antifa home page

Il Progetto

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Savona, il quartiere rosso di Villapiana si mobilita contro la nuova sede di Casapound
- A Brescia il corteo antifascista contro Forza Nuova
- Verona, il writer che combatte il fascismo con i colori
- Cesena Forza Nuova al liceo, appello del Comune all’autorità di ps
- Cesena Manifestazione di Forza Nuova davanti ai licei, 50 prof: "Sbagliato autorizzarla lì"
- Roma, corteo di donne affronta militanti CasaPound: "Qui i fascisti non li vogliamo"
- Udine, rassegna jazz lascia la città: “Non collaboriamo con il nuovo sindaco che ha vinto con i voti dei neofascisti”
- Migranti, marcia No Tav contro estremisti di destra: scontri con la Gendarmeria al confine tra Italia e Francia
- Ufficiale: Bologna vieta gadget e spazi pubblici a fascisti e razzisti
- Niente piazze ai fascisti sull'Appennino Bolognese, la sfida di Forza Nuova: "Presto in piazza"
- Livorno, Lega organizza comizio a teatro. Lavoratori scioperano per protesta: “Candidato xenofobo e omofobo”
- Liberi e Uguali si rifiuta di partecipare alla Tribuna elettorale Rai con CasaPound

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound
3.05.18 Verona, dove comanda l’estrema destra
26.04.18 Gli antifascisti di domani
26.04.18 Fenomenologia dell'onda nera
4.04.18 Esclusivo: caccia ai soldi della Lega
2.03.18 I camerati abusivi di CasaPound: parenti e amici vivono gratis nel centro di Roma
1.03.18 Ma Pasolini non stava con i poliziotti
26.02.18 Chi sono i candidati di Forza Nuova: poliziotti, picchiatori, nostalgici delle SS e figli di mafiosi
26.02.18 Roberto Fiore: “Magistrati di Palermo deviati come 40 anni fa”. Quando Falcone voleva interrogarlo per il caso Mattarella
14.02.18 Trasformisti, fascisti, impresentabili e ras delle clientele: ecco le liste al Sud di Matteo Salvini
1.02.18 Ritratto del neofascista da giovane
30.12.17 La leggenda dell’«architettura fascista»: un dibattito distorto su memoria e spazio urbano
28.12.17 Fascisti su Facebook, a gestire i gruppi neri ci sono anche i poliziotti
21.12.17 Saluti romani in consiglio comunale a Gorizia e chiamata alle armi a Trieste
20.12.17 La Galassia Nera: i gruppi e le associazioni che ruotano attorno a Lealtà Azione
20.12.17 I segreti di Roberto Fiore, il fascista a capo di Forza Nuova Terrorista nero.
10.12.17 Chi ha pagato Forza Nuova: retrospettiva 2001 sulle origini. "L' accusa del dossier C' è un livello occulto"
8.12.17 Se CasaPound entra anche nelle scuole: la sua associazione studentesca ha 200 rappresentanti in Italia

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

Ricerca per parole chiave | Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 17.11.17
Milano, luoghi pubblici vietati all'ultradestra: carta dei valori antifascisti contro l'offensiva nera
·
Lunedì mozione in Comune sul modello di quella approvata a Torino: se passa andrà cambiato il regolamento. La maggioranza è compatta sul provvedimento

Milano come Torino in nome di un antifascismo moderno, quello cioè di una città che non si concede a chi non ne sposa i valori. La maggioranza di Palazzo Marino vuole che ideologie fasciste o affini restino fuori da piazze e luoghi pubblici della città e chiederà a Sala e a tutta l'amministrazione di metterlo nero su bianco, mettendo mano ai regolamenti comunali.

Sulla scia di quanto approvato dal Consiglio comunale del capoluogo piemontese, infatti, lunedì nell'aula di Palazzo Marino approderà una mozione dei consiglieri di Insieme X Milano David Gentili e Anita Pirovano che dice più o meno così: chi non firma una sorta di carta dei valori antifascisti, non avrà in concessione gli spazi pubblici della città. Una mozione che vede la maggioranza compatta, con l'appoggio anche di alcuni rami dell'opposizione. In sostanza, il documento impegna il sindaco e la giunta a non affidare "spazi, luoghi pubblici, patrocini e contributi di qualunque natura" a chiunque non garantisca il rispetto dell'antifascismo in senso lato.

Tutti coloro che dunque si distinguono per comportamenti "fascisti, razzisti, omofobi, transfobici e sessisti" non potranno organizzare iniziative in biblioteche, auditorium, piazze e simili. Non solo, il vincolo sarà esteso anche alle partecipate, come Mm che gestisce le case popolari per conto di Palazzo Marino. Tradotto: niente più appartamenti di proprietà del Comune dati in concessione ad associazioni dai dubbi principi. Perciò, casi come quello denunciato da Repubblica - l'Associazione nazionale combattenti della Rsi che ha in concessione la propria sede in uno spazio comunale a due passi dal Piccolo Teatro - potrebbero non verificarsi più.

Una "sfida", spiega Gentili su Facebook, che viene lanciata anche alla Regione: parliamo di "via Palmieri 1. Si può interrompere il vergognoso spettacolo che vede protagonisti ogni 25 aprile quei fascisti che utilizzano gli spazi pubblici gestiti da Aler?". Il riferimento è ad una pseudo sede di Forza Nuova nelle case popolari dello Stadera che sarebbe stata aperta tramite un'associazione fittizia.

La proposta dei consiglieri si incrocia con un altro fronte, quello dei Sentinelli: "Se sono riusciti a Torino impegnando la sindaca Appendino - spiega il portavoce Luca Paladini, che annuncia una lettera a Sala e ai capigruppo in Consiglio comunale - non vediamo perché non sia possibile ottenere lo stesso risultato a Milano".Tutti d'accordo, spiega Anita Pirovano, perché "la causa dei diritti ha bisogno del contributo di ciascuno dentro e fuori le istituzioni. Siamo sulla strada giusta".

Un percorso che vedrà lunedì la presentazione della mozione, con la votazione da mettere in calendario. L'ok dovrebbe arrivare oltre che dalla maggioranza - per il capogruppo dem Filippo Barberis si
tratta "semplicemente di mettere in sicurezza un principio sacrosanto" - da Basilio Rizzo che parla però di "scoperta dell'acqua calda" e dai Cinque Stelle che, spiega Gianluca Corrado, ne condividono il principio, ma vogliono vedere le carte. Diversa la linea del resto dell'opposizione: per Gianluca Comazzi (Forza Italia) "è solo propaganda politica perché le attuali norme già vietano le adunate fasciste negli spazi pubblici".

http://milano.repubblica.it/cronaca/2017/11/17/news/fascisti_milano-181300263/

manifestazioni antifa
r_lombardia


articolo precedente           articolo successivo