antifa home page

Il Progetto

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Savona, il quartiere rosso di Villapiana si mobilita contro la nuova sede di Casapound
- A Brescia il corteo antifascista contro Forza Nuova
- Verona, il writer che combatte il fascismo con i colori
- Cesena Forza Nuova al liceo, appello del Comune all’autorità di ps
- Cesena Manifestazione di Forza Nuova davanti ai licei, 50 prof: "Sbagliato autorizzarla lì"
- Roma, corteo di donne affronta militanti CasaPound: "Qui i fascisti non li vogliamo"
- Udine, rassegna jazz lascia la città: “Non collaboriamo con il nuovo sindaco che ha vinto con i voti dei neofascisti”
- Migranti, marcia No Tav contro estremisti di destra: scontri con la Gendarmeria al confine tra Italia e Francia
- Ufficiale: Bologna vieta gadget e spazi pubblici a fascisti e razzisti
- Niente piazze ai fascisti sull'Appennino Bolognese, la sfida di Forza Nuova: "Presto in piazza"
- Livorno, Lega organizza comizio a teatro. Lavoratori scioperano per protesta: “Candidato xenofobo e omofobo”
- Liberi e Uguali si rifiuta di partecipare alla Tribuna elettorale Rai con CasaPound

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound
3.05.18 Verona, dove comanda l’estrema destra
26.04.18 Gli antifascisti di domani
26.04.18 Fenomenologia dell'onda nera
4.04.18 Esclusivo: caccia ai soldi della Lega
2.03.18 I camerati abusivi di CasaPound: parenti e amici vivono gratis nel centro di Roma
1.03.18 Ma Pasolini non stava con i poliziotti
26.02.18 Chi sono i candidati di Forza Nuova: poliziotti, picchiatori, nostalgici delle SS e figli di mafiosi
26.02.18 Roberto Fiore: “Magistrati di Palermo deviati come 40 anni fa”. Quando Falcone voleva interrogarlo per il caso Mattarella
14.02.18 Trasformisti, fascisti, impresentabili e ras delle clientele: ecco le liste al Sud di Matteo Salvini
1.02.18 Ritratto del neofascista da giovane
30.12.17 La leggenda dell’«architettura fascista»: un dibattito distorto su memoria e spazio urbano
28.12.17 Fascisti su Facebook, a gestire i gruppi neri ci sono anche i poliziotti
21.12.17 Saluti romani in consiglio comunale a Gorizia e chiamata alle armi a Trieste
20.12.17 La Galassia Nera: i gruppi e le associazioni che ruotano attorno a Lealtà Azione
20.12.17 I segreti di Roberto Fiore, il fascista a capo di Forza Nuova Terrorista nero.
10.12.17 Chi ha pagato Forza Nuova: retrospettiva 2001 sulle origini. "L' accusa del dossier C' è un livello occulto"
8.12.17 Se CasaPound entra anche nelle scuole: la sua associazione studentesca ha 200 rappresentanti in Italia

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

Ricerca per parole chiave | Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 12.12.17
Roma, scontri con polizia: tribunale condanna 9 militanti Casapound
·
11 dicembre 201718:22

Nove militanti di Casapound sono stati condannati dal tribunale di Roma in relazione agli scontri con le forze dell'ordine del luglio 2015 a Casale San Nicola, periferia nord della Capitale. I giudici hanno inflitto otto condanne a 3 anni e 7 mesi e una a 2 anni e 7 mesi. Gli imputati, che manifestarono per impedire il trasferimento di migranti in una struttura di accoglienza, erano accusati di resistenza aggravata a pubblico ufficiale e lesioni.

http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/lazio/roma-scontri-con-polizia-tribunale-condanna-9-militanti-casapound_3111606-201702a.shtml




Migranti, scontri a Casal San Nicola: condannati nove esponenti di Casapound
Erano accusati di aver organizzato e partecipato, con caschi e volti coperti, il 17 luglio del 2015, a un blocco contro il trasferimento di alcuni stranieri in un centro di rifugiati a Casal San Nicola, alla periferia di Roma,
dando vita ad una vera e propria rivolta anti immigrati che culminò con scontri con le forze dell'ordine. Con tanto di bottiglie contro il pullman, tra urla, slogan, sassi e cassonetti incendiati. Nove militanti di Casapound sono stati condannati dal tribunale di Roma per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni.
I giudici della V sezione penale hanno inflitto otto condanne a 3 anni e 7 mesi e una condanna a 2 anni e 7 mesi. Nella vicenda sono coinvolti alcuni due dirigenti del movimento,
Davide Di Stefano e Andrea Antonini. Nei confronti degli imputati il pm Eugenio Albamonte aveva sollecitato condanne fino a 7 anni di reclusione.

Le indagini condotte dalla Digos portarono, alcuni mesi dopo, a una serie di provvedimenti cautelari. Secondo quanto accerto dalla Procura, i condannati nel corso degli scontri si sono opposti al trasferimento, a bordo di alcuni bus, di cittadini extracomunitari destinati a piani di accoglienza.
Tra episodi al centro dell'indagine, anche l'aggressione messa in atto da tre attivisti ai danni di un agente che è stato colpito più volte nel corso degli scontri.

Gli scontri vennero preceduti da mesi di proteste e contenziosi, finiti anche in Tribunale, per il nuovo centro rifugiati a Casale San Nicola, perché la prefettura, dopo un regolare bando di gara, destinò un centinaio di rifugiati all'ex istituto scolastico e subito una parte dei residenti si oppose sostenendo la mancanza di servizi e per il timore della sicurezza nella zona. La miccia che accese le polveri in quella caldissima giornata di luglio fu l'arrivo in pullman dei primi 19 richiedenti asilo nell'ex scuola che scatenò la reazione di una parte degli abitanti del comprensorio, circa 250 famiglie, e soprattutto dei militanti di estrema destra, che cavalcarono la protesta con saluti romani.

Una rivolta che, per il gip, Giovanni Giorgianni che firmò le misure cautelari era «stata accuratamente preordinata e dettagliatamente organizzati nella loro dinamica evolutiva». «I militanti - scrive ancora il gip - dopo aver indossato dei caschi da motociclista, avrebbero guadagnato spazio tra i cittadini passando da una mera azione di spinta a sfondamento del cordone creato dagli operanti a una vera e propria opera di
aggressione e violenza» sostenuta «con uso di armi improprie ed oggetti contundenti da lancio di vario tipo».

http://www.ilmessaggero.it/roma/cronaca/migranti_rivolta_scontri_casapound_condanne_casal_san_nicola-3422127.html

repressione_F
r_lazio


articolo precedente           articolo successivo