antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara
- Torre Maura, ancora tensioni: bomba carta e saluti romani mentre vengono trasferiti i primi rom

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista
- Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova
- Pontedera: in centinaia scendono in piazza contro CasaPound
- Bari, stretta del sindaco su Casapound: “Quella sede va chiusa”
- Reggio Emilia Marcia Forza Nuova, approvato odg contro “ronde neofasciste”

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
24.06.20 Il "modello" Vicenza, dove neofascisti ed estremisti siedono al Palazzo
23.06.20 Toh, l'interesse dei neofascisti di CasaPound per la periferia era solo un bluff in favore di tv
22.06.20 Estrema destra, terrorismo nero (anche italiano) non è solo su Internet: ha armi, bombe, razzi e progetta attentati contro musulmani ed ebrei
17.06.20 Cosa si muove dietro l'alleanza nera tra neofascisti, ultras e no 5g
16.06.20 Il movimento Boogaloo (Usa)
8.06.20 Nel palazzo occupato da Casapound a via Napoleone III nessuno è indigente
4.06.20 George Floyd – Paramilitari, suprematisti bianchi pro-Trump e anarchici: la galassia di gruppi che infiltra la protesta negli Stati Uniti
29.04.20 Il virus nero - Servizio di Report
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà
21.03.20 La singolare galassia de “Il Primato Nazionale”
5.03.20 Grecia. Il colonnello di Alba dorata a caccia di profughi: siamo patrioti
5.03.20 Roma, il dossier sugli episodi di neofascismo in VII municipio
5.03.20 Argentina, trova lista di 12mila nazisti tra le carte di una banca in disuso: dentro, il tesoro sottratto a milioni di ebrei
3.03.20 Hanau, se quei lupi solitari diventano un branco xenofobo internazionale
8.02.20 Latina, le collusioni mafiose di Lega e Fratelli d'Italia
23.01.20 Germania, rapporto della polizia: dal 1990 l’estrema destra è colpevole di 100 omicidi
18.01.20 Ma con chi ce l’ha Salvini quando critica “l’antisemitismo di certa destra tradizionalista”?
15.01.20 I buchi del 41 bis: il fascista Roberto Fiore fece incontrare il boss di camorra e il fratello
6.01.20 La persistenza della cultura fascista si manifesta nel comportamento della polizia
13.12.19 Tifo, i cori razzisti al pub dei tifosi del Verona: "Niente negri, lalalalalala-la…niente negri"
29.11.19 Neonazisti, una talpa nella polizia avvertì miss Hitler. “Gli sbirri ti osservano”. E scattò l’allerta
21.11.19 Sapevate che in Abruzzo esistevano 15 campi di concentramento? Torture e deportazioni
11.10.19 Quanto è diffuso il terrorismo nero in Europa

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 27.02.17
Napoli Caso Unar, Antonello Sannino: «Da Forza Nuova intimidazioni squadriste»
·
Dall’imbrattamento del manifesto di Terzigno alle minacce contro la discoteca Macho Lato, fermamente condannate dall’assessora partenopea alle Pari Opportunità. Pride Online ha parlato di omofobia e debolezza del movimento Lgbti col presidente di Arcigay Napoli

La scritta “Ricchioni pedofili“ sulla targa toponomastica di Ospedaletto d’Alpinolo (Av). La distruzione di un manifesto raffigurante due uomini che si baciano in un Comune dell’area vesuviana. L’allontanamento di alcuni alunni da parte di genitori partenopei indignati per la partecipazione di associazioni Lgbti ad alcuni progetti scolastici. Le intimidazioni di Forza Nuova Napoli al presidente del Macho Lato, circolo affiliato ad Anddos e accusato di essere finanziato con fondi pubblici. Minacce che Salvatore Pacella, responsabile della sezione napoletana del movimento di destra radicale, ha pensato di poter correlare a un eventuale supporto del sindaco De Magistris.

Non si è invece fatta attendere da Palazzo San Giacomo la recisa smentita e presa di distanza attraverso un’inequivocabile nota dell’assessora alle Pari Opportunità: «Daniela Villani, assessore alla Qualità della Vita e alle Pari Opportunità del Comune di Napoli, con fermezza e rigore desidera prendere le distanze dagli atti di vandalismo a connotazione omofobica perpetrati dagli attivisti di Forza Nuova nelle scorse ore in via Abate Minichini.

Ci auguriamo che l’ondata di preoccupante disinformazione e quest’infamante ventata di omotransfobia cessino immediatamente».

Sul clima di recrudescenza omofobica, di cui i recenti servizi de Le Iene e le conseguenti quanto ingiustificate dimissioni del presidente dell’Unar Francesco Spano, Pride Online ha parlato con Antonello Sannino, presidente di Arcigay Napoli.
Antonello, alcuni giorni fa hai parlato di un vile atto omofobico accaduto a Terzigno (Na). Che cos’è successo?

È stato strappato un 6×3 raffigurante due giovani uomini che si baciano. Realizzato in tre esemplari, il manifesto voleva essere un messaggio d’amore secondo la chiara intenzione del fotografo Roberto Menzione.
Come giudichi quanto successo?

È preoccupante perché frutto di un clima di violenza, intolleranza, involuzione di cui sono anche prova i recenti episodi dell’imbrattamento della targa a Ospedaletto, del servizio de “Le Iene” contro l’Unar e Andoss, degli attacchi al presidente della Regione Lazio Zingaretti sulla questione dell’assunzione di ginecologi non obiettori. Stiamo facendo un pauroso salto indietro.
Hai accennato al caso Unar. Quali i danni per la comunità Lgbti?

È uno dei peggiori attacchi degli ultimi 15 anni alla libertà delle persone Lgbti. Non entro nel merito delle presunte illegalità, di cui ha parlato il servizio de “Le Iene”. Spetterà alle autorità giudiziarie far luce al riguardo. Ma non posso tacere sull’assurda posizione moralizzatrice degli ultimi giorni. Mi inquieta terribilmente ciò che sta succedendo nella comunità Lgbti, perché questa vicenda nasce al suo interno e ne sta mettendo a nudo tutti i limiti, le fragilità, i passi indietro. È di fatto segno dello sgretolamento culturale dell’intero movimento sorto all’insegna della liberazione sessuale.

Negli ultimi anni esso si è surrealmente ripiegato su un processo di “normalizzazione”. Ha perso così la sua vera essenza. Quella, cioè, di movimento di liberazione in difesa dei diritti civili e inviolabili della persona, dell’autodeterminazione dei corpi, della laicità della nostra democrazia. Sembrano vanificarsi anni e anni di battaglie e di lotte senza avere neanche ben chiara la percezione della gravità di quello che le forze reazionarie stanno mettendo in campo. E questo lo dico a distanza esatta di un anno da quella “occupazione” di Corso del Rinascimento a Roma, quando alcuni di noi ritrovarono compattezza ed entusiasmo nel protestate contro un disegno di legge – quello sulle unioni civili – di cui si stava discutendo come al mercato del pesce con veri e propri baratti e compromessi.
In stretto collegamento col caso Unar a Napoli si sta vivendo in queste ultime ore una preoccupante escalation di intimidazione omofobica da parte di Forza Nuova. Il responsabile Salvatore Pacella ha minacciato di chiudere la discoteca Macho Lato perché destinataria di finanziamenti pubblici, mentre nella notte sono state imbrattate le mura del circolo

È palese la cattiva fede di chi all’inizio ha detto che il Macho Lato aveva un finanziamento pubblico. Al di là della polemica nazionale se si prende il progetto, che è stato pubblicato, esso non prevede nessun intervento in tutta la regione Campania. È una situazione pretestuosa, scorrettissima anche da parte del quotidiano “Il Roma” e di altri giornali, che hanno riportato la notizia falsa del Macho Lato come un locale destinatario di pubblico finanziamento.

Ciò si è tradotto in una vera e propria reazione squadrista da parte di Forza Nuova. Reazione violenta, indegna, volgare, di chi come Forza Nuova e altri movimenti reazionari in questo Paese non è capace di produrre politiche vere. Non è capace di produrre alcuna idea e vuole quindi ottenere consensi tra la gente, semplicemente puntando il dito contro, seminando odio e agendo con la violenza.

È un’azione, intellettualmente parlando, fascista e materialmente squadrista per le intimidazioni che sta ricevendo il Macho Lato. Al presidente Rino Sorrentino, a tutto il personale del Macho Lato e soprattutto a tutte le persone, che frequentano da anni quel locale, va tutta la mia solidarietà e quella di Arcigay Napoli. È chiaro che questa vicenda inquieta molto. Perché questa volontà di cercare il consenso facile attraverso l’odio è una cosa che abbiamo già visto nel ‘900 e ha prodotto guerre, morti, dittature, facendo leva sulle paure e sulle difficoltà economiche della gente.

http://www.prideonline.it/2017/02/24/unar-antonello-sannino-forza-nuova-intimidazioni-squadriste/

vandalismi_minacce
r_campania


articolo precedente           articolo successivo