antifa home page

Il Progetto

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Savona, il quartiere rosso di Villapiana si mobilita contro la nuova sede di Casapound
- A Brescia il corteo antifascista contro Forza Nuova
- Verona, il writer che combatte il fascismo con i colori
- Cesena Forza Nuova al liceo, appello del Comune all’autorità di ps
- Cesena Manifestazione di Forza Nuova davanti ai licei, 50 prof: "Sbagliato autorizzarla lì"
- Roma, corteo di donne affronta militanti CasaPound: "Qui i fascisti non li vogliamo"
- Udine, rassegna jazz lascia la città: “Non collaboriamo con il nuovo sindaco che ha vinto con i voti dei neofascisti”
- Migranti, marcia No Tav contro estremisti di destra: scontri con la Gendarmeria al confine tra Italia e Francia
- Ufficiale: Bologna vieta gadget e spazi pubblici a fascisti e razzisti
- Niente piazze ai fascisti sull'Appennino Bolognese, la sfida di Forza Nuova: "Presto in piazza"
- Livorno, Lega organizza comizio a teatro. Lavoratori scioperano per protesta: “Candidato xenofobo e omofobo”
- Liberi e Uguali si rifiuta di partecipare alla Tribuna elettorale Rai con CasaPound

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
19.07.18 Come Verona è diventata l’incubatrice dell’odio
16.07.18 Una breve storia dei rapporti della Lega con i fascisti di Lealtà e Azione
6.07.18 KKK: il tramonto dei cavalieri bianchi
6.07.18 Salvini, Borghezio e l’alleanza con il neofascismo europeo nel libro-inchiesta “Europa identitaria”
26.06.18 In Ucraina i fascisti ammazzano i rom, ma l’Unione Europea tace
18.06.18 Mario Borghezio: dossier. Dall'estrema destra ordinovista agli arresti per bancarotta alla lega
3.06.18 Esclusivo: alla Lega sovranista di Matteo Salvini piace offshore
2.06.18 Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia ultracattolico che strizza l'occhio ai nazifascisti
31.05.18 Dai pestaggi ai blitz chirurgici: il vero volto di Casapound
3.05.18 Verona, dove comanda l’estrema destra
26.04.18 Gli antifascisti di domani
26.04.18 Fenomenologia dell'onda nera
4.04.18 Esclusivo: caccia ai soldi della Lega
2.03.18 I camerati abusivi di CasaPound: parenti e amici vivono gratis nel centro di Roma
1.03.18 Ma Pasolini non stava con i poliziotti
26.02.18 Chi sono i candidati di Forza Nuova: poliziotti, picchiatori, nostalgici delle SS e figli di mafiosi
26.02.18 Roberto Fiore: “Magistrati di Palermo deviati come 40 anni fa”. Quando Falcone voleva interrogarlo per il caso Mattarella
14.02.18 Trasformisti, fascisti, impresentabili e ras delle clientele: ecco le liste al Sud di Matteo Salvini
1.02.18 Ritratto del neofascista da giovane
30.12.17 La leggenda dell’«architettura fascista»: un dibattito distorto su memoria e spazio urbano
28.12.17 Fascisti su Facebook, a gestire i gruppi neri ci sono anche i poliziotti
21.12.17 Saluti romani in consiglio comunale a Gorizia e chiamata alle armi a Trieste
20.12.17 La Galassia Nera: i gruppi e le associazioni che ruotano attorno a Lealtà Azione
20.12.17 I segreti di Roberto Fiore, il fascista a capo di Forza Nuova Terrorista nero.
10.12.17 Chi ha pagato Forza Nuova: retrospettiva 2001 sulle origini. "L' accusa del dossier C' è un livello occulto"

L'Appello "MAI PIU' FASCISMI"

Ricerca per parole chiave | Forza Nuova | Casa Pound | calcio | stragi e terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio
a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 28.10.05
Torino: 13 condanne per un totale di 11 anni agli antifascisti torinesi
·

28 Ottobre 2005

da indymedia

MOTIVAZIONE DELLA CONDANNA: ANTIFASCISMO

13 condanne per un totale di 11 anni agli antifascisti torinesi

MOTIVAZIONE DELLA CONDANNA: ANTIFASCISMO

Ieri pomeriggio si è concluso il processo di primo grado a carico di 13 militanti del Network Antagonista Torinese, in merito ai fatti accaduti il 22 febbraio del 2002, giorno in cui la mobilitazione e un corteo antifascista impedirono lo svolgimento di un convegno di Forza Nuova.
La giornata terminò con alcune cariche della polizia per disperdere la manifestazione che sostava in piazza Statuto.
Una vicenda giudiziaria complessa dove la magistratura torinese ha tentato in ogni modo di sperimentare forme di repressione tra le più svariate, dapprima, nel maggio del 2002, inaugurando una nuova forma di confino, poi non confermata dalla cassazione, con il divieto di partecipare a qualsiasi manifestazione pubblica, poi obbligandoci a non uscire dal comune di residenza, e infine l’obbligo di firma in alcune caserme cittadine tutti i giorni, poi man mano passati a 3, per un anno intero.
Il rinvio a giudizio venne per i reati di lesioni, resistenza, violenza a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato, porto d’arma improprio e travisamento, il tutto come sempre supportato da video incomprensibili e testimonianze vaghe da parte della digos torinese.
Ancora una volta sono l’antagonismo e l’antifascismo ad essere messi sotto accusa e condannati ad una pena complessiva di 11 anni distribuita con accuratezza a 13 imputati con condanne che vanno dall’anno e due mesi a scendere fino ai 5 mesi.
Non abbiamo mai creduto al sistema della giustizia e nemmeno ad una sua neutralità e le condanne odierne ne sono il significato esplicito: una sentenza già scritta da tempo, mirata a reprimere e intimorire il movimento antagonista riempiendo i compagni di denunce e quando vi è l’opportunità, come quest’estate, arrestandoli.
Nell’epoca delle esercitazioni antiterrorismo, della legalità alla
Cofferati, della pulizia pre-olimpica, la magistratura e la questura
torinese incarnano appieno il ruolo che gli viene riservato nello stato delle istituzioni democratiche, condannando ed arrestando chi lotta contro l’ordine costituito del dominio, della guerra e dello sfruttamento.

NON UN PASSO INDIETRO
SOLIDARIETA’ AI COMPAGNI CONDANNATI

Network antagonista Torinese
Csa Murazzi-Csoa Askatasuna-Coll.Universitario Autonomo

repressione
r_piemonte


articolo precedente           articolo successivo