione della piazza e solidarizzare con tutti i compagni e le compagne colpiti ingiustamente dalla repressione e dai manganelli di Minniti. Una nostra compagna di settanta anni è stata colpita da una manganellata in molto vigliacco mentre parlava. Quanto è accaduto è principalmente responsabilità del sindaco Franco Mungai del Pd che poteva trovare alternative legali per non concedere ai fascisti del terzo millennio la sala. Mungai non ha voluto disattendendo anche la delibera che avevano votato a settembre. Si tratta di un grave atto di incoerenza. Ci teniamo a ribadire che gli antifascisti che erano in piazza ieri sera era nel rispetto della costituzione e delle leggi Mancino e Scelba altrettanto non si può dire di chi si è fatto scortare come un criminale per fare la loro adunata xenofoba e razzista".

http://luccaindiretta.it/politica/item/111856-tafferugli-a-massarosa-occupata-sede-del-pd.html

manifestazioni antifa
r_toscana


articolo precedente           articolo successivo