antifa home page

Il Progetto

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Raggi: “Presto saranno rinominate le vie di Roma intitolate a chi aderì al Manifesto della razza”
- Monza, tensione in centro tra Antifascisti e CasaPound. La Polizia carica
- "Niente spazi pubblici ai fascisti": patto di 5 Comuni del Bolognese
- Catania: manifestazione contro l'apertura della sede di Casa Pound
- Banchetto di Leverano Casapound in piazza, volano pugni e parole grosse
- Perugia CasaPound, 47 accademici chiedono no alla manifestazione
- Modena Manifestazione Antifascista Violente cariche della polizia
- Modena venerdi 15 dicembre h.20.30: fermiamo il corteo neonazista!
- Forlì, in 500 al corteo dopo i tafferugli con Forza Nuova
- Blitz fascista, sit-in davanti a Repubblica e Espresso
- Bologna Montagnola, presidio e tensione E fra le fiaccole spunta CasaPound
- Milano, scontri tra militanti di Forza Nuova e antagonisti

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
30.12.17 La leggenda dell’«architettura fascista»: un dibattito distorto su memoria e spazio urbano
28.12.17 Fascisti su Facebook, a gestire i gruppi neri ci sono anche i poliziotti
21.12.17 Saluti romani in consiglio comunale a Gorizia e chiamata alle armi a Trieste
20.12.17 La Galassia Nera: i gruppi e le associazioni che ruotano attorno a Lealtà Azione
20.12.17 I segreti di Roberto Fiore, il fascista a capo di Forza Nuova Terrorista nero.
10.12.17 Chi ha pagato Forza Nuova: retrospettiva 2001 sulle origini. "L' accusa del dossier C' è un livello occulto"
8.12.17 Se CasaPound entra anche nelle scuole: la sua associazione studentesca ha 200 rappresentanti in Italia
6.12.17 Fascisti su Facebook, ecco i gruppi segreti con cui la galassia nera fa proseliti sul web
18.11.17 Milano L'avanzata neofascista, l'estrema destra tra periferie e lotte interne
16.11.17 La violenza di CasaPound a Ostia
15.11.17 Tutti i soldi e le società di CasaPound e Forza Nuova: così si finanziano i partiti neofascisti
9.11.17 Ostia, le bugie di CasaPound su Roberto Spada e quegli affari della leader Chiaraluce
7.11.17 La bolla di Casapound ad Ostia e l’eccezionalizzazione dei fascisti
5.11.17 Forza nuova Holding 2: Così ha provato a piazzare anche un quadro di Gauguin
4.11.17 Forza Nuova Holding: dai dentisti ai compro-oro, il tesoro milionario dei "poveri patrioti"
2.11.17 Tartarughe frecciate e inquinamento nero
27.10.17 Ex Forza Nuova:"Ora vi spiego Fiore e a che servono le ronde"
26.10.17 L'alleanza nera degli ultras romani: il caso Anna Frank è solo l'ultimo episodio
15.10.17 Casa Pound Milano S.p.a. – reportage 1 Pivert
2.10.17 Esclusivo: anche Matteo Salvini ha usato i soldi rubati da Bossi
17.09.17 Gran Bretagna: La minaccia dell'estrema destra islamofoba
27.08.17 “Addestrati e armati”. I gruppi neonazisti spaventano l’Europa
26.08.17 Wu Ming La polizia contro Pasolini, Pasolini contro la polizia
24.08.17 «Lealtà e Azione» fa la sua comparsa anche a Bologna
23.08.17 Le Fantasie Virili Di Ludwig

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

Ricerca per parole chiave | Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |

pubblicato il 21.12.17
Saluti romani in consiglio comunale a Gorizia e chiamata alle armi a Trieste
·
Friuli-Venezia Giulia. L'ascesa dell'estrema destra. Il caso del consigliere triestino Fabio Tuiach, cacciato dalla Lega, che passa a Forza Nuova

20.12.2017

Dopo i manifesti affissi in tutta la città che invitano a non fare l’elemosina ai mendicanti, iniziativa del vicesindaco leghista Pierpaolo Roberti, per la prima volta nel consiglio comunale della città entra Forza Nuova. Dal gruppo misto arriva, a far parte della compagine di Roberto Fiore, Fabio Tuiach.

L’ex boxeur è stato campione italiano pesi massimi leggeri nel 2007, lavoratore portuale, con un passato un po’ burrascoso, è entrato in consiglio nelle liste della Lega. Ha cominciato a farsi notare nel 2015 cavalcando la querelle sui topolini, i bagni-piattaforma di cui si servono i triestini per godersi il mare. Secondo una certa stampa locale erano occupati da gang balcaniche di giovani teppisti. Il classico caso montato da un piccolo episodio che ha dato da scrivere per diversi giorni e che ha dato molto spazio all’ennesimo «uomo forte». Tuiach ha chiamato alle armi (in realtà delle spugnette) e alla presenza numerosa per dissuadere le fantomatiche bande di pericolosi teen-ager dall’occupare questi baluardi della «giovine triestinità».

E tutta la destra locale si è aggregata attorno a Tuiach – i cui proclami a difesa dell’ordine e dell’identità vengono diffusi ad ogni episodio di cronaca – sostenendolo in iniziative come una ronda per controllare la stazione dopo che un uomo aveva simulato un’aggressione da parte di cinque stranieri per nascondere di essere stato colpito in realtà dalla moglie. Il suo principio base, sembra anche l’unico, è la contrapposizione fisica al pericolo, a difesa del suolo patrio e delle «nostre donne». Tra le sparate, si annotano quelle contro i gay oltre a «il femminicidio non esiste» e «Maometto è un pedofilo». Ha coinvolto il cantante Povia, col quale si trova assolutamente in sintonia, in una iniziativa a «tutela della famiglia tradizionale».

Quando esce dalla Lega, cacciato proprio per la sparata sul femminicidio, si accomoda nel gruppo misto e comincia a flirtare con Forza Nuova. Di lì il salto al consiglio comunale come viatico a quello regionale, attraverso le elezioni. Purtroppo, anche se potrebbe sembrare mero folklore, il bombardamento quotidiano ha aumentato la popolarità di Tuiach. È stato sul cammino di Santiago de Compostela che ha avuto la folgorazione per la fede e scelto di fare politica. Ha chiamato il figlio Jesus e si è tatuato la Madonna su una mano. Dalla difesa dei topolini, le piattaforme che danno sul mare, al consiglio comunale: un passaggio non da poco. Eppure già nell’estate 2015 un post su Giap, il blog dei Wu Ming, dal titolo «Spugnette a nord est», avvertiva del pericolo che oggi si va concretizzando.

Ma non c’è solo Trieste. Un’altra città dove questo vento di destra continua a spirare è Gorizia. A seguito della manifestazione Humanity Welcome di sabato scorso non sono mancate le parole ostili del sindaco, Rodolfo Ziberna, contro chi predica e pratica l’accoglienza. Ha accusato tutti i promotori del corteo di «essere degli irresponsabili e di aver creato un grosso disagio ai commercianti, proprio nel weekend prima di Natale e di aver messo a repentaglio lo shopping natalizio». Medici Senza Frontiere ha messo a disposizione una tensostruttura aperta dalle 19 alle 9 del mattino, gestita dalla Caritas, che offre riparo a una sessantina di persone che prima si rifugiavano nella galleria Bombi, ora chiusa. Attacchi anche contro di loro.

E paradossalmente succede che nel consiglio comunale di Gorizia, dove non ci sono di consiglieri di gruppi di chiara connotazione fascista come Forza Nuova, non manchi mai un saluto romano. Platealmente esibito dal consigliere di Forza Italia Fabio Gentile, che a ogni chiamata ha una reazione incondizionata che lo porta ad alzare il braccio destro teso e salutare romanamente.

https://ilmanifesto.it/saluti-romani-in-consiglio-comunale-a-gorizia-e-chiamata-alle-armi-a-trieste/

documentazione
r_friuli


articolo precedente           articolo successivo